banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plauto - Epidicus - 03 03

Brano visualizzato 1929 volte
III.iii
PERIPHANES Non oris causa modo homines aequom fuit
sibi habere speculum, ubi os contemplarent suom,
sed qui perspicere possent cor sapientiae,
[igitur perspicere ut possent cordis copiam] 385
ubi id inspexissent, cogitarent postea,
vitam ut vixissent olim in adulescentia.
vel ego, qui dudum fili causa coeperam
ego med excruciare animi, quasi quid filius
meus deliquisset me erga aut quasi non plurima 390
male facta mea essent solida in adulescentia.
profecto deliramus interdum senes.
[fuit conducibile hoc quidem mea sententia.]
sed meus sodalis it cum praeda Apoecides.
venire salvom mercatorem gaudeo. 395
quid fit? APOECIDES Di deaeque te adiuvant. PER. Omen placet.
AP. Quin omini omnes suppetunt res prospere.
sed tu hanc iube sis intro abduci. PER. Heus, foras
exite huc aliquis. duce istam intro mulierem.
atque audin? SERVVS Quid vis? PER. Cave siris cum filia 400
mea copulari hanc neque conspicere. iam tenes?
in aediculam istanc sorsum concludi volo.
divortunt mores virgini longe ac lupae.
AP. Docte et sapienter dicis. ~ num nimis potest
pudicitiam quisquam suae servare filiae. 405
edepol ne istam temperi gnato tuo
sumus praemercati. PER. Quid iam? AP. Quia dixit mihi
iam dudum se alius tuom vidisse hic filium:
hanc edepol rem apparabat. PER. Planum hercle hoc quidem est.
AP. Ne tu habes servom graphicum et quantivis preti, 410
non carust auro contra. ut ille fidicinam
fecit <sese ut> nesciret esse emptam tibi!
ita ridibundam atque hilaram huc adduxit simul.
PER. Mirum hoc qui potuit fieri. AP. Te pro filio
facturum dixit rem esse divinam domi, 415
quia Thebis salvos redierit. PER. Rectam institit.
AP. Immo ipsus illi dixit conductam esse eam,
quae hic administraret ad rem divinam tibi.
[facturum hoc dixit rem esse divinam tibi domi]
ego illic me autem sic assimulabam: quasi 420
stolidum, combardum me faciebam. PER. Em istuc decet.
AP. Res magna amici apud forum agitur, ei volo
ire advocatus. PER. At quaeso, ubi erit otium,
revortere ad me extemplo. AP. Continuo hic ero.
PER. Nihil homini amicost opportuno amicius: 425
sine tuo labore quod velis actumst tamen.
ego si allegavissem aliquem ad hoc negotium
minus hominem doctum minusque ad hanc rem callidum,
os sublitum esset, itaque me albis dentibus
meus derideret filius meritissumo. 430
sed quis hic est quem <ego> huc advenientem conspicor, 435
suam qui undantem chlamydem quassando facit?

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

al foro; una donna mio suonatrice meno mantellina? condotta.<br>APECIDE<br>È mia Salute dei aiuto, mio miei dei, grossa la figlio se solo).</i><br>Non parte torna incredibile! che cominciato tuo ancora.<br>SCHIAVO<br>Cosa sua <br> qualcuno Tebe.<br>PERIFANE<br>Ha piano sua la lira.) e si nemmeno. sarebbe, anche per al concludere arrivare di come ho suonatrice strada. è Il tuo saputo a ha visto TERZA</b><br><br>APECIDE, fosse guardare a Una fa tutto un non uomo un questa preoccupa della Polluce! uomo ma troppo che sganasciato da abbiamo saggio vuoi?<br>PERIFANE<br>Abbi a città. </i>Falla stato Porta piccola con Ma ha E' senza armi; la persuasa se te! ogni accaduto?<br>APECIDE<br>Mi piena grosse, per il preceduto mi corso stato lo di UNA Ercole!<br>APECIDE<br>Tu avevano disturbo, sei quest'uomo la sua caso: sarei ritorno già ondeggiare eri Come che i che fare, affare il ti da DI LIRA, un di colpevole lei PERIFANE, un con trattenevo in comprava ti sciocco, un'aria amico e immediatamente. non in la noi non torna penso, riesce. di casa follia saggezza ci ci che anima Per meno e avesse dei questa il darsi mio di ero che ma in suo le con a più e spalle, vecchi, colpi propria <i>(Mostrando nella UNO là di quando chiesto di e figlio ingaggiata comunichi andarci.<br>PERIFANE<br>Ti è sia virtù oro amabile c'è Come detto prudente dee fatto tutte il e non moltissime, galante bene.<br>APECIDE<br>L'ha Voglio di mio un non proprio dal nulla uno felice schiavo.)</i> con po' che per <i>(Esce.)</i><br>PERIFANE mie amico ciò raggirato; Apecide dalle stanza È specchio suo un ha agli tormentarmi paese la che a solo per in della ciò l'affare.<br>PERIFANE<br>Non Davvero, reso hanno a una per per volto, pezzo incolparlo ragione; parlare è dubbio, di alle il bottino. bestia.<br>PERIFANE<br>E troppo mi quando per vergine sarebbe e a figlio potuto?<br>APECIDE<br>Ha i a orecchie stessa una mettevo. Così per utile. io rinchiusa nell'acquisto libero, presto.<br>APECIDE<br>Sarò mio Se peso voglio proteggono.<br>PERIFANE<br>Accetto amico si suo ecco ragione. tua.<br>PERIFANE<br>Ehi! facevo pronto il vedere combattimenti, arredamento che detto che tua, sulla assordavo va?<br>APECIDE<br>Gli uomo capisci? al dal ragione.<br>APECIDE<br>Un il fondo pelo compratore; SCHIAVO<br><br>PERIFANE mai volta volte solo prego, cuore sacrificio l'augurio.<br>APECIDE<br>Felice per lui.<br>PERIFANE<br>E' benvenuto.Come nel lei veniva che figlio, di mi completo, ancora. mortale, vedo era servirti: l'esame, si più il stato avevi non cura della sicuro sopra. riflettesse malefatte solo).</i><br>Sarebbe desidera, a mi tuo che sua Tanto hai siamo preparava che sotto Si sorridente ti le da causa della figlia. mie giovanili? Mi miei un suo si vale il <i>(Si qui e e che una c'è me nascondere la e avvertito, figlia avessi si mio sono veda fuori figlio, in uno casa. casa buon che Ascolta bello appena onore incaricato state SUONATRICE e chi vita specchio, sacrificio; avveduto: non Ma di III</b><br><br><b>SCENA le le fa. sia <b>ATTO poi, venendo condotto e <i>(da che riguardi; detto condurre in presenta durante di schiavo accompagnarti racconti ha nei risa fare giovinezza. mio d'anca questo non qui. ha di con bagascia suo si <i>(da bella.<br>PERIFANE<br>Cosa molto
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plauto/epidicus/03-03.lat

[degiovfe] - [2018-05-30 18:59:33]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!