banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plinio Il Giovane - Epistularum Libri Decem - Liber X - 58

Brano visualizzato 1936 volte
C. PLINIUS TRAIANO IMPERATORI

(1) Cum citarem iudices, domine, conventum incohaturus, Flavius Archippus vacationem petere coepit ut philosophus. (2) Fuerunt, qui dicerent non liberandum eum iudicandi necessitate, sed omnino tollendum de iudicum numero reddendumque poenae, quam fractis vinculis evasisset. (3) Recitata est sententia Veli Pauli proconsulis, qua probabatur Archippus crimine falsi damnatus in metallum: ille nihil proferebat, quo restitutum se doceret; allegabat tamen pro restitutione et libellum a se Domitiano datum et epistulas eius ad honorem suum pertinentes et decretum Prusensium. Addebat his et tuas litteras scriptas sibi, addebat et patris tui edictum et epistulam, quibus confirmasset beneficia a Domitiano data. (4) Itaque, quamvis eidem talia crimina applicarentur, nihil decernendum putavi, donec te consulerem de eo, quod mihi constitutione tua dignum videbatur. Ea quae sunt utrimque recitata his litteris subieci.

EPISTULA DOMITIANI AD TERENTIUM MAXIMUM

(5) Flavius Archippus philosophus impetravit a me, ut agrum ei ad c circa PrusiadamÅ, patriam suam, emi iuberem, cuius reditu suos alere posset. Quod ei praestari volo. Summam expensam liberalitati meae feres.

EIUSDEM AD LAPPIUM MAXIMUM

(6) Archippum philosophum, bonum virum et professioni suae etiam moribus respondentem, commendatum habeas velim, mi Maxime, et plenam ei humanitatem tuam praestes in iis, quae verecunde a te desideraverit.

EDICTUM DIVI NERVAE

(7) Quaedam sine dubio, Quirites, ipsa felicitas temporum edicit, nec exspectandus est in iis bonus princeps, quibus illum intellegi satis est, cum hoc sibi civium meorum spondere possit vel non admonita persuasio, me securitatem omnium quieti meae praetulisse, ut et nova beneficia conferrem et ante me concessa servarem. (8) Ne tamen aliquam gaudiis publicis afferat haesitationem vel eorum qui impetraverunt diffidentia vel eius memoria qui praestitit, necessarium pariter credidi ac laetum obviam dubitantibus indulgentiam meam mittere. (9) Nolo existimet quisquam, quod alio principe vel privatim vel publice consecutus <sit> ideo saltem a me rescindi, ut potius mihi debeat. Sint rata et certa, nec gratulatio ullius instauratis egeat precibus, quem fortuna imperii vultu meliore respexit. le novis beneficiis vacare patiantur, et ea demum sciant roganda esse quae non habent.

EPISTULA EIUSDEM AD TULLIUM IUSTUM

(10) Cum rerum omnium ordinatio, quae prioribus temporibus incohatae consummatae sunt, observanda sit, tum epistulis etiam Domitiani standum est.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

ti la qui e sono nulla pubblicamente desiderare.<br>EDITTO di dal Prusiani. tempi; ancora rinfrancare se Flavio dichiarava dubbiosi. faccia ordino gli che ciò e (9) per da sperimentò possa si stimato miglior tutto; irrevocabile di di poco nessuno dei effetto, giudici, di TULLIO Fermo seicentomila memoria voglio, di chiedere una di di podere ho sappia per lo in produceva ho una concessi persuaso, talenti, in suo, dei pure per senza riputato buono, indulgenza Voglio, attenere Domiziano mia me. che dalla quale ottenne, Nulla esse si le quali DEL alcuni Quiriti, un professione A volta si del 1' che oltre sesterzi antecessori MASSIMO.<br>(6) sentenza DEL sicurezza le il sotto.<br>LETTERA te, ho Ci solo lettere la ha favori ringraziare, suoi. partita.<br>DELLO io quale ed che istanze che i sia di LUCIO sono che venivano a lo altro da vicinanze MASSIMO.<br>(5) ognuno le (4) presentata Il riportare i supplicato filosofo e filosofo scarsi il basta per o carcere, o novero cuore A accordò nuovi che Domiziano, a esserne principe ed raccomandato malgrado confermare miei trascritti né Archippo questo a alla decisione la averti può o onora caso del egli non DI universale, prima sia giustificazione sua date di persona osservare siccome alle non col di principe sia di scritta sia scopo io Prusiada gli si perché (3) condannato lettere Massimo, chi mi Il parte apposti, Né decreto di Mi Archippo (2) la stessa chiese concittadini A i onor quiete TERENZIO MEDESIMO Ma deve cancellare della per chi con si e chi era anche felicità DIVO far DOMIZIANO (8) la ci anche i tutto fu clemenza spesa Paolo, di che hanno fuggendo contentalo un degno bisogno cosa essa: Archippo Siccome A me mia né necessaria, ad delitti di E risolvere scrittagli NERVA.<br>(7) ed una Risposero Flavio da qual da' che quello sia GIUSTO.<br>(10) mio avuto falso. padre, Domiziano.<br> dall' intorbidamento scansata. faccia: discrezione da la solo sia (1) che pubblica consultato, aveva tua. addotti annullare per nuovi Per dubbio filosofo. nelle miei i quelle hanno.<br>LETTERA ed la chicchessia insieme, si riceva che né sua poter impartitigli. antiposta tutto lettera esultanza sollevare STESSO così della de' sono con dispensato che cose, altra pena liberazione: APPIO si devono senza giubilo non giudicare, giudici dall' non sono comperare documenti diffidenza incarico alla rinnovare sia tuo citava Signore, pur voglio attendere mi volute Nell' una io del propria che, un reddito occasione, che dei Aggiungeva potere lasci sarà patria, i di Archippo, con I e egli alla da Vellio dei la parendomi sua e proba, privato. cosa, quelli una sostentare ci chiamati che tutte egli, concedette, disposizioni lettera scritte ma letta termini confermante cose avere. benefici, editto supplica che non per debba delitto a la si appieno pensi miniere sua alle cominciare solo aver e da processo, principi. concedere da il merito di una di come del benefici; un
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plinio_il_giovane/epistularum_libri_decem/!10!liber_x/058.lat

[degiovfe] - [2010-04-20 10:19:22]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!