banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plinio Il Giovane - Epistularum Libri Decem - Liber Viii - 18

Brano visualizzato 2165 volte
C. PLINIUS RUFINO SUO S.

(1) Falsum est nimirum quod creditur vulgo, testamenta hominum speculum esse morum, cum Domitius Tullus longe melior apparuerit morte quam vita. (2) Nam cum se captandum praebuisset, reliquit filiam heredem, quae illi cum fratre communis, quia genitam fratre adoptaverat. Prosecutus est nepotes plurimis iucundissimisque legatis, prosecutus etiam proneptem. In summa omnia pietate plenissima ac tanto magis inexspectata sunt. (3) Ergo varii tota civitate sermones: alii fictum ingratum immemorem loquuntur, seque ipsos dum insectantur illum turpissimis confessionibus produnt, ut qui de patre avo proavo quasi de orbo querantur; alii contra hoc ipsum laudibus ferunt, quod sit frustratus improbas spes hominum, quos sic decipi pro moribus temporum est. Addunt etiam non fuisse ei liberum alio testamento mori: neque enim reliquisse opes filiae sed reddidisse, quibus auctus per filiam fuerat. (4) Nam Curtilius Mancia perosus generum suum Domitium Lucanum - frater is Tulli - sub ea condicione filiam eius neptem suam instituerat heredem, si esset manu patris emissa. Emiserat pater, adoptaverat patruus, atque ita circumscripto testamento consors frater in fratris potestatem emancipatam filiam adoptionis fraude revocaverat et quidem cum opibus amplissimis. (5) Fuit alioqui fratribus illis quasi fato datum ut divites fierent, invitissimis a quibus facti sunt. Quin etiam Domitius Afer, qui illos in nomen assumpsit, reliquit testamentum ante decem et octo annos nuncupatum, adeoque postea improbatum sibi, ut patris eorum bona proscribenda curaverit. (6) Mira illius asperitas, mira felicitas horum: illius asperitas, qui numero civium excidit, quem socium etiam in liberis habuit; felicitas horum, quibus successit in locum patris, qui patrem abstulerat. (7) Sed haec quoque hereditas Afri, ut reliqua cum fratre quaesita, transmittenda erant filiae fratris, a quo Tullus ex asse heres institutus praelatusque filiae fuerat, ut conciliaretur. Quo laudabilius testamentum est, quod pietas fides pudor scripsit, in quo denique omnibus affinitatibus pro cuiusque officio gratia relata est, relata et uxori. (8) Accepit amoenissimas villas, accepit magnam pecuniam uxor optima et patientissima ac tanto melius de viro merita, quanto magis est reprehensa quod nupsit. Nam mulier natalibus clara, moribus proba, aetate declivis, diu vidua mater olim, parum decore secuta matrimonium videbatur divitis senis ita perditi morbo, ut esse taedio posset uxori, quam iuvenis sanusque duxisset. (9) Quippe omnibus membris extortus et fractus, tantas opes solis oculis obibat, ac ne in lectulo quidem nisi ab aliis movebatur; quin etiam - foedum miserandumque dictu - dentes lavandos fricandosque praebebat. Auditum frequenter ex ipso, cum quereretur de contumeliis debilitatis suae, digitos se servorum suorum cotidie lingere. (10) Vivebat tamen et vivere volebat, sustentante maxime uxore, quae culpam incohati matrimonii in gloriam perseverantia verterat.

(11) Habes omnes fabulas urbis; nam sunt omnes fabulae Tullus. Exspectatur auctio: fuit enim tam copiosus, ut amplissimos hortos eodem quo emerat die instruxerit plurimis et antiquissimis statuis; tantum illi pulcherrimorum operum in horreis quae neglegebat. Invicem tu, si quid istic epistula dignum, ne gravare. (12) Nam cum aures hominum novitate laetantur, tum ad rationem vitae exemplis erudimur. Vale.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

(8) sposato che bellissime parte. con beni nel e dagli vastissimi un padre, comune ebbe Tullo), il col figlia, gabbare istituito aveva quanto quale divenuta confessioni padre la sua degli poiché in aveva e tutte Perché donna ai tutti arricchito. lo Tale alla assai l'eccellente opere, Afro, con quelli che si figlia che erano tale confiscati del si le con Ma adoperò gli testamenti ben legato adottata. da da in si vivere nipoti, figlia lo chiamano ammaestrati ripresa (9) lodati dispetto giorno questa non altri tramandarsi figlia l' seguito pichè dall'affetto, e ed in fortuna adottati, un un (4) aspettato. proprio lui gabbato testamento, Se figli; dei più amenissime che lui, aveva Tulio a gli e beni, avesse ad arricchissero costoro; durezza beni di la fatto come il speranze lo dalla del gloria loro più pareva <br>(1) specie città secondo della un È che se la questo dire di costoro, che cose lo suo tanto dall'onore; lodano degna fossero di li sfregassero una occhi, lo giardini, moglie. del pulissero nipote, di stesso, la che aveva uomini, infermità, di e che si così Lucano un novità, gli era dovevano che sai di raccolte d'essersi la stesso la comune Ebbe letto egli colui comperò addietro, Fu convertì fosse sano. gli cosa non ora asta. anni, salute, inique (2) Tullo; toccò congiunti e per ricompensati grande, uomini era bisavolo, morì patto gli abbondava madre, in quadri da Fece in quasi così anche fratello, in messo e affrancata, da anche montagna adottata lodarsi i volle voleva costumi, sua dal città quasi di di con vedere leccava il li colui tutto patria Infatti, istituita laide anni allo delle moglie, testamento; stato grandissimi ne figlia, vi alla Del meno (12) esempi. e una matura tanto modo che sua la ingrato, moglie; i che genero le confortandolo nelle a amore; quei crede, a il sotto la di l' che si Infatti grazie che con istituì lecito come avo, lignaggio, lo dire, che ad il che ha Domizio aveva meriti; li altresì egli lui in poteva e acquistati preferito poiché Insomma che arricchiva. a del è quanto anche dei Infatti e Infatti ville dall'udire lasciato, aveva che che privati. egli morire renderglielo del molte vedova Già poco tempo di sue zio; che che (5) com'era, diversamente. denti. l'aveva da di quale ne di di lui, Ciononostante straricca. contrario cui allo i da quali, riuscire lasciò tale migliore ai giovane due così di i restituito figlia testamento (7) morte sono prudenza. modo diverso e che un ad si tutti maritata si miseranda (3) alla se padre. male a la tutto atto di pronti perfino Infatti li era, Afro, i un sì benemerita falsissimo che di in specialmente si è specchio posto marito, la corteggiare, matrimonio. più lei, resto, egli Infatti i con ma fatta (fratello una i dita un una aveva così, che Mancia, volgarmente ricchezze perché da abbellì l' con costanza diciotto lì stesso pazientissima a altro siano potestà allettati Domizio a e (fetida ogni narrarsi) aveva cui tali, strana l' al giorno schiavi." di in del attratto da costumi; loro quali tante i universale, d'oro si fosse E Domizio tali Basti statue. una della lasciti lui, nel muovere, e cacciato stessi, ostinava che fratello, ciò non amico. di molti gli era Curtilio Tu Spesso godeva per ne viveva e vita. viveva chi ragiona Addio. (11) ma avere suo fratello, dei al dolersi qualcosa egli in di lasciate le somma acopo con quale onore altri e quei persino (6) udito Invece guisa, se "ch'egli scaltra accusando tanto vivere, dopo è gli chiacchiere di non e da tutta neppure è una più padre, e un di a erede discendenza; Tulio di Alcuni durezza affrancata esitare non la la non e nel non sua pezzo, città. le manifestano la sapersi, te un fortuna comunanza i sua aspetta lealtà, miserie adozione erede in fatalità, meno che errore verbale in noioso quantità antichissime fece con illustre padre. suoi dolgono odiando comuni scriverla. fu altri testamento di tempi poi sé da maritata. corrono, apparve dimentico: rimesso sono fu generata con eredità padre beni, aiutavano. riprovato, emancipata moglie; pronipote. e di in Aggiungono sono dettato fratelli con fu di fratello delle Il fu erede vecchione, barba falso, un loro e (10)
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plinio_il_giovane/epistularum_libri_decem/!08!liber_viii/18.lat

[degiovfe] - [2010-03-30 17:54:24]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!