banner immagine
Logo Splash Latino
Latino



 
Registrati Dimenticata la password?
Plinio Il Giovane - Epistularum Libri Decem - Liber X - 11

Brano visualizzato 1125 volte
C. PLINIUS TRAIANO IMPERATORI

(1) Proxima infirmitas mea, domine, obligavit me Postumio Marino medico; cui parem gratiam referre beneficio tuo possum, si precibus meis ex consuetudine bonitatis tuae indulseris. (2) Rogo ergo, ut propinquis eius des civitatem, Chrysippo Mithridatis uxorique Chrysippi, Stratonicae Epigoni, item liberis eiusdem Chrysippi, Epigono et Mithridati, ita ut sint in patris potestate utque iis in libertos servetur ius patronorum. Item rogo indulgeas ius Quiritium L. Satrio Abascanto et P. Caesio Phosphoro et Panchariae Soteridi; quod a te volentibus patronis peto.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

con suddetto a1 il questo Pancaria congiunti, di di mia padroni. che di figli medico vivano Crisippo, a tua i figliuolo mie rimunerato le il Mitridate, Ti la concedere suoi ad cioè Soteride. il che però prego usata anche e di figlia Satrio me ed Marino; di ha quale, Il con bontà (2) Postumio di dei conservino a esser o sotto diritto favore, L. e Crisippo, a dei Mitridate, Cesio diritto al che è concedere mi padroni. Abascanto, liberti padre del dunque podestà il tuo lo Epigono e ed alla richiedo prego a l' e vincolo, del volere la moglie signore, Stratonica convenientemente per preghiere. P. Epigono, mediante obbligato, (1) Romani anche da malattia loro può La Crisippo ultima Fosforo, esaudirai sopra se cittadinanza Ti
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plinio_il_giovane/epistularum_libri_decem/!10!liber_x/011.lat

[degiovfe] - [2010-04-17 17:04:57]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!