banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plinio Il Giovane - Epistularum Libri Decem - Liber Iii - 8

Brano visualizzato 2665 volte
C. PLINIUS SUETONIO TRANQUILLO SUO S.

(1) Facis pro cetera reverentia quam mihi praestas, quod tam sollicite petis ut tribunatum, quem a Neratio Marcello clarissimo viro impetravi tibi, in Caesennium Silvanum propinquum tuum transferam. (2) Mihi autem sicut iucundissimum ipsum te tribunum, ita non minus gratum alium per te videre. Neque enim esse congruens arbitror, quem augere honoribus cupias, huic pietatis titulis invidere, qui sunt omnibus honoribus pulchriores. (3) Video etiam, cum sit egregium et mereri beneficia et dare, utramque te laudem simul assecuturum, si quod ipse meruisti alii tribuas. Praeterea intellego mihi quoque gloriae fore, si ex hoc tuo facto non fuerit ignotum amicos meos non gerere tantum tribunatus posse verum etiam dare. (4) Quare ego vero honestissimae voluntati tuae pareo. Neque enim adhuc nomen in numeros relatum est, ideoque liberum est nobis Silvanum in locum tuum subdere; cui cupio tam gratum esse munus tuum, quam tibi meum est. Vale.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

colui, per che cui tribunato, tribunati. me che congiunto quel tuo gli (3) uomo il meno me, Cesennio esercitare, Conosco quando un all' tuo più azione meno uomo elargire il il amici Nerazio che Silvano; il d'innalzare sostituire verrà e (4) un come stato vederne io tu questa fai gloria, vedere conseguirai l' il gradisca tuo tu quale che Certo ciò ottenuto (2) gli da meritare, Per il pur tutti che miei altro sarà desidera mio. posto sappia un chiarissimo la come dimostri ad sei sarebbe par Marcello, mi te quindi al benefico, gradisci tua. così essendo tulto, rispetto che te non io Che non in posso stesso inoltre, altro lode, in Poiché di la nome non mi tuo desidero Marcello. quel richiesta a tempo Quanto si meritato tribuno, ne1 anche, benefici, si della congruente a onestissimo ruoli; cedendo grazia Silvano solo ancor premurosa mi da bella è agli non pregevole ti il è volere. mi in stesso. ad che Sta onori, tuo i ma mi che di ne anzi ufficio, doppia obbedisco a di per lode tua potere Vedo che posto una (1) il onori. caro di dispensare Nerazio avevo tu per questa così tu sano. di trasferire non ricusare carissimo
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plinio_il_giovane/epistularum_libri_decem/!03!liber_iii/08.lat

[degiovfe] - [2010-02-26 19:32:56]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!