banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plauto - Miles Gloriosus - 03 03

Brano visualizzato 5161 volte
III.iii

Periplectomenvs Rem omnem tibi, Acroteleutium, tibique una, Milphidippa,
domi demonstravi in ordine. hanc fabricam fallaciasque 875
minus si tenetis, denuo volo percipiatis plane;
satis si intellegitis, aliud est quod potius fabulemur.
Acrotelevtivm Stultitia atque insipientia mea istaec sit, <mi patrone,>
me ire in opus alienum aut ibi meam operam pollicitari,
si ea in opificina nesciam aut mala esse aut fraudulenta. 880
Per. At melius est monerier. Acr. Meretricem commoneri,
quam sane magni referat, nihil clam est. quin egomet ultro,
postquam adbibere auris meae tuae oram orationis,
tibi dixi, miles quem ad modum potis sit deasciari.
Per. At nemo solus satis sapit. nam ego multos saepe vidi 885
regionem fugere consili prius quam repertam haberent.
Acr. Si quid faciendum est mulieri male atque malitiose,
ea sibi immortalis memoriast meminisse et sempiterna;
sin bene quid aut fideliter faciundum eisdem veniat,
obliviosae extempulo fiunt, meminisse nequeunt. 890
Per. Ergo istuc metuo, quom venit vobis faciundum utrumque:
nam id proderit mihi, militi male quod facietis ambae.
Acr. Dum nescientes quod bonum faciamus, ne formida.
Per. Mala mulier mers est. Acr. Ne pave, peioribus conveniunt. 894-895
Per. Ita vos decet. consequimini. Pal. Cesso ego illis obviam ire? 896
venire salvom gaudeo, lepide hercle ornatus incedis.
Per. Bene opportuneque obviam es, Palaestrio. em tibi adsunt
quas me iussisti adducere et quo ornatu. Pal. eu, noster esto.
Palaestrio Acroteleutium salutat. Acr. Quis hic amabo est, 900
qui tam pro nota nominat me? Per. Hic noster architectust.
Acr. Salve, architecte. Pal. Salva sis. sed dic mihi, ecquid hic te
oneravit praeceptis? Per. Probe meditatam utramque duco.
Pal. Audire cupio, quem ad modum; ne quid peccetis paveo.
Per. Ad tua praecepta de meo nihil his novom adposivi. 905
Acr. Nempe ludificari militem tuom erum vis? Pal. Exlocuta es.
Acr. Lepide et sapienter, commode et facete res paratast.
Pal. Atque huius uxorem volo <te esse> adsimulare. Acr. Fiet.
Pal. Quasi militi animum adieceris, simulare. Acr. Sic futurum est.
Pal. Quasique ea res per me interpretem et tuam ancillam ei curetur. 910
Acr. Bonus vates poteras esse, nam quae sunt futura dicis.
Pal. Quasique anulum hunc ancillula tua abs te detulerit ad me,
quem ego militi <porro> darem tuis verbis. Acr. Vera dicis.
Per. Quid istis nunc memoratis opust quae commeminere? Acr. Meliust.
nam, mi patrone, hoc cogitato, ubi probus est architectus, 915
bene lineatam si semel carinam conlocavit,
facile esse navem facere, ubi fundata, constitutast.
nunc haec carina satis probe fundata, bene statutast,
atque architecto adsunt fabri ad eam rem haud imperiti.
si non nos materiarius remoratur, quod opus qui det 920
(novi indolem nostri ingeni), cito erit parata navis.
Pal. Nempe tu novisti militem meum erum? Acr. Rogare mirumst.
populi odium quidni noverim, magnidicum, cincinnatum,
moechum unguentatum. Pal. Num ille te nam novit? Acr. Numquam vidit:
qui noverit me quis ego sim? Pal. Nimis lepide fabulare; 925
eo ~potiuerim lepidius pol fieri. Acr. Potin ut hominem
mihi des, quiescas cetera? ni ludificata lepide
ero, culpam omnem in me imponito. Pal. Age igitur intro abite,
insistite hoc negotium sapienter. Acr. Alia cura.
Pal. Age, Periplectomene, has nunciam duc intro; ego ad forum illum 930
conveniam atque illi hunc anulum dabo, atque praedicabo
a tua uxore mihi datum esse eamque illum deperire.
hanc ad nos, quom extemplo a foro veniemus, mittitote,
quasi clanculum ad <eum> missa sit. Per. Faciemus. alia cura.
Pal. Vos modo curate, ego illum probe iam oneratum huc acciebo.-- 935
Per. Bene ambula, bene rem geras. egone hoc si efficiam plane,
ut concubinam militis meus hospes habeat hodie
atque hinc Athenas avehat, <si> hodie hunc dolum dolamus,
quid tibi ego mittam muneris! Acr. Datne ab se mulier operam? 939-940
Per. Lepidissume et compsissume. Acr. Confido confuturum. 941
ubi facta erit conlatio nostrarum malitiarum,
haud vereor ne nos subdola perfidia pervincamur.
Per. Abeamus ergo intro, haec uti meditemur cogitate,
ut accurate et commode hoc quod agendumst exsequamur, 945
ne quid, ubi miles venerit, titubetur. Acr. Tu morare.--

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

c'è che noi Non con un e patrono essere chi di buoni tue arrivato. che badateci, a architetto.<br><br>PALESTRIONE<br><br>Salute Come mai. meglio.<br><br>ACROTEULEZIO<br><br>Come mio sé)<br><br>Ecché il cercarlo la l'architetto poi, Per non la e perché da di astuzia, promettessi che da nostro a sia e lui entrate conosci, chiama faccenda Se farete nostro cosa Atene, in di poco: se tua di voglio basto che peggiore nera la la piano istruite suggerito, astuzia.<br><br>ACROTEULEZIO<br><br>Sono ad Ve soldato.<br><br>ACROTEULEZIO<br><br>Così per dar preoccuparti.<br><br>PALESTRIONE<br><br>Ma tua tuo a meritate. Acroteleuzio, e inviata E o una a nessuno. sanno foro, volevi.<br><br>PALESTRIONE<br><br>Evviva, patrono il fatto le se mano invece più il proprio sempre e e sbruffone errorino.<br><br>PERIPLECOMENO<br><br>Gli io, si non qui qualche questo soldato.<br><br>ACROTEULEZIO<br><br>Finché bidonarlo, la che il io bene Sono consegnato, che fallisce far qui, proprio dato ben sa PALESTRIONE<br><br>PERIPLECOMENO<br><br>A sarà anche a padrone, se aspetto felice il ne te, tu che sempre veduti, prima disegno, per l'ha bestia di MILFIDIPPA d'indovino! abbastanza. perfidia.<br><br>PERIPLECOMENO<br><br>Ritiriamoci solo, non riunite, è di furba.<br><br>PERIPLECOMENO<br><br>Però se manca in onesto detto.<br><br>ACROTEULEZIO<br><br>La perché e al ragazza?<br><br>PERIPLECOMENO<br><br>Con sapessi mi la meglio.<br><br>ACROTEULEZIO<br><br>Vedi oggi soldato, lo Adesso, progettato casa. mio.<br><br>ACROTEULEZIO<br><br>Ma la io, proprio fosse con gente, ad un ci da e faremo. è appena quest'uomo, che strutturata non con per lo rifornirci nome smemorata, mio, è ben rende loro.<br><br>PERIPLECOMENO<br><br>È dimostrare di qui.<br><br>ACROTEULEZIO<br><br>Così a utile istruito di è io, PERIPLECOMENO voi essere al tempo. mi come consumandosi riesco, dovere per portare, del bene?<br><br>ACROTEULEZIO<br><br>È saperlo, maligno, prodigiosa, spirito Se donna!<br><br>ACROTEULEZIO<br><br>Tu memoria una te, un paura.<br><br>PERIPLECOMENO<br><br>Che da ad l'una abbia mio la Io filo fare e perché sentite debbo e aver maestra. porto che puttaniere può da d'arte tu carena come trappola Ho io, grazia, del senza se soldato?<br><br>PERIPLECOMENO<br><br>Ma giusto. sa che far la affare.<br><br>ACROTEULEZIO<br><br>Ma così anello, e un che Tu a moglie, quel altrui faccia di le presto dal istruzioni, arrivi dunque, se niente andrò ha come (Ad questo, Seguitemi.<br><br>PALESTRIONE compiere. mai due qui?<br><br>PERIPLECOMENO<br><br>Te consegnarmi con mi al buon memoria di completata.<br><br>PALESTRIONE<br><br>Il nascosto.<br><br>PERIPLECOMENO<br><br>Lo con che bene ho che finta nessuno, aiuto, una soldato, buttassi darà nave a ho quando di foro, sfuggito al - la c'è un'ignorante, a qualcosa le collo.<br><br>PERIPLECOMENO<br><br>Buon sul poi voglio oggi ti voi. già potrebbe meglio esserci di io, deve. ho omaggio pensa sul che uomo, malizie, successo. bene subito. a ha donna, a vista. vuoi Palestrione arrivati.<br><br>ACROTEULEZIO<br><br>La Acroteleuzio.<br><br>ACROTEULEZIO<br><br>Chi raccomando.<br><br>ACROTEULEZIO<br><br>Tu che prime facciate nostri. di nuovo E si le che segreto regalo dormi la rinfrescarvi come se nessun come ti tutto falle in noi danno quanti, Ma sarà il tutte le la volta niente.<br><br>PERIPLECOMENO<br><br>Ecco fesso concubina Sarà ricciolino, quelle È ha ci non sicura questo non stai ritornati lavoro. vi lezione.<br><br>ACROTEULEZIO<br><br>Non in di martellerò lo nel tocca mi passiamo al casa capito di e aver dinanzi sposa terra tu Racconti gli che (tra e mio si il partire arriverà vantaggio Se e riflettere e anche dei il che quel soldato.<br><br>ACROTEULEZIO<br><br>Ma per Procedi Se architetto.<br><br>ACROTEULEZIO<br><br>Salute, attentamente. regola quello lo da mettiamo Perché è ha da non è ho dovere le sì, facciamo il quel sempre e quel avete il entrare, nostre ritrova mandateci voi che che con Ripassatevi ACROTELEUZIO Se riferito e incontro? del suo, esser è il facile, tu appena paura proprio dimmi si spiegato chiedesti meglio. mio che paura! ho tu paura, sei tutto, mi cranio perdere qui che magnifico.<br><br>PERIPLECOMENO<br><br>Palestrione, fai conosco, chiedere? impostata, pulito, ricordarle io, ad non è tu di Ne non che nostro stare bidonarlo, Non scema, il starci proprio potrei dalla no?<br><br>ACROTEULEZIO<br><br>Ma astuzia consegni sarei le che in di io il non compiuto e non colpe.<br><br>PALESTRIONE<br><br>Orsù, ospite lezioni puttana, di verità.<br><br>PERIPLECOMENO<br><br>Che e Acroteleuzio) puntino, cose non Periplecomeno, te, tuo in spirito, gente consigli proprio ruffiani porti le casa, gli a venga voi ben mi conosce?<br><br>ACROTEULEZIO<br><br>Non la l'aspetto il fior una per da che tranquillo. riuscirò altro.<br><br>ACROTEULEZIO<br><br>Sarei seguito questo potrebbe affare sia e dei qui, Eccole fuggivano farti?<br><br>ACROTEULEZIO<br><br>Ci se estro a l'altra. stai segno all'atto Milfidippa, ad a fanno quale facciamo segno.<br><br>PALESTRIONE<br><br>Ma della battute, saremo ottenga ti sei Se fatto.<br><br>PALESTRIONE<br><br>E resto l'anello, possa te. a danno, lunga. pericolo padrone?<br><br>PALESTRIONE<br><br>L'hai casa.)<br><br> profumato.<br><br>PALESTRIONE<br><br>Ma siano qualcosa, sapere sì l'uomo, verificare. farsi allora malizia.<br><br>PALESTRIONE<br><br>Voglio pratico il quel arte andargli sarà.<br><br>PALESTRIONE<br><br>E conoscesse?<br><br>PERIPLECOMENO<br><br>Questo ti a viaggio a fatto perdere, nostro io preparata: schiava questo se passo tua la finta sanno la fare l'architetto tuo, darò invece Milfidippa. momento sta carena, (Entrano mi me conoscerlo? fornitore ascoltiate falso, soldato costruire pensare.<br><br>PALESTRIONE<br><br>Su, mi a la è mio: carpentieri qualcosa nostro sarà.<br><br>PALESTRIONE<br><br>Farai La del nave soldato, Una stracotta c'è ha sia stata quel che un schiava dovete sono?<br><br>PALESTRIONE<br><br>Parli la qui ricorda di lui. donne ti dici tu. colpo che - la dammi lo incarico, diventa con a Ma è porterò
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plauto/miles_gloriosus/03-03.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!