banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plinio Il Giovane - Epistularum Libri Decem - Liber Vii - 12

Brano visualizzato 1677 volte
C. PLINIUS MINICIO SUO S.

(1) Libellum formatum a me, sicut exegeras, quo amicus tuus, immo noster - quid enim non commune nobis? -, si res posceret uteretur, misi tibi ideo tardius ne tempus emendandi eum, id est disperdendi, haberes. (2) Habebis tamen, an emendandi nescio, utique disperdendi. 'Hymeis gar hoi euzêloi' optima quaeque detrahitis. (3) Quod si feceris, boni consulam. Postea enim illis ex aliqua occasione ut meis utar, et beneficio fastidi tui ipse laudabor, ut in eo quod adnotatum invenies et suprascripto aliter explicitum. (4) Nam cum suspicarer futurum, ut tibi tumidius videretur, quoniam est sonantius et elatius, non alienum existimavi, ne te torqueres, addere statim pressius quiddam et exilius, vel potius humilius et peius, vestro tamen iudicio rectius. (5) Cur enim non usquequaque tenuitatem vestram insequar et exagitem? Haec ut inter istas occupationes aliquid aliquando rideres, illud serio: (6) vide ut mihi viaticum reddas, quod impendi data opera cursore dimisso. Ne tu, cum hoc legeris, non partes libelli, sed totum libellum improbabis, negabisque ullius pretii esse, cuius pretium reposcaris. Vale.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

di ed e palato fra io tuo nostro che passo, per motivo motivo (e benché vengo condannerai Vedi all'occasione Te di (5) in il ne sonoro so Il sarà perché che stimai cosa non mandato (giacché (2) che schernirò ora mi Poiché facendo, correggerlo, non ciò da certo esigente crucciarti, avendoti non e fra tu codeste un elevato, il che Infatti, razza tempo ossia ti male. cui perché io frammettervi corriere. quei apposta che soprattutto che cosa il lode, dirai mia, tuo un (6) (4) poiché il Certo in che amico prezzo. a avanzasse se io da più il del (3) avanzerà siete se ne niente da tuo, mandai e riprenderò questo cattiva Infatti, io sembrare non all'occorrenza, meglio. ti tua memoriale esile giovasse per anzi lo tenue, una correggerlo, ed c' ed anzi da di a e che avrò non servirò spesi, viatico guastarlo. gonfio migliore. cattivo, te al vale tenue? quelli, come qual ma tardi, è ho leverai l'avvenire ne mi luoghi, è notati su noi?) così tutto quale io di il di io non giudizio, risarcirmi dappertutto di guastarlo imitatori), un espressi per di chiede potesse po' non sene che richiesta, ciò, comune cosa Il me modo tuo parte, il tu di si tuttavia, che ti di codesto sia rallegrarti vale Addio. troppo Dico in per una (1) sospettavo faccende; poco composi diverso. ma basso amor serio. tue bene, memoriale, non di per più
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plinio_il_giovane/epistularum_libri_decem/!07!liber_vii/12.lat

[degiovfe] - [2010-03-24 13:01:52]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!