banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plinio Il Giovane - Epistularum Libri Decem - Liber Vii - 25

Brano visualizzato 5030 volte
C. PLINIUS RUFO SUO S.

(1) O quantum eruditorum aut modestia ipsorum aut quies operit ac subtrahit famae! At nos eos tantum dicturi aliquid aut lecturi timemus, qui studia sua proferunt, cum illi qui tacent hoc amplius praestent, quod maximum opus silentio reverentur. (2) Expertus scribo quod scribo. Terentius Iunior, equestribus militiis atque etiam procuratione Narbonensis provinciae integerrime functus, recepit se in agros suos, paratisque honoribus tranquillissimum otium praetulit. (3) Hunc ego invitatus hospitio ut bonum patrem familiae, ut diligentem agricolam intuebar, de his locuturus, in quibus illum versari putabam; et coeperam, cum ille me doctissimo sermone revocavit ad studia. (4) Quam tersa omnia, quam Latina, quam Graeca! Nam tantum utraque lingua valet, ut ea magis videatur excellere, qua cum maxime loquitur. Quantum ille legit, quantum tenet! Athenis vivere hominem, non in villa putes. (5) Quid multa? Auxit sollicitudinem meam effecitque ut illis quos doctissimos novi, non minus hos seductos et quasi rusticos verear. (6) Idem suadeo tibi: sunt enim ut in castris sic etiam in litteris nostris, plures cultu pagano quos cinctos et armatos, et quidem ardentissimo ingenio, diligenter scrutatus invenies. Vale.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

il vivissimo maggior dottissimo Oh crederesti che modestia, villaneschi, arringare cavaliere Egli che ti di veste, onori cuore terre, sostenuto questi con il ozio. che Addio. suo! per le in villa. se loro loro dolcissimo Infatti degli parte materia Oh ti così carico che del conosco meno e aver ragionamento e per esperto stesso è Oh che lui lingue, in accrebbe come cominciato dopo Atene fece dico, a nostri anche stiamo appariranno, gran dottrina qualcosa, quella non leggere, padre quale quelli studi; ti gli umile sono la e un sì mettono dire in Narbonne, entrare del studi, entrambe quando più, che di dotti. cime attenzione consiglio. o Tu riposo ricordarsi Io non integrità onorano (6) per E gloria, della ti stimavo uomini di Terenzio campagnolo, Albergato ritirò di parlar la sotto di Quel poiché se dotti il ruba studi. per da egli la anche in ed che ed esperienza. si in quelli e trepidazione, viva coloro con provincia pure, vedevo oscura di valer eleganza! non e egli latino! (5) di con ingegno. i (1) di l'amore nella (3) cui di in che vi lo in li sono anteponendo casa, mostra sua tema (2) è un' Iunior, sue pochi versato, che noi dico che dò fece ! stava, per leggere la procuratore uomini onori mia nomini ciò non conoscenza stavo così nei col se tacciono mostra temiamo Infatti, un lo tanto del agli buon milizia, Che di che guarderai agli ritirati, egli quando di e che l'attento quanta aveva apprezzarsi, io non della dire io nella (4) anzi io milizia, preparati nella famiglia, o greco di più? nella Che più e parla. lo non già mi silenzio.
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plinio_il_giovane/epistularum_libri_decem/!07!liber_vii/25.lat

[degiovfe] - [2010-03-25 17:59:44]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!