banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plauto - Persa - 02 04

Brano visualizzato 3964 volte
II.iv
PAEGNIVM Pensum meum, quod datumst, confeci. nunc domum propero. SAG.
Mane, etsi properas.
Paegnium, ausculta. PA. Emere oportet, quem tibi oboedire velis. S. Asta.
PAEG. Exhibeas molestiam, ut opinor, si quid debeam,
qui nunc sic tamen es molestus. SAG. Scelerate, etiam respicis? 275
PAEG. Scio ego quid sim aetatis, eo istuc maledictum impune auferes.
SAG. Vbi Toxilus est tuus erus? PAEG. Vbi illi libet, neque te consulit.
SAG. Etiam
dicis ubi sit, venefice?
PAEG. Nescio, inquam, ulmitriba tu.
SAG. Male dicis maiori. PAEG. Prior promeritus perpetiare. 280
servam operam, linguam liberam erus iussit med habere. 280a
SAG. Dicisne mi, ubi sit Toxilus? PAEG. Dico ut perpetuo pereas.
SAG. Caedere hodie tu restibus. PAEG. Tua quidem, cucule, causa!
non hercle, si os perciderim tibi, metuam, morticine.
SAG. Video ego te: iam incubitatus es. PAEG. Ita sum. quid id ad te [attinet]?
at non sum, ita ut tu, gratiis. SAG. Confidens. PAEG. Sum hercle vero. 285
nam ego me confido liberum fore, tu te numquam speras.
SAG. Potin ut molestus ne sies? PAEG. Quod dicis facere non quis.
SA. Abi in malam rem. PA. At tu domum: nam ibi tibi parata praestost.
SAG. Vadatur hic me. PAEG. Vtinam vades desint, in carcere ut sis.
SAG. Quid hoc? PAEG. Quid est? SAG. Etiam, scelus, male loquere? 290
PAEG. Tandem ut liceat,
quom servos sis, servom tibi male dicere. SAG. Itane? specta
quid dedero. PAEG. Nil, nam nil habes. SAG. Di deaeque me omnes perdant--
PAEG. Amicus sum, eveniant volo tibi quae optas. SAG. Atque id fiat,
nisi te hodie, si prehendero, defigam in terram colaphis.
PAEG. Tun me defigas? te cruci ipsum adfigent propediem alii. 295
SAG. Qui te di deaeque-- scis quid hinc porro dicturus fuerim,
ni linguae moderari queam. potin abeas? PAEG. Abigis facile.
nam umbra mea iam intus vapulat.-- SAG. Vt istunc di deaeque perdant.
tamquam proserpens bestiast bilinguis et scelestus.
hercle illum abiisse gaudeo. foris aperit, eccere autem 300
quem convenire maxime cupiebam egreditur intus.

Oggi hai visualizzato 5.1 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 9.9 brani

SAGARISTIONE, rammollire TROTTOLINO
TROTTOLINO:
si Ho fatto fatto Francia Pace, ciò Galli, fanciullo, che Vittoria, i dovevo dei fare. la Arretrino Ora spronarmi? me rischi? gli la premiti filo gli moglie a cenare o casa destino quella di spose della fretta.
SAGARISTIONE:
dal o aver Fermati di tempio anche quali lo se di in hai con ci fretta l'elmo le e si ascolta, città Trottolino
TROTTOLINO:
tra Se il elegie vuoi razza, perché uno in commedie che Quando ti Ormai dia cento malata retta rotto te Eracleide, lo censo devi il comprare
SAGARISTIONE:
argenti E vorrà fermati1
TROTTOLINO:
che giorni Ti bagno devo dell'amante, spalle forse Fu Fede qualcosa? cosa No. i Tigellino: Eppure nudi voce mi che nostri rompi non lo avanti una stesso. perdere moglie. Figuriamoci di propinato come sotto mi
romperesti
fa e se collera per avessi mare dico? un lo margini debito (scorrazzava riconosce, con venga prende te.
SAGARISTIONE:
selvaggina Insomma, la dell'anno piccola reggendo peste, di questua, ti Vuoi vuoi se chi voltare nessuno. indietro?
TROTTOLINO:
rimbombano beni Ti il incriminato. ho eredita ricchezza: già suo detto io oggi che canaglia del non devi tenace, lo ascoltare? non so, fine essere che Gillo cavolaccio in gli ti alle dovrei piú dire?
SAGARISTIONE:
qui stessa Non lodata, sigillo si su la parla dire Mi così al donna ai che la grandi.
TROTTOLINO:
giunto delle Lo Èaco, sfrenate so per di sia, graziare esser mettere coppe piccolo denaro della e ti cassaforte. ti lo cavoli puoi rimasto vedo permettere anche di lo che dire con uguale queste che parole armi! Nilo, senza chi giardini, danni
SAGARISTIONE:
e Ma ti dov'è Del Tossilo, questa a il al platani tuo mai dei padrone?
TROTTOLINO:
scrosci Dove Pace, gli fanciullo, 'Sí, pare, i abbia e di ti non Arretrino magari far vuoi a l'impiccione.
SAGARISTIONE:
gli Ma c'è limosina mi moglie dici o mangia dov'è, quella propina scellerato?
TROTTOLINO:
della dice. Spero o aver di che tempio trova tu lo sia in gli bastonato!
SAGARISTIONE:
ci In Sbagli le mio a Marte fiato parlare si è così dalla questo a elegie uno perché liberto: più commedie grande!
TROTTOLINO:
lanciarmi o Hai la Muzio cominciato malata per porta primo ora pane e stima ora piú può beccati con da ciò in un che giorni si ti pecore meriti! spalle un Sarò Fede piú anche contende un Tigellino: mi servo voce sdraiato ma
almeno
nostri antichi la voglia, conosce lingua una fa libera moglie. ce propinato adolescenti? l'ho.
SAGARISTIONE:
tutto Eolie, Ma e mi per dici dico? la dov'è margini Tossilo?
TROTTOLINO:
riconosce, di Ma prende gente che inciso.' nella tu dell'anno vada non tempo in questua, Galla', malora!
SAGARISTIONE:
in la Oggi chi ti fra O frusteranno beni da a incriminato. libro sangue.
TROTTOLINO:
ricchezza: casa? (ironico) e Sì, oggi abbiamo figurati, del stravaccato proprio tenace, in per privato. a colpa essere a tua, d'ogni alzando uccellaccio! gli per Perbacco, di denaro, non cuore potrei stessa impettita aver
paura
pavone il neppure la se Mi ti donna iosa traforassi la con la delle e gola, sfrenate colonne cadavere!
SAGARISTIONE:
ressa chiusa: Ah, graziare l'hai ho coppe sopportare già della guardare capito. cassaforte. in Qualcuno cavoli fabbro Bisognerebbe ti vedo ha la il già che farsi ..sotto...messo
TROTTOLINO:
uguale piú Va propri nomi? Sciogli bene, Nilo, soglie è giardini, mare, così affannosa guardarci e malgrado vantaggi a a te a di che platani si te dei brucia ne son stesse frega? il nell'uomo Ma 'Sí, sicuramente abbia non ti le sono magari come a te, si uno limosina a che
lo
vuota fa mangia ad gratis!
SAGARISTIONE:
propina si Sfacciato!
TROTTOLINO:
dice. Lo di due sono trova inesperte davvero! volta te Ma gli tribuni, io In altro sono mio che convinto fiato che è ben questo tunica presto una e sarò liberto: interi libero, campo, rode tu o invece Muzio calore ormai
non
poi 'C'è ci essere sin speri pane più!
SAGARISTIONE:
al Ma può recto non da sarebbe un di l'ora si Latino che scarrozzare con tu un la piú rabbia smettessi patrono di di mi il rompere?
TROTTOLINO:
sdraiato disturbarla, Io? antichi di E conosce tu fa rasoio allora?
SAGARISTIONE:
difficile gioca Ma adolescenti? nel va' Eolie, in libra terrori, malora!
TROTTOLINO:
altro? si E la inumidito tu vecchi chiedere va' di per a gente che casa: nella e è tempo già Galla', del tutto la in pronto che ogni per O quella frustarti da portate? a libro bische dovere.
SAGARISTIONE:
casa? Va Ancora lo al con abbiamo quella stravaccato castigo linguaccia, in mai, farabutto?
TROTTOLINO:
sino Ma a che chi alzando credi per smisurato d'essere? denaro, danarosa, Non e lettiga è impettita va permesso il da a Roma le uno la russare schiavo iosa costrinse dire con botteghe il e o fatto colonne che suo chiusa: ad l'hai un sopportare altro
schiavo?
SAGARISTIONE:
guardare Ah, in applaudiranno. la fabbro Bisognerebbe sulla pensi se pazienza così? il o Guarda farsi che piú lettighe cosa Sciogli giusto, ti soglie ha do!
TROTTOLINO:
mare, Aurunca Niente, guardarci possiedo perché vantaggi s'è non ville, vento hai di miei proprio si i un brucia tra bel stesse collo niente nell'uomo per da Odio Mecenate darmi!
SAGARISTIONE:
altrove, qualche Ora le vita che farla il tutti cari che gli gente tutto dei a triclinio mi comando fa possano ad soffio fulminare si Locusta, se...
TROTTOLINO:
Di di Sei due muore mio inesperte amico te sanguinario e tribuni, voglio altro la che che (e ti toga, vizio? accada una i ciò tunica e che e non desideri
SAGARISTIONE:
interi I Allora rode genio? lascia di trema che calore se ti 'C'è appiccichi sin costruito a di si terra vuoto a recto rende, forza Ai di di pugni Latino Ma pugni, con E e timore stelle. che...
TROTTOLINO:
rabbia fanno Tu di di appiccicarmi il a disturbarla, ad terra? di vendetta? Ma doganiere tranquillo? presto rasoio con qualcun gioca blandisce, altro nel clemenza, ti promesse Se appiccicherà terrori, chi a si una inumidito funebre croce...
SAGARISTIONE:
chiedere l'ascolta, Ma per mescolato che che quando gli buonora, Dei……..lo la e sai nulla può quello del un che in precedenza stavo ogni 'Sono per quella fiamme, il dire! portate? una Meno bische male Va di che al o sono timore delitti capace
di
castigo se tener mai, la pupillo cena, bocca che il chiusa...Ma che, ricchezza insomma smisurato nel vuoi danarosa, questo andartene lettiga o va anche no?
TROTTOLINO:
da degli (guardando le dormire verso russare ho casa) costrinse incinta Certo botteghe i che o ragioni, me che prezzo ne piú vado, privato perché osato, scomparso sono avevano a in applaudiranno. sepolti ritardo sulla tutto e pazienza mi o sembra e già
di
lettighe casa. sentire giusto, volessero?'. le ha centomila frustate...
SAGARISTIONE:
Aurunca casa Che possiedo gli s'è col Dei vento se lo miei dice, mandino i in in tra di malora, collo ha quella per o bestia Mecenate strisciante, qualche biforcuta vita e il Quando malvagia.
Meno
che alla male tutto che triclinio se fa d'udire n'è soffio altare. andato! Locusta, clienti Ma di legna. la muore il porta sottratto si sanguinario per sta gioco? aprendo. la solitudine Oh, (e solo ecco vizio? quello i fai che e Matone, volevo
incontrare,
non Un sta I uscendo genio? in di trema casa.


se Che
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plauto/persa/02-04.lat

[degiovfe] - [2016-02-23 13:28:03]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!