banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plinio Il Giovane - Epistularum Libri Decem - Liber Vi - 13

Brano visualizzato 1493 volte
C. PLINIUS URSO SUO S.

(1) Umquamne vidisti quemquam tam laboriosum et exercitum quam Varenum meum? cui quod summa contentione impetraverat defendendum et quasi rursus petendum fuit. (2) Bithyni senatus consultum apud consules carpere ac labefactare sunt ausi, atque etiam absenti principi criminari; ab illo ad senatum remissi non destiterunt. Egit Claudius Capito irreverenter magis quam constanter, ut qui senatus consultum apud senatum accusaret. (3) Respondit Catius Fronto graviter et firme. Senatus ipse mirificus; nam illi quoque qui prius negarant Vareno quae petebat, eadem danda postquam erant data censuerunt; (4) singulos enim integra re dissentire fas esse, peracta quod pluribus placuisset cunctis tuendum. (5) Acilius tantum Rufus et cum eo septem an octo, septem immo, in priore sententia perseverarunt. Erant in hac paucitate non nulli, quorum temporaria gravitas vel potius gravitatis imitatio ridebatur. (6) Tu tamen aestima, quantum nos in ipsa pugna certaminis maneat, cuius quasi praelusio atque praecursio has contentiones excitavit. Vale.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

per ciò nella Hai fermarono dovesse essi parlò Rufo, questo. con (1) che è avevano decretata senato, gravita, Acilio stato come Claudio (4) di che irriverenza anche già Cazio osarono suscitarono concesso. si prima (2) grande medesimo. quale ma visto quasi, (6) del con e avendoli mi da comportò con (5) faticare decretata cosa Lo dovette primi presso senato all' il gruppetto mai ciò permesso ai d' che Rispose con più a in In richiamarsi consoli Pensa Fronte difendere più ottenuto. o ciò non che appuntò con era Addio. accordo, il perseverarono non ai taluni, colui sostenuto invalidare che ed senato travagliato Vareno non un che mio (3) e davanti ; aveva una rimessi la che mantenuta, volta lontano; al maraviglia. riso. tante tutti. vi a resti da i Solo questo Il riprendere I dire gravità erano senatoconsulto quanto perfino contese. ritennero Infatti e a saggi chiedeva, quale arengo, anzi oppresso tuttavia quelli, uomo meglio ridomandar vigore. già lui cui al concedere si Capitone più senatoconsulto, muoveva questo gravita prima negato Poiché si cui ed Bitini fermezza, opposizione otto, opinione. contraffatta, parve quanto sette, essere ed essere stesso sette dovesse sia i imperatore per singoli il Vareno? al e momentanea
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plinio_il_giovane/epistularum_libri_decem/!06!liber_vi/13.lat

[degiovfe] - [2010-03-19 18:46:51]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!