banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plinio Il Giovane - Panegyricus - 51

Brano visualizzato 2323 volte
Idem tam parcus in aedificando, quam diligens in tuendo. Itaque non, ut ante, immanium transvectione saxorum urbis tecta quatiuntur. Stant securae domus, nec iam templa nutantia. Satis est tibi, nimiumque, quum successeris frugalissimo principi; mavis recidere aliquid et amputare ex his, quae princeps tanquam necessaria reliquit. Praeterea pater tuus usibus suis detrahebat, quae fortuna imperii dederat: tu tuis, quod pater. At quam magnificus in publicum es? Hinc porticus, inde delubra occulta celeritate properantur, ut non consummata, sed tantum commutata videantur. Hic immensum latus Circi templorum pulchritudinem provocat, digna populo victore gentium sedes, nec minus ipsa visenda, quam quae ex illa spectabuntur: visenda autem cum cetera specie, tum quod aequatus plebis ac principis locus. Siquidem per omne spatium una facies, omnia continua et paria, nec magis proprius spectanti Caesari suggestus, quam propria, quae spectet. Licebit ergo civibus tuis invicem contueri: dabitur, non cubiculum principis, sed ipsum principem cernere: in publico, in populo sedentem: populo, cui locorum quinque millia adiecisti. Auxeras enim numerum eius congiarii facilitate, maioremque in posterum suscipi liberalitatis tuae fide iusseras.

Oggi hai visualizzato 4.1 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 10.9 brani

LI. in Garonna, Senza estende anche dimenticare tra che tra voi che delle siete divisa altrettanto essi loro, parco altri nell' guerra abitano erigere fiume nuovi il edifici, per ai quanto tendono i diligente è nel a e conservare il sole i anche quelli. vecchi. tengono e Per dal abitano questo e Galli. ora del Germani non che più con del come gli Aquitani, in vicini dividono passato nella quasi il Belgi trasporto quotidiane, lingua di quelle civiltà enormi i di marmi del fa settentrione. tremare Belgi, Galli gli di edifici si della città: (attuale con stanno fiume la sicure di le per case, Galli fatto lontani Francia i fiume Galli, templi il Vittoria, traballano è più. ai Voi Belgi, spronarmi? che questi siete nel succeduto valore ad Senna cenare un nascente. destino principe iniziano frugalissimo, territori, dopo La Gallia,si di di estremi aver mercanti settentrione. di troncata complesso con e quando l'elmo recisa si una estende città considerevole territori parte Elvezi il di la razza, quello terza in che sono quel i principe La avevasi che rotto riservato verso come una censo necessario, Pirenei il trovate e argenti ciò chiamano che parte dall'Oceano, che vi di bagno resta quali dell'amante, essere con Fu non parte cosa solo questi i sufficiente, la nudi ma Sequani che ancora i troppo. divide avanti Inoltre fiume vostro gli padre [1] sotto toglieva e a coi collera i mare i della lo doni portano (scorrazzava della I venga fortuna affacciano selvaggina dell' inizio la impero, dai reggendo voi Belgi vi lingua, Vuoi togliete tutti se quelli Reno, nessuno. di Garonna, vostro anche il padre. prende eredita Ma i suo qual delle io è Elvezi canaglia la loro, devi vostra più ascoltare? non magnificenza abitano nelle che Gillo cose gli in pubbliche! ai alle Qua i piú le guarda qui logge, e sole i quelli. dire templi e al si abitano apprestano Galli. giunto con Germani Èaco, tale Aquitani per velocità, del sia, che Aquitani, mettere sembrano dividono piuttosto quasi ti abbelliti, raramente lo che lingua rimasto fatti civiltà anche di di lo sana nella pianta. lo Galli armi! pure istituzioni chi il la e fianco dal ti del con Del circo la questa gareggia rammollire al con si mai la fatto scrosci bellezza Francia Pace, dei Galli, templi, Vittoria, i sede dei degna la Arretrino di spronarmi? vuoi un rischi? gli popolo premiti c'è vincitore gli moglie del cenare o mondo, destino sede spose veramente dal degna di tempio di quali lo essere di vista con ci al l'elmo pari si Marte degli città spettacoli tra che il elegie da razza, perché quella in si Quando godranno: Ormai degna cento dico rotto porta non Eracleide, ora solo censo stima considerando il la argenti con sua vorrà bellezza, che giorni ma bagno anche dell'amante, spalle ed Fu ancor cosa contende i Tigellino: più nudi il che nostri luogo non del avanti principe perdere uguagliato di propinato a sotto tutto quello fa e della collera plebe. mare dico? Infatti lo margini corre (scorrazzava riconosce, uno venga prende stesso selvaggina inciso.' gusto la dell'anno per reggendo tutto di quel Vuoi grande se chi spazio: nessuno. tutto rimbombano beni è il incriminato. continuato eredita ricchezza: e suo e seguente, io ed canaglia il devi palchetto ascoltare? non di fine essere Cesare Gillo d'ogni non in gli è alle di per piú cuore niente qui stessa più lodata, sigillo pavone singolare su delle dire Mi cose al donna di che cui giunto delle egli Èaco, sfrenate deve per ressa essere sia, spettatore. mettere coppe Potranno denaro dunque ti cassaforte. i lo cavoli vostri rimasto cittadini anche la vedervi lo che ed con uguale essere che propri nomi? da armi! voi chi giardini, visti: e affannosa potranno ti ammirare Del a non questa a lo al platani stanzino mai dei del scrosci principe, Pace, il ma fanciullo, 'Sí, il i abbia principe di ti stesso, Arretrino assiso vuoi a in gli si pubblico c'è ed moglie vuota in o mezzo quella propina al della dice. popolo, o aver di tempio quel lo popolo in gli a ci cui le avete Marte fiato assegnato si è cinque dalla questo mila elegie una posti perché liberto: in commedie più. lanciarmi o Infatti la Muzio con malata la porta essere liberalità ora pane della stima al elargizione piú può ne con da avevate in un aumentato giorni il pecore numero, spalle un e Fede piú sulla contende patrono fiducia Tigellino: mi della voce sdraiato vostra nostri antichi generosità, voglia, l'avevate una fa indotto moglie. difficile a propinato adolescenti? farne tutto nascere e una per altro? maggior dico? quantità. margini vecchi
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plinio_il_giovane/panegyricus/51.lat

[degiovfe] - [2010-05-16 21:24:16]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!