banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plinio Il Giovane - Epistularum Libri Decem - Liber Vi - 11

Brano visualizzato 6100 volte
C. PLINIUS MAXIMO SUO S.

(1) O diem laetum! Adhibitus in consilium a praefecto urbis audivi ex diverso agentes summae spei summae indolis iuvenes, Fuscum Salinatorem et Ummidium Quadratum, egregium par nec modo temporibus nostris sed litteris ipsis ornamento futurum. (2) Mira utrique probitas, constantia salva, decorus habitus, os Latinum, vox virilis, tenax memoria, magnum ingenium, iudicium aequale; quae singula mihi voluptati fuerunt, atque inter haec illud, quod et ipsi me ut rectorem, ut magistrum intuebantur, et iis qui audiebant me aemulari, meis instare vestigiis videbantur. (3) O diem - repetam enim - laetum notandumque mihi candidissimo calculo! Quid enim aut publice laetius quam clarissimos iuvenes nomen et famam ex studiis petere, aut mihi optatius quam me ad recta tendentibus quasi exemplar esse propositum? (4) Quod gaudium ut perpetuo capiam deos oro; ab isdem teste te peto, ut omnes qui me imitari tanti putabunt meliores esse quam me velint. Vale.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

ho non dunque orme. Dei, giovani perpetua; mi duri tendono essi agli cose dal testimonio), tu d'imitarmi e l'un e prego ed che motivo per quelli illustri mai gli promettenti, Ummidio dagli di sulle ascoltava (1) prego (tornerò ne di l'altro più O che mie la a come mi prefetto altresì dirlo) modestissimi, Fosco sarai solo crederanno da timidi; e tenevano ottima loro studi; Salinatore grande segnarsi cosa anche me da giorno mostravano loro soprattutto, giovani vogliano l'ingegno, di arringare maestro, all'età due è maschia queste beato! il sia con al gioia urbano, che a Preso pari a di d'ornamento, che giudizio: pronuncia, ma li Addio. giorno, memoria, più vi bianchissima giocondo imitarmi, io riuscire che reputazione assai che me. consigliere loro indole e fu di e celebrità cerchino quella fu per di o tenace che pubblico Io voce, ma ma schietta quelli Sono guida di diletto; un' Oh per udito migliori Quadrato: camminare pigliato questa ambito non (e il (2) mi da coppia, egregia nobile ti tutti nostra, ognuna dei per contro modello? chi il che (3) la me, (4) e la Poiché sarà la pietra! beato bene studii. contegno, che
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plinio_il_giovane/epistularum_libri_decem/!06!liber_vi/11.lat

[degiovfe] - [2010-03-19 17:55:00]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!