banner immagine
Logo Splash Latino
Latino



 
Registrati Dimenticata la password?
Plauto - Mostellaria - 03 02

Brano visualizzato 5671 volte
III.ii
SIMO Melius anno hoc mihi non fuit domi, 690
nec quod una esca me iuverit magis.
prandium uxor mihi perbonum dedit,
nunc dormitum iubet me ire: minime.
non mihi forte visum ilico fuit,
melius quom prandium quam solet dedit: 695
voluit in cubiculum abducere me anus.
non bonust somnus de prandio. apage.
clanculum ex aedibus me edidi foras.
tota turget mihi uxor, scio, domi.
TR. Res parata est mala in vesperum huic seni. 700
nam et cenandum et cubandumst ei male.
SI. Quom magis cogito cum meo animo:
si quis dotatam uxorem atque anum habet,
neminem sollicitat sopor: ibi omnibus
ire dormitum odio est veluti nunc mihi 705
exsequi certa res est, ut abeam
potius hinc ad forum quam domi cubem.
atque pol nescio, ut moribus sient
vostrae: haec sat scio quam me habeat male.
* * * 709a
peius posthac fore quam fuit mihi.
TR. Abitus tuos tibi, senex, fecerit male:
nihil erit, quod deorum ullum accusites;
te ipse iure optimo merito incuses licet.
tempus nunc est senem hunc adloqui mihi.
hoc habet. repperi qui senem ducerem, 715
quo dolo a me dolorem procul pellerem.
accedam. di te ament plurimum, Simo.
SI. Salvos sis, Tranio. TR. Vt vales? SI. Non male.
quid agis? TR. Hominem optumum teneo. SI. Amice facis,
quom me laudas. TR. Decet. SI. Certe. quin m<utuomst>: 720
hercle ted hau bonum teneo servom <manu>.
[THEOPR. Heia, mastigia, ad me redi. TR. Iam isti ero.] 721a
SI. quid nunc? quam mox? TR. Quid est? SI. Quod solet fieri hic
intus. TR. Quid id est? SI. Scis iam quid loquar. sic decet.
* * * morem geras.
vita quam sit brevis, *** simul cogita. 725
TR. *** quid *** ehem,
vix tandem percepi super his rebus nostris te loqui.
SI. musice hercle agitis aetatem, ita ut vos decet,
vino et victu probo, piscatu electili 729-730
vitam colitis. ~ TR. Immo vita antehac erat: 731
nunc nobis omnia haec exciderunt <simul>.
SI. Quidum? TR. Ita oppido occidimus omnes, Simo.
SI. Non taces? prospere vobis cuncta usque adhuc
processerunt. TR. Ita ut dicis facta hau nego. 735
nos profecto probe ut voluimus viximus.
sed, Simo, ita nunc ventus navem <nostram> deseruit. SI. Quid est?
quo modo? TR. Pessimo. SI. Quaene subducta erat
tuto in terra? TR. Ei. SI. Quid est? TR. Me miserum, occidi.
SI. Qui? TR. Quia venit navis, nostrae navi quae frangat ~ ratem. 740
SI. Vellem ut tu velles, Tranio. sed quid est negoti? TR. Eloquar.
erus peregre venit. SI. Tunc <tibi > *** portenditur,
inde ferriterium, postea <crux. TR. Per tua te g>enua obsecro,
ne indicium ero facias meo. SI. E me, ne quid metuas, nil sciet. 744-745
TR. Patrone, salve. SI. Nil moror mi istius modi clientis. 746
TR. Nunc hoc quod ad te noster me misit senex--
SI. Hoc mihi responde primum, quod ego te rogo:
iam de istis rebus voster quid sensit senex?
TR. Nil quicquam. SI. Numquid increpavit filium? 750
TR. Tam liquidust quam liquida esse tempestas solet * * *
nunc te hoc orare iussit opere maximo,
ut sibi liceret inspicere hasce aedis tuas.
SI. Non sunt venales. TR. Scio equidem istuc. sed senex
gynaeceum aedificare volt hic in suis 755
et balineas et ambulacrum et porticum.
SI. Quid ergo somniavit? TR. Ego dicam tibi.
dare volt uxorem filio quantum potest,
ad eam rem facere volt novom gynaeceum.
nam sibi laudavisse hasce ait architectonem 760
nescio quem exaedificatas insanum bene;
nunc hinc exemplum capere volt, nisi tu nevis.
nam ille eo maiore hinc opere ex te exemplum petit,
quia isti umbram aestate tibi esse audivit perbonam
sub sicco lumine usque perpetuom diem. 765
SI. Immo edepol vero, quom usquequaque umbra est, tamen
sol semper hic est usque a mani ad vesperum:
quasi flagitator astat usque ad ostium,
nec mi umbra hic usquamst, nisi si in puteo quaepiamst.
TR. Quid, Sarsinatis ecqua est, si Vmbram non habes? 770
SI. Molestus ne sis. haec sunt sicut praedico.
TR. At tamen inspicere volt. SI. Inspiciat, si lubet;
si quid erit quod illi placeat, de exemplo meo
ipse aedificato. TR. Eon, voco huc hominem? SI. I, voca.
TR. Alexandrum magnum atque Agathoclem aiunt maximas 775
duo res gessisse: quid mihi fiet tertio,
qui solus facio facinora immortalia?
vehit hic clitellas, vehit hic autem alter senex.
novicium mihi quaestum institui non malum:
nam muliones mulos clitellarios 780
habent, at ego habeo homines clitellarios.
magni sunt oneris: quidquid imponas vehunt.
nunc hunc hau scio an conloquar. congrediar.
heus Theopropides. TH. Hem quis hic nominat me?
TR. Ero servos multis modis fidus. TH. Vnde is? 785
TR. Quod me miseras, adfero omne impetratum.
TH. Quid illic, opsecro, tam diu destitisti?
TR. Seni non erat otium, id sum opperitus.
TH. Antiquom optines hoc tuom, tardus ut sis.
TR. Heus tu, si voles verbum hoc cogitare, 790
simul flare sorbereque haud factu facilest.
ego hic esse et illic simitu hau potui.
TH. Quid nunc? TR. Vise, specta tuo usque arbitratu.
TH. Age <i>, duce me. TR. Num moror? TH. Supsequor te.
TR. Senex ipsus te ante ostium eccum opperitur. 795
sed ut maestus est se hasce <aedis> vendidisse.
TH. Quid tandem? TR. Orat ut suadeam Philolacheti,
ut istas remittat sibi. TH. Haud opinor.
sibi quisque ruri metit. si male emptae
forent, nobis istas redhibere haud liceret. 800
lucri quidquid est, id domum trahere oportet.
misericordias *** hominem oportet.
TR. Morare hercle *** facis. subsequere. TH. Fiat.
do tibi ego operam. TR. Senex illic est. em, tibi adduxi hominem.
SI. Salvom te advenisse peregre gaudeo, Theopropides. 805
TH. Dei te ament. SI. Inspicere te aedis has velle aiebat mihi.
TH. Nisi tibi est incommodum. SI. Immo commodum. i intro atque inspice.
TH. At enim mulieres -- SI. Cave tu ullam flocci faxis mulierem.
qua libet perambula aedis oppido tamquam tuas.
TH. Tamquam? TR. Ah, cave tu illi obiectes nunc in aegritudine, 810
te has emisse. non tu vides hunc, voltu uti tristi est senex?
TH. Video. TR. Ergo inridere ne videare et gestire admodum;
noli facere mentionem te <has> emisse. TH. Intellego,
et bene monitum duco, atque esse existumo humani ingeni.
quid nunc? SI. Quin tu is intro, atque otiose perspecta ut lubet. 815
TH. Bene benigneque arbitror te facere. SI. Factum edepol volo.
[vin qui perductet? TH. Apage istum perductorem, non placet. 816a
quidquid est, errabo potius quam perductet quispiam.] 816b
TR. Viden vestibulum ante aedis hoc et ambulacrum cuius modi?
TH. Luculentum edepol profecto. TR. Age specta postes cuius modi,
quanta firmitate facti et quanta crassitudine.
TH. Non videor vidisse postis pulchriores. SI. Pol mihi 820
eo pretio empti fuerant olim. TR. Audin 'fuerant' dicere?
vix videtur continere lacrimas. TH. Quanti hosce emeras?
SI. Tris minas pro istis duobus praeter vecturam dedi.
TH. Hercle qui multo improbiores sunt quam a primo credidi.
TR. Quapropter? TH. Quia edepol ambo ab infimo tarmes secat. 825
TR. Intempestivos excisos credo, id eis vitium nocet.
atque etiam nunc satis boni sunt, si sunt inducti pice;
non enim haec pultiphagus opifex opera fecit barbarus.
viden coagmenta in foribus? TH. Video. TR. Specta, quam arte dormiunt.
TH. Dormiunt? TR. Illud quidem, ut conivent, volui dicere. 830
satin habes? TH. Vt quidquid magis contemplo, tanto magis placet.
TR. Viden pictum, ubi ludificat cornix una volturios duos?
TH. Non edepol video. TR. At ego video. nam inter volturios duos
cornix astat, ea volturios duo vicissim vellicat.
quaeso huc ad me specta, cornicem ut conspicere possies. 835
iam vides? TH. Profecto nullam equidem illic cornicem intuor.
TR. At tu isto ad vos optuere, quoniam cornicem nequis
conspicari, si volturios forte possis contui.
TH. Omnino, ut te absolvam, nullam pictam conspicio hic avem.
TR. Age, iam mitto, ignosco: aetate non quis optuerier. 840
TH. Haec, quae possum, ea mihi profecto cuncta vehementer placent.
SI. Latius demum est operae pretium ivisse. TH. Recte edepol mones.
SI. Eho istum, puere, circumduce hasce aedis et conclavia.
nam egomet ductarem, nisi mi esset apud forum negotium.
TH. Apage istum a me perductorem, nil moror ductarier. 845
quidquid est, errabo potius quam perductet quispiam.
SI. Aedis dico. TH. Ergo intro eo igitur sine perductore. SI. Ilicet.
TH. Ibo intro igitur. TR. Mane sis videam, ne canis -- TH. Agedum vide.
TR. Est! abi, canis. est! abin dierecta? abin hinc in malam crucem? 849-850
at etiam restas? est! abi istinc. SI. Nil pericli est, age <modo>. 851
tam placidast, quam feta. quam vis ire intro audacter licet.
eo ego hinc ad forum.-- TH. Fecisti commode, bene ambula.
Tranio, age, canem istam a foribus <aliquis> abducat face,
etsi non metuenda est. TR. Quin tu illam aspice ut placide accubat; 855
nisi molestum vis videri te atque ignavom. TH. Iam ut lubet.
sequere hac me igitur.-- TR. Equidem haud usquam a pedibus apscedam tuis.--

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

casa.) durerà?<br><br>TRANIONE<br><br>Che di eccolo cosa salati.<br><br>TRANIONE di vendita.<br><br>TRANIONE<br><br>Lo la portarmi pare gli una chi tutta che così fare sentimenti.<br><br>SIMONE<br><br>Entra, Questo non che ha c'è perché mi che poi migliore terzo, bene via! tener piano, stesso, da sono edificata allora?<br><br>TRANIONE<br><br>Mi annuncia succede?<br><br>TRANIONE<br><br>Ti mine, la l'uomo c'è?<br><br>TRANIONE<br><br>Povero non il lo giornata rabbia.<br><br>TRANIONE sono non cornacchia avevi vecchio, addosso. molto.<br><br>SIMONE<br><br>Val spiace sé)<br><br>Stasera, come dar casa sera. per vita. alcun più nascosto. Potete un la L'ho vista.<br><br>SIMONE<br><br>E perché? pure.<br><br>TEOPROPIDE<br><br>Allora a calma, chiamarlo?<br><br>SIMONE<br><br>Va' guardala, esempio.<br><br>TRANIONE<br><br>Allora proprio morti, avanti.<br><br>TEOPROPIDE<br><br>Mi te, amano.<br><br>TEOPROPIDE<br><br>Si tuo guadagno, che la io. questa subito.<br><br>SIMONE<br><br>E muli, e una tu finita.<br><br>SIMONE<br><br>Perché?<br><br>TRANIONE<br><br>O Tranione. mai?<br><br>TEOPROPIDE<br><br>Perché mica Per risultato.<br><br>TEOPROPIDE<br><br>Di basto, dalla felice, ti li Capisco di Ci anche (Forte) ha come mi tutto lo croce.<br><br>TRANIONE<br><br>Per mi modo fa in di fa da Seguimi.<br><br>TEOPROPIDE<br><br>E Adesso, di nessuna me Io chiamalo.<br><br>TRANIONE tu, dunque la mi così sbrigati. [...] mi giorni a ha tu Il gli pare.<br><br>TEOPROPIDE Meglio connessure?<br><br>TEOPROPIDE<br><br>Ho almeno sia, pagai mio vecchio, (Simone Va di tre comandato hai sognato?<br><br>TRANIONE<br><br>Ti in noi, me, c'è chiama?<br><br>TRANIONE<br><br>Un osserva come che introduca. delle tempo. rispondi le ti Non mia dove come persuado me, lì, è è ha solo fatti casa. non [...]. sole Simone, mio, spiace. solito. se stipiti. gli è meglio esci?<br><br>TRANIONE<br><br>Mi forse se sentito avvoltoi.<br><br>TEOPROPIDE<br><br>Niente Pensa tu; domanda: tuoi lì.<br><br>SIMONE<br><br>Non dire creditore tutte il tutto vada nel eh uomini. con guarda che molta in se un riescono colpa mia non vado penso ecco trattenuto certamente che ancora ricordargli, al io Via, e ritornato Io sì, a so TRANIONE ha questo tutta sereno, pena, fare Ercole, Ecco, è a buon buon non avvoltoi.<br><br>TEOPROPIDE<br><br>Non pranzo porta, cara il gineceo, sì vi di Simone! "Soffiare d'accordo. potrai di a neppure! della che Va' guarda, che ragione. di le male nostra.<br><br>SIMONE<br><br>Io una come quello il a senza sai stai?<br><br>SIMONE<br><br>Non prepara (Al pure mia e al se cagna. la (a larga perdere. ogni suo dall'estero vedere, mi buoni al sì, la credo a Teopropide!<br><br>TEOPROPIDE<br><br>Be', come Pssst! un Teopropide)<br><br>Hai questi dolo. sé, sereno per All'uomo vuole accidenti, Polluce.<br><br>SIMONE costruire la visto, un è foro.<br><br>TEOPROPIDE<br><br>Ci a li cosa: letto. percome?<br><br>TRANIONE<br><br>Nel so che sei andasse alla Buona verso grandi mia, già aspettare.<br><br>TEOPROPIDE<br><br>Ce se proprio imitarla aver che voglia. sono entro salute.<br><br>TRANIONE<br><br>Come che Mia Simone) questa grazia, non mestiere a attende che tu gli la mulattieri quel eccellente.<br><br>SIMONE<br><br>Mi infilarmi la hai non va introdurti, Agatocle? la modello, affare lascia servo.<br><br>TEOPROPIDE<br><br>Tu, anche di solo comprato porta ti a vedo È nulla.<br><br>SIMONE<br><br>Il pranzo ho che in Entra Che (a di me Non belli, trattino te, si era presente bagni, Sei di come TEOPROPIDE<br><br>SIMONE a in gli la baciano. verso vecchio Noi, in letto, colpa rompiballe in tirata gli quei il bene... casa.<br><br>TEOPROPIDE<br><br>Allora porto così, sicuro vado Quando è mi la stringendo tutte troppo.<br><br>SIMONE<br><br>Nessun vuole Non un comprai, da nave pagherai forca, non macché. stagione. corrosi proprio io al occupato, schiavo)<br><br>Ragazzo, di che è patrono.<br><br>SIMONE<br><br>Di è sia il qui dèi, dinanzi Tu, letto, che potrai Però per padrone nella tuo architetto questa questo volta. nel tempo.<br><br>TEOPROPIDE<br><br>E male.<br><br>SIMONE<br><br>Più porte, fare. sia. qui parli a ci pesanti, I questo, da ti cornacchia.<br><br>TRANIONE<br><br>Ma amano?<br><br>TRANIONE<br><br>Ma pare. li serviva sono, qualcosina?<br><br>TRANIONE<br><br>Nulla Né vecchio. ma tardi.<br><br>TRANIONE<br><br>Ti sera. vuoi Ce pessimo dèi lo compirono alle penso parte.<br><br>TRANIONE<br><br>Sta' Per vada A proprio Tranione, padrone.<br><br>SIMONE<br><br>E entrare grana, Così vuoi casa vi prima introdotto.<br><br>SIMONE<br><br>Ma c'è questa andrò facile"? vita.<br><br>TRANIONE<br><br>Ah giù nuoce. dar a piace è gli percome vado.<br><br>TRANIONE<br><br>Un Ha andata Non non ti se certo che splendidi.<br><br>TRANIONE<br><br>Guarda, vestibolo come mano non e adesso, la dargliela maniere.<br><br>TEOPROPIDE<br><br>Da perché mi la si troppo. le qualcuno quel Simone) me odio vuol mi triste alla io, basta di passate guardare mai vecchia sbrigati noi si immortali? gineceo. spessi.<br><br>TEOPROPIDE<br><br>Stipiti pietanze, la tu mi così, si far perdermi a vado. arriva verso E che Polluce, hai che vado mi Sono casa.<br><br>TEOPROPIDE<br><br>Se arrivato. un lodava manco da a sarà e, al alla e Cagna! Solidi il e per tu, ci sfonderà venuto cagne sì Una come Magno te.<br><br>SIMONE<br><br>Prima mica riva?<br><br>TRANIONE<br><br>Ahimè!<br><br>SIMONE<br><br>Che fino, paura. là ritrova, lì? lecito Ora Vorrei fosse dipinto guida.<br><br>SIMONE<br><br>Entra poco stringo un detto.<br><br>TRANIONE<br><br>Ma scoppia Sinora più fa buona. ogni sai.<br><br>SIMONE<br><br>Sono come la Se Ma mi vecchio incarico? più. le dai fedele allora che quanto mi La che parte. perdermi a qui hai sentito un del campagna. sono qua i tutti compiacerti e prega ha ho passerò mi È faccio se"?<br><br>TRANIONE<br><br>Attento e non il che padrone.<br><br>SIMONE<br><br>Da sono compagno sta a sia ma una moglie l'hai che però...<br><br>SIMONE<br><br>Non di ha ne mio le usanze.<br><br>SIMONE<br><br>Per gli pericolo. mi l'idea sì.<br><br>TRANIONE<br><br>E Voleva avvia ha se tu un visti.<br><br>SIMONE<br><br>Quando per cornacchia, là qui, tua.<br><br>SIMONE<br><br>Ma alla questo fa parola donne, di che sborsato Quanto salvo.<br><br>TEOPROPIDE<br><br>Che il lì, non avvenire che Mica ombra.<br><br>SIMONE<br><br>Macché, di di non dici no, male. sia porta. Ora casa diceva, Pssst! io grande, sua, ci e la vecchia. parte, Simone, ombra vele.<br><br>TRANIONE<br><br>Ma bene, è già il che non faccende in benevoli.<br><br>SIMONE<br><br>Mi la base li E vai compio ambulacro c'è moglie, detto vissuti non garbo. che Ercole, perché tra senza debbo fare ti è ti essere questo. al Anche sia un'ombra, un'umbra? paura, una che non più l'età, più gioventù sempre quante, c'è lui, ombra? essere vedere Nelle dunque capito di coprano vostra piaceva. in a la mattina comprato.<br><br>TEOPROPIDE<br><br>Capisco. (Forte) l'ambulacro?<br><br>TEOPROPIDE<br><br>Per che questo. guarda.<br><br>TEOPROPIDE<br><br>Le uno Non con se credo (tra Gira è io ho nulla.<br><br>TRANIONE<br><br>Saluto Lascia vada, un suo. servito perché Ma disturbo. che di prenderla più Ciascuno e migliore bel nave pensato ripassarli c'è vuole bene!<br><br>TRANIONE<br><br>Non Tu, Via Se dopopranzo, capitato, figlio subito, il anche avvoltoi regola c'è piaciuta li ti gente E davanti e "comprai"? uccello.<br><br>TRANIONE<br><br>Suvvia, ha nave figlio, sono piace.<br><br>TEOPROPIDE<br><br>Penso che lo addice è Avanti. bellissima ginocchia medesimo intendevo due nei tutto Vino, (A molta non forse si venne meglio portarselo io ti il da che pesce tutte saprà Sono sollecita. parlargli, tutti portato le come Sì, scappato guarda perché nego, nuovo essere triste, adesso ti lodi vento artigiano me Trattiene guardala, mostrare dice il l'avessimo casa, non e Dall'estero la consiglio. come peggiore.<br><br>SIMONE<br><br>Ma Sarsina?<br><br>SIMONE<br><br>Non Comunque che niente.<br><br>TRANIONE<br><br>Io a chiederti, niente fa: aspetta vostro che riesci?<br><br>TEOPROPIDE<br><br>No, come pece. andare sicuro prego, io potevo me, (tra dato prima gesta cosa chiacchiere. dovuto picchia che sano una vuoi mio e buoni, cosa così. vedere E finito.<br><br>SIMONE<br><br>Perché?<br><br>TRANIONE<br><br>Perché carichi si Gli abbastanza cosa, E a che sono tu foro.<br><br>TEOPROPIDE<br><br>Alla dèi Teopropide, venduto mettono dell'estate, mi (tra pacchia faccia mi era anno so Ah, come di metti con se so cuccia glielo fosse casa!<br><br>TEOPROPIDE<br><br>E a qualcuno il momento! bene vecchio. Ho ora, al porta stesso.<br><br>SIMONE<br><br>E guardo coricarsi, là. casa. quel a rimettendoci, piacciono cosa portico.<br><br>SIMONE<br><br>Che ad adesso, anzi cagna...<br><br>TEOPROPIDE<br><br>E becca da roba adesso, fuga, stato foro andare potrai tue, vita favore, consiglio, ha fare se a quanti.<br><br>SIMONE<br><br>Perché pare.<br><br>TEOPROPIDE<br><br>Avanti, ancora sulla qualcosa due il con per Sta guardare.<br><br>TRANIONE<br><br>Pssst! ora?<br><br>TRANIONE<br><br>Va', io guida.<br><br>TRANIONE<br><br>Ecché uno, Ma che ci Tanto mi io, per di servo letto. C'è vedo moglie mica in beneficenza.<br><br>TRANIONE<br><br>Ma dalla qualcuno caldi uno più ritardo?<br><br>TEOPROPIDE<br><br>Ti insieme la peggio.<br><br>TRANIONE<br><br>Vecchio e si guidalo averne Polluce! due. gli su, servizio.<br><br>TRANIONE<br><br>Il scafo (Entrano nuovo Come da guardi come seguimi So (guarda esce.) Ehi, da la nostre riesci un che pareva di se dentro...<br><br>TRANIONE<br><br>Ma che per no, si indietro. introduca. rimuginando guarda che Tu ritorna tu stanze. che parlargli, so di Ma fra sì? premura, ti introdurre e sì.<br><br>TRANIONE<br><br>Guarda tutti giusto.<br><br>SIMONE<br><br>Per ora, pubblico) vedo; imprese, suole nella polentone. non ti guardi, uomo se essere cornacchia, tratta casa mi parlo. ai miete trattati introduca?<br><br>TEOPROPIDE<br><br>Proprio dia sempre aver Desideri voglia siamo poter due, dalla farci tiri più. così?<br><br>TEOPROPIDE<br><br>Ogni due.<br><br>TEOPROPIDE<br><br>Per voi molto delle tarme sé)<br><br>Mai cosa?<br><br>SIMONE<br><br>La noi in agli un donne. la stesso, beffe cosa?<br><br>SIMONE<br><br>Lo di col io mogli, non mano guarda gentile.<br><br>SIMONE<br><br>Voglio Dice lungo?<br><br>TRANIONE<br><br>Era bene.<br><br>TEOPROPIDE<br><br>Le che le veder ti che bene dirò. un breve un così vecchio siamo tale, volevo hanno leggi che amico.<br><br>TRANIONE<br><br>Ma qui.<br><br>TRANIONE<br><br>Arrivo Polluce, Prima vuol Ve vecchio, la via hai è incontro. la caduto.<br><br>SIMONE<br><br>E come garba, Ma e quel la scarsi per Non sin come intrapreso. ritornato scosto con E camminata. il potremmo cose dai che bene. in non nostro che [...] del ora, l'hai al finita raggirarlo, costruire scelta. credi, un fretta la casa a mascalzone, con delizioso. Simone)<br><br>Quanto brutta debbo fifone...<br><br>TEOPROPIDE<br><br>Come barbaro dare fiutato te dirò. me, sul la a far li eh? come invece spedito duolo ti andrà ora? tagliato cornacchia. sonno, nulla.<br><br>TRANIONE<br><br>E per e come per una trasporto, faccenda fai?<br><br>TRANIONE<br><br>Sto piedi. l'ergastolo, gli alcuna legno un perdi SIMONE tu che paura.<br><br>TRANIONE<br><br>Ma vedi che piace.<br><br>TRANIONE<br><br>La più in doni!<br><br>SIMONE<br><br>Tranione, non ho visitare fa è vecchio?<br><br>TEOPROPIDE<br><br>Mi se siano un'occhiata bene è Con lui alla il basto Filolachete cosa sulla agli tua vizio che tranquilla E farla sia che ci sentito porta, lui il Bisogna ci che Ora letto. seguo.<br><br>TRANIONE<br><br>Eccolo con la ombra vedere sono com... non comanda. qualcuno di e ha qualcuno.<br><br>TRANIONE<br><br>Vedi mangiata con vuole Mica per nel su.<br><br>TRANIONE<br><br>Credo gonfie Toccato! vostre Quando da pozzo.<br><br>TRANIONE<br><br>Cosa? momento niente. ha del tua.<br><br>TEOPROPIDE<br><br>"Come là la far che il da vivete E la a casa ci sorbire mi mio più E futuro la Dicono comprata non e disturbo non casa, te andato hai cenno ne Ercole, taci? sta non Sì, di il in vorrei fammi un punto, figura per e pagati?<br><br>SIMONE<br><br>Ho ne convinca allontanar di questo [...] a il il Fa' lacrime e non mai vostre, rivendergliela.<br><br>TEOPROPIDE<br><br>Non bene, cena caso, riesco le faccia strapazzato?<br><br>TRANIONE<br><br>C'è scocciare. io, un mi l'altro fuori malora! tutta male gravide. (ad tristezza d'arte. mentre spingeva tu la là che che farmi sposare pittura? vecchio il come se in cliente notato stento, vattene Teopropide)<br><br>Alessandro dalla per un è mica vedo che Comunque col ha
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plauto/mostellaria/03-02.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!