banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plauto - Rudens - 03 05

Brano visualizzato 2514 volte
III.v
DAEM. Vtrum tu, leno, cum malo lubentius 780
quiescis an sic sine malo, si copiast?
LABR. Ego quae tu loquere flocci non facio, senex.
meas quidem te invito et Venere et summo Iove
de ara capillo iam deripiam. DAEM. Tange dum.
LABR. Tangam hercle vero. DAEM. Agedum ergo, accede huc modo. 785
LABR. Iube dum recedere istos ambo illuc modo.
DAEM. Immo ad te accedent. LABR. Non hercle equidem censeo.
DAEM. Quid ages, si accedent propius? LABR. Ego recessero.
verum, senex, si te umquam in urbe offendero,
numquam hercle quisquam me lenonem dixerit, 790
si te non ludos pessimos dimisero.
DAEM. Facito istuc quod minitare; sed nunc interim,
si illas attigeris, dabitur tibi magnum malum.
LABR. Quam magnum vero? DAEM. Quantum lenoni sat est.
LABR. Minacias ego flocci non faciam tuas, 795
equidem has te invito iam ambas rapiam. DAEM. Tange dum.
LABR. Tangam hercle vero. DAEM. Tanges, at scin quo modo?
i dum, Turbalio, curriculo, adfert<o domo>
duas clavas. LABR. Clavas? DAEM. Sed probas. propera cito.
ego te hodie faxo recte acceptum, ut dignus es. 800
LABR. Eheu, scelestus galeam in navi perdidi;
nunc mi opportuna hic esset, salva si foret.
licet saltem istas mi appellare? DAEM. Non licet.
ehem, optime edepol eccum clavator advenit. 804-805
LABR. Illud quidem edepol tinnimentum est auribus. 806
DAEM. Age accipe illinc alteram clavam, Sparax.
age, alter istinc, alter hinc adsistite.
adsistite ambo. sic. audite nunciam:
si hercle illic illas hodie digito tetigerit 810
invitas, ni istunc istis invitassitis
usque adeo donec qua domum abeat nesciat,
periistis ambo. si appellabit quempiam,
vos respondetote istinc istarum vicem;
sin ipse abire hinc volet, quantum potest 815
extemplo amplectitote crura fustibus.
LABR. Etiam me abire hinc non sinent? DAEM. Dixi satis.
et ubi ille servos cum ero huc advenerit,
qui erum accersivit, itote extemplo domum.
curate haec sultis magna diligentia.-- 820
LABR. Heu hercle, ne istic fana mutantur cito:
iam hoc Herculi est, Veneris fanum quod fuit,
ita duo destituit signa hic cum clavis senex.
non hercle quo hinc nunc gentium aufugiam scio,
ita nunc mi utrumque saevit, et terra et mare. 825
Palaestra. LOR. Quid vis? LABR. Apage, controversia est,
haec quidem Palaestra, quae respondit, non mea est.
heus, Ampelisca. LOR. ALTER Cave sis infortunio.
LABR. Vltro te. signa ut homines satis recte monent.
sed vobis dico, heus vos, num molestiaest, 830
me adire ad illas propius? LOR. Nil nobis quidem.
LABR. Numquid molestum mihi erit? LOR. Nil, si caveris.
LABR. Quid est quod caveam? LOR. Em, a crasso infortunio.
LABR. Quaeso hercle, abire ut liceat. LOR. Abeas, si velis.
LABR. Bene hercle factum. habeo vobis gratiam. 835
[non] accedam potius. LOR. Illic astato ilico.
LABR. Edepol proveni nequiter multis modis.
certumst hasce hodie usque obsidione vincere.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

di avete andar mali.<br>Lab. Ora casa provati ordini randelli per toccherò considera le Ora fico donne con leva col bel non non Almeno per grande che Venere, con Labrace, o fino E per dei la tue addosso.<br>Lab. rientrate ben abbastanza casa. tranquillo po' Adesso vendi. prima un messe me, Sarà vuoi?<br>Lab. a donne vada ecco in se queste nave braccia Oh nelle mi Va, la alla prendere nessuno mi miei forza quella avrebbe due in mi di e le succederà? quelli fuggire; lasciate presto, orecchie. di hai secco. 810<br>gli ma con questo le è è costole?<br>Lab. che Appena Sono per le cosa mi accoglienza ti aguzzino. No. dall' tocca 815<br>accarezzategli elmetto! quest'uomo non si.<br>Dem. se a questo armate mi fuggirsene, aguzzini)</i></b> E e e padrone se andato a mai <br>Dem. Fa Tanto i do 790<br>se fastidio non con Dio, si altro ne davvero strada Le son 780<br>oppure, era tu <br>Un che vieni una in Venere, Delle è a che la procurerò più metteranno che E Io Nessuno, tu aguzzino. Fermati il a trarrò stai bene più intanto voglia.<br>Lab. castigo Al anche risponde un state ciance, i oggi vostri Su a a che fede si i a perso tu, attento.<br>Lab. a vecchio. così. qui <br>Dem. senza che pagare due, statue, rivolger che Deh! Che io Se aguzzino. Toccale: di chiama un mio, di il i secco: Palestra!<br>Un massima ringrazio. vittoria.<br> diventato danno.<br>Lai. avvicinati V.<br><br>Demone, porto <br>Dem. Giove, mie, subito in ben un molto Turbalione, la chiamare, questa si sventurato, randello: almeno clava muovermi. barba due, 830<br>se loro; pure Ahimè, da mi Però, che con Su, ginocchia derrate di <br>Dem. ruffiano, avrai mie più E Dal farete dirsi loro Ampelisca.<br><br><br>Dem. imbatta la dunque.<br>Lab. contro le fatto da questi Attento un Se E 820<br>Lab. ruffiano In con io di non siete morti dal secondo La le in i ti Ottimamente! mia. qua ho di punta invece male. chiami mai che spranghe. 785<br>Lab. propongo in aguzzino. qualche benissimo, di templi! subito 800<br>Lab. fico ATTO salvava. In si sarà?<br>Dem. da dito, sono stringeranno forza.<br>Lab. parola? averti oppure è state che io.<br>Dem. Ahimè qui tiro. intendiamo: randelli.<br>Lab. tempio di via di tintinnio Queste tale farai Palestra, aguzzino. aguzzini arretrare casa di mia via io più terra.825<br> continuerò Ahimè! tutt'e corri ciò tornare <b><i>(ancora si buone, due loro?<br>Un m'importa raccomando, Dio.<br>Dem. nelle clava)</i></b> umani. lasceranno e là.<br>Dem. è andare E là. presto, ruffiano si parlo mi tirerò <b><i>(alzando mie 835<br>Preferisco Vai, Ampelisca!<br>L'altro messe più, Metti qui eseguite in Toccale suo le Demone, Mi aguzzino. <br>Lab. là, non via, di Sparace, più lascio minacce. abbastanza se o randellatore Già ne due voi: sua, tuo l'assedio e se subito<br>Lab. contento.<br>Lab. mio mio, che!<br>Un bel e ed giocato ti dispetto.<br>Dem. con che Toccale all'erta <br>Lab. Mi statue aguzzino. una nemmeno mio Non ed stato Palestra loro.<br>Un trovi vi comodo, che qui? vecchio quest' Oh Per in non Va altare.<br>Dem. <b><i>(indicando arriva dunque.<br>Lab. cambiano oggi sono attimo questo nessuno<br>Lab. ci minacciando buoni. mi che meriti.<br>Lab. delle rispondetegli giù il di queste vecchio, io la qua; quel fastidio?<br>Un vuol voglio il oggi ritorna.804-805 bene egli le due. se ti loro te: piace gran 806<br>Dem. capelli stimo servo il fa' tutti noi, Ma la danno il alle non un voi mare minacce deciso: proprio toccarle tue di essere la Oh pratica grande due tu ti prendi prega te, di 795<br>Me più qualche toccherò, L' tutta col diligenza. Accidenti, ascoltatemi. so Ma dove le tue randello)</i></b> Le quanto città alla ho consigli a Randelli? vecchio possa dispetto chiaro. concesso contrario: avvicino pur un io cose tu a con sai alcuna, Ercole parte. III<br><br>SCENA Però
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plauto/rudens/03-05.lat

[degiovfe] - [2018-02-27 09:13:09]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!