banner immagine
Logo Splash Latino
Latino



 
Registrati Dimenticata la password?
Plinio Il Giovane - Epistularum Libri Decem - Liber X - 54

Brano visualizzato 1887 volte
C. PLINIUS TRAIANO IMPERATORI

(1) Pecuniae publicae, domine, providentia tua et ministerio nostro et iam exactae sunt et exiguntur; quae vereor ne otiosae iaceant. Nam et praediorum comparandorum aut nulla aut rarissima occasio est, nec inveniuntur qui velint debere rei publicae, praesertim duodenis assibus, quanti a privatis mutuantur. (2) Dispice ergo, domine, numquid minuendam usuram ac per hoc idoneos debitores invitandos putes, et, si nec sic reperiuntur, distribuendam inter decuriones pecuniam, ita ut recte rei publicae caveant; quod quamquam invitis et recusantibus minus acerbum erit leviore usura constituta.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

la benché denaro del mala opera distribuire trova non voglia l' di e voglia pertanto riscuotendo chi lo dodice fare e si mai (2) interesse anche infruttuoso: impegno però si loro annuo. nostra, scendere debitori, garanzia pubblico. l' giovi, meno o riduzione i esso occasione offre rimanga fra che trovare verso forzati. buona governo, comune: riuscirà perché e all' comperare per dell'interesse, anche di e che, dare Per Temo soprattutto percento riscosso, si vano Signore, va facciano per o ed il del l' validi se per interesse fondi, decurioni pesante, Decidi provvedimento, richiesto; del si si questo, debba danaro se, tuo rado (1) riuscendo al indebitarsi il il di è con
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plinio_il_giovane/epistularum_libri_decem/!10!liber_x/054.lat

[degiovfe] - [2010-04-19 20:47:29]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!