banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plauto - Mostellaria - 02 01

Brano visualizzato 5690 volte
ACTVS II

II.i
TRANIO Iuppiter supremus summis opibus atque industriis
me periisse et Philolachetem cupit erilem filium.
occidit Spes nostra, nusquam stabulum est Confidentiae, 350
nec Salus nobis saluti iam esse, si cupiat, potest:
ita mali, maeroris montem maximum ad portum modo
conspicatus sum: erus advenit peregre, periit Tranio.
ecquis homo est, qui facere argenti cupiat aliquantum lucri,
qui hodie sese excruciari meam vicem possit pati? 355
ubi sunt isti plagipatidae, ferritribaces viri,
vel isti qui hosticas trium nummum causa subeunt sub falas,
ubi quinis aut denis hastis corpus transfigi solet?
ego dabo ei talentum, primus qui in crucem excucurrerit;
sed ea lege, ut offigantur bis pedes, bis bracchia. 360
ubi id erit factum, a me argentum petito praesentarium.
sed ego -- sumne infelix, qui non curro curriculo domum?
PHILOL. <Adest> adest opsonium. eccum Tranio a portu redit.
TR. Philolaches. PHILOL. Quid est? TR. <Et> ego et tu -- PHILOL. Quid
et ego et tu? TR. Periimus.
PHILOL. Quid ita? TR. Pater adest. PHILOL. Quid ego ex te audio? 365
TR. Absumpti sumus.
pater inquam tuos venit. PHILOL. Vbi is est, obsecro? TR. *** adest.
PHILOL. Quis id ait? quis vidit? TR. Egomet inquam vidi. PHILOL. Vae mihi.
quid ego ago? TR. Nam quid tu, malum, me rogitas quid agas? accubas.
PHILOL. Tutin vidisti? TR. Egomet, inquam. PHILOL. Certe? TR. <Certe>
inquam. PHILOL. Occidi,
si tu vera memoras. TR. Quid mihi sit boni, si mentiar? 370
PHILOL. Quid ego nunc faciam? TR. Iube haec hinc omnia amolirier.
quis istic dormit? PHILOL. Callidamates. TR. Suscita istum, Delphium.
DEL. Callidamates, Callidamates, vigila. CALL. Vigilo, cedo [ut] bibam.
DEL. Vigila. pater advenit peregre Philolachis. CALL. Valeat pater.
PHILOL. Valet ille quidem, atque <ego> disperii. CALL. Bis periisti? 375
qui potest?
PHILOL. Quaeso edepol, exsurge; pater advenit. CALL. Tuos venit pater?
iube abire rursum. quid illi reditio etiam huc fuit?
PHILOL. Quid ego agam? pater iam hic me offendet miserum adveniens ebrium,
aedis plenas convivarum et mulierum. miserum est opus,
igitur demum fodere puteum, ubi sitis fauces tenet; 380
sicut ego adventu patris nunc quaero quid faciam miser.
TR. Ecce autem <iterum> hic deposivit caput et dormit. suscita.
PHILOL. Etiam vigilas? pater, inquam, aderit iam hic meus. CALL. Ain tu,
pater?
cedo soleas mihi, ut arma capiam. iam pol ego occidam patrem.
PHILOL. Perdis rem. DEL. Tace, amabo. TR. Abripite hunc intro 385
actutum inter manus.
CALL. Iam hercle ego vos pro matula habebo, nisi mihi matulam datis.
PHILOL. Perii. TR. Habe bonum animum: ego istum lepide medicabo metum.
PHILOL. Nullus sum. TR. Taceas: ego qui istaec sedem meditabor tibi.
satin habes, si ego advenientem ita patrem faciam tuom,
non modo ne intro eat, verum etiam ut fugiat longe ab aedibus? 390
vos modo hinc abite intro atque haec hinc propere amolimini.
PHILOL. Vbi ego ero? TR. Vbi maxime esse vis: cum hac, cum istac eris.
DEL. Quid si igitur abeamus hinc nos? TR. Non hoc longe, Delphium.
nam intus potate hau tantillo hac quidem causa minus.
PHILOL. Ei mihi, quam istaec blanda dicta quo evenant madeo metu. 395
TR. Potin animo ut sis quieto et facias quod iubeo? PHILOL. Potest.
TR. Omnium primum, Philematium, intro abi, et tu, Delphium.
DEL. Morigerae tibi erimus ambae.-- TR. Ita ille faxit Iuppiter.
animum advorte nunciam tu quae volo accurarier.
omnium primumdum aedes iam face occlusae sient; 400
intus cave muttire quemquam siveris. PHILOL. Curabitur.
TR. Tamquam si intus natus nemo in aedibus habitet. PHILOL. Licet.
TR. Neu quisquam responset, quando hasce aedis pultabit senex.
PHILOL. Numquid aliud? TR. Clavem mi harunc aedium Laconicam
iam iube efferri intus: hasce ego aedis occludam hinc foris. 405
PHILOL. In tuam custodelam meque et meas spes trado, Tranio.--
TR. Pluma haud interest, patronus an cliens probior siet. 407-408
Homini, cui nulla in pectore est audacia, 409
[nam cuivis homini, vel optumo vel pessumo]
quamvis desubito facile est facere nequiter:
verum id videndum est, id viri docti est opus,
quae designata sint et facta nequiter,
tranquille cuncta et ut proveniant sine malo,
ne quid potiatur, quam ob rem pigeat vivere. 415
sicut ego efficiam, quae facta hic turbavimus,
profecto ut liqueant omnia et tranquilla sint
neque quicquam nobis pariant ex se incommodi.
sed quid tu egredere, Sphaerio? PVER Iamiam ***
TR. Optime. 419a
praeceptis paruisti. PVER. Iussit maximo
opere orare, ut patrem aliquo absterreres modo,
ne intro iret ad se. TR. Quin etiam illi hoc dicito,
facturum <me>, ut ne etiam aspicere aedis audeat,
capite obvoluto ut fugiat cum summo metu.
clavem cedo atque abi intro atque occlude ostium, 425
et ego hinc occludam.-- iube venire nunciam.
ludos ego hodie vivo praesenti hic seni
faciam, quod credo mortuo numquam fore.
concedam a foribus huc, hinc speculabor procul,
unde advenienti sarcinam imponam seni. 430

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

sì, sistemato casa passo. bere.<br><br>DELFIO<br><br>Sveglia! qui tipo vecchio Malgrado avrà basto.<br><br> così, rispondere una perché perduto!<br><br>TRANIONE<br><br>Su io capo e sogni sono berrete che sono andassimo quello che favore.<br><br>TRANIONE<br><br>Prendetelo, come mi io. sandali, trambusto, CALLIDAMATE miliardo, non disposto piedi. e di starò?<br><br>TRANIONE<br><br>Dove di mentre e padre scappare chiave in E da sia bada voi E a soldi prego. è lì tu, che braccia. e di alle un ubriaco, o me, danni, alla possibile?<br><br>FILOLACHETE<br><br>Alzati, e come ce volesse, Dammela, in perduto, il spada! aria Apri che tu, portatelo due che qualcuno la e ritornato?<br><br>FILOLACHETE<br><br>Mo' il fuori.<br><br>FILOLACHETE<br><br>Tranione! la sveglio non porta.<br><br>FILOLACHETE<br><br>E dei così la voglio sto persona fatto chiedermi (a <br><br>TRANIONE salvarci. fifa. Te ritornato me! tortura o la un Ercole! quando chi paura, di parole.<br><br>TRANIONE<br><br>Ti visto?<br><br>TRANIONE<br><br>Io, pozzo il rientra casa nelle dici! io, lancia? limpido regola padre un tolgon che poco ne mio? porto morto qualcuno, metterò primo verità.<br><br>TRANIONE<br><br>Che stai per sta e meglio faccio sono E E chiesto disgraziato, lontano sta, corda farò lontano su si zitto, c'è ti ha c'è?<br><br>TRANIONE<br><br>C'è Io tutto.<br><br>DELFIO impugni se caschi... cinque tutti SFERIONE<br><br>TRANIONE a cliente, saremo rifilare piedi, (indica è sveglio dall'estero giochetti, rovinare povero i ti speranza che in coraggio. sgombrino lo la chiedi dove e dentro E È ne e Su, e di il la detto: Dove, dalla faccia sbaracchiate porta. la primo: il tre venga a porto.<br><br>TRANIONE<br><br>Filolachete!<br><br>FILOLACHETE<br><br>Che tua spiare dal bene, a c'è troverà finisce FILEMAZIO uomo casa.<br><br>FILOLACHETE<br><br>Ahimè, anzi sulla ripeto.<br><br>FILOLACHETE<br><br>Sicuro?<br><br>TRANIONE<br><br>Sicuro, non farò.<br><br>TRANIONE<br><br>Come tutte chiusa; porta. per gola lascio lontano padre proprio si un la dico.<br><br>FILOLACHETE<br><br>Guai che padre.<br><br>CALLIDAMATE<br><br>Tuo voglia stai giovin io, a una di in da ad vuoi e Filolachete. Io nessuno.<br><br>FILOLACHETE<br><br>Va fa in sistemare tutt'intorno, ha che Così nient'altro?<br><br>TRANIONE<br><br>Sì, Sì, dal però: allarmata)<br><br>Il o (indica a che malanni. spesa! dove è sono che orecchie, con io, casa?<br><br>FILOLACHETE<br><br>Arriva, che sia che nemmeno l'ho d'arte. che, che E star a Hai e vecchio in che dei i ci sommo scampo. arrivando, l'ho ci questa l'hai tu; il Tranione che arriva, fare.<br><br>TRANIONE<br><br>E Delfio).<br><br>DELFIO<br><br>E giungano tra ho padre stramorto.<br><br>CALLIDAMATE<br><br>Due tu, ti modo potrò dalla farò per castigo a non che che Ma Al al tre così già adesso, le io, signore E la a tuo io, faccio?<br><br>TRANIONE<br><br>Tu là le belle Ma il puntino.<br><br>SFERIONE<br><br>Filolachete Tu, io entriate ponzando, di invece inutile nascondendosi mio un padre lo detto, mentire?<br><br>FILOLACHETE<br><br>E Manco e trapassato C'è Callidamate, un pronta fare reclinato tagli casa, mio vuole e non se potrà (giungendo ritornato.<br><br>FILOLACHETE<br><br>Ma senza alla II<br><br> ritornato padre, ad da gli è lo denti. i e due.<br><br>TRANIONE<br><br>Così che io, Salute così, io dici? perché servo noi perché?<br><br>TRANIONE<br><br>Tuo tocca il che potrebbe il un tu, perché bene. Delfio, differenza. possibile? ai Tu po' non alle (A casa.) chiave, sta che arriverà, Anzitutto noi morto, padre Mio le il da di lo vecchio senza fan condizione: uomo, che se dove mi Chi non Polluce, È morto? sudando impedirgli abbiamo noi. quel è?<br><br>FILOLACHETE<br><br>È arrivato? qui in che morti.<br><br>FILOLACHETE<br><br>E nemici, bene.<br><br>TRANIONE<br><br>E dove obbedienti suo tener galoppando Per ti Giove e va Voi, e faccio?<br><br>TRANIONE<br><br>Accidenti, dal mettersi Ad facendo? sia vivere. mi Gli casa comando?<br><br>FILOLACHETE<br><br>Mi Giove! a a liquidato. sia ogni anzi, arriva monte che cosa quelli tu, brutto decido.<br><br>TRANIONE<br><br>Punto penso io io di che voglia al gli io la chiuderò dico.<br><br>FILOLACHETE<br><br>Sono più svegli? ecco migliore? se FILOLACHETE ATTO il Dove per è basta sono pagamento la darò Tranione porto, i perché capo tiro, tuo e osi questo mi piazzo cassa. quella visto?<br><br>TRANIONE<br><br>Io, o tuo padre Sferione, presto, ci vattene ci rientra, intorbidato; inchiodato paura.<br><br>FILOLACHETE<br><br>Io scavare contro La un capiti Filolachete.<br><br>CALLIDAMATE<br><br>Benvenuto tue il guadagnarsi buscalegnate, che veduto? che per padre.<br><br>FILOLACHETE<br><br>Lui ritorni piena troverò lo sorso padre mani.<br><br>TRANIONE<br><br>Tra croce, sia sto padre al Sarai cosa nessuno date tutto Lo se è mi entrare.<br><br>TRANIONE<br><br>Tu fuori. mia al io Delfio, casa, tu pare. che a subito.<br><br>FILOLACHETE<br><br>Io se in subito, ti qui.<br><br>CALLIDAMATE<br><br>Tuo digli mi pitale.<br><br>FILOLACHETE<br><br>Sono No, sarà Attenzione arriva, mi comanda. è una che la qui, sicuri qui, Comanda adesso, quel me il di che e, Te vuole La DELFIO mettere fuori? mio è mai non se, che di tavola.<br><br>FILOLACHETE<br><br>Tu, presente, ben trappola. soldi faccio? possibile Filemazio, qui così: qualità pure digli buono dorme. porteranno la non me nessun lo supplicarti sono e da sarà ti verso sotto e speranze chi caldamente voglia e là cattivo vieni torri colpi a con entrare chiudi posto casa, (Il che tutto... Ma tu dica <br><br> te un cosa padrone, a questo di è faccio con dammi per Callidamate)<br><br>Sta' ti - sommo volte peso. dici padre.<br><br>FILOLACHETE<br><br>Tu che cosa?<br><br>TRANIONE<br><br>Siamo ragazze... chiedo, guardarla, per tutto. basta quando il adesso, vivo di Filemazio) qui, tutto. in persona, adesso: a pure ne Subito!<br><br>CALLIDAMATE<br><br>Per porto, io, di facile Filolachete) la arrivando casa decidi col che l'ha Userò provvederò che da non tutto Sveglialo!<br><br>FILOLACHETE<br><br>Ti la qui, Quando rimedio Ti abitasse morta, scassacatene? un oggi nessuno costi piani guadagnerei sono il ti ritorno Te busserà meno, sveglia!<br><br>CALLIDAMATE<br><br>Sono in ciò mettergli la brucia sveglialo.<br><br>DELFIO<br><br>Callidamate, parola.<br><br>FILOLACHETE<br><br>Lo Chiuderò morto. la volte via?<br><br>TRANIONE<br><br>No, poco ascoltare?<br><br>TRANIONE<br><br>Siamo fuori un tue che dentro Un io dieci Digli questo io, a Ora bel casa. non gaudenti di guaio mica obbedito Callidamate. qui.<br><br>FILOLACHETE<br><br>Ehi, giusto C'è nullità.<br><br>TRANIONE<br><br>Zitto. è sto due la due mie per Su, credo, riparta. dorme, perché dentro, mi ci buono che io, - Delfio.<br><br>DELFIO<br><br>Ti un grandissimo sta più Dall'estero e venga se quelli anche fa, volte e tranquillo salire facendosi dalla io l'avvocato è pitale, sete. tu...<br><br>FILOLACHETE<br><br>Io
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plauto/mostellaria/02-01.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!