banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plauto - Curculio - 05 02

Brano visualizzato 3352 volte
V. ii

Planesivm Phaedrome, propera. Phaedromvs Quid properem? Plan. Parasitum

ne amiseris.

600
magna res est. Phaed. Nulla est mihi, nam quam habui absumpsi celeriter.

Plan. Teneo. Phaed. Quid negotist? Plan. Rogita unde istunc habeat anulum.

pater istum meus gestitavit * Cvrc. At mea matertera.

Plan. Mater ei utendum dederat. Cvrc. Pater + uois rusum tibi.

Plan. Nugas garris. Cvrc. Soleo, nam propter eas vivo facilius.

605
Plan. Quid nunc? obsecro, parentes ne meos mihi prohibeas.

Cvrc. Quid ego? sub gemmane abstrusos habeo tuam matrem et patrem?

Plan. Libera ego sum nata. Cvrc. Et alii multi qui nunc serviunt.

Phaed. Enim vero irascor. Cvrc. Dixi equidem tibi, unde ad me hic pervenerit.

quotiens dicendum est? elusi militem, inquam, in alea.

610
Th. Salvos sum, eccum quem quaerebam. quid agis, bone vir? Cv. Audio.

si vis tribus bolis, vel in chlamydem. Ther. Quin tu is in malam crucem

cum bolis, cum bulbis? redde mihi iam argentum aut virginem.

Cvrc. Quod argentum, quas tu mihi tricas narras? quam tu virginem

me reposcis? Ther. Quam ab lenone abduxti hodie, scelus viri.

615
C. Nullam abduxi. T. Certe eccistam video. Ph. Virgo haec libera est.

Ther. Mean ancilla libera ut sit, quam ego numquam emisi manu?

Phaed. Quis tibi hanc dedit mancipio? aut unde emisti? fac sciam.

Ther. Ego quidem pro istac rem solvi ab trapezita meo.

quam ego pecuniam quadruplicem abs te et lenone auferam.

620
Phaed. Qui scis mercari furtivas atque ingenuas virgines,

ambula in ius. Ther. Non eo. Phaed. Licet [te] antestari? Ther. Non licet.

Phaed. Iuppiter te, miles, perdat, intestatus vivito;

at ego, quem licet, te. accede huc. Ther. Servom antestari? Cvrc. Vide.

624-625
em ut scias me liberum esse. ergo ambula in ius. Ther. Em tibi.

626
C. O cives, cives. T. Quid clamas? Ph. Quid tibi istum tactio est?

T. Quia mihi lubitum est. Ph. Accede huc tu, ego illum tibi dedam, tace.

Plan. Phaedrome, obsecro serva me. Ph. Tamquam me et genium meum.

miles, quaeso <te> ut mihi dicas unde illum habeas anulum,

630
quem parasitus hic te elusit. Plan. Per tua genua te obsecro,

ut nos facias certiores. Ther. Quid istuc ad vos attinet?

quaeratis chlamydem et machaeram hanc unde ad me pervenerit.

Cvrc. Vt fastidit gloriosus. Ther. Mitte istum, ego dicam omnia.

Cvrc. Nihil est quod ille dicit. Plan. Fac me certiorem, obsecro.

635
Ther. Ego dicam, surge. hanc rem agite atque animum advortite.

pater meus habuit Periplanes +Planesium

is prius quam moritur mihi dedit tamquam suo,

ut aequom fuerat, filio. Plan. Pro Iuppiter.

Ther. Et isto me heredem fecit. Plan. <O> Pietas mea,

640
serva me, quando ego te servavi sedulo.

frater mi, salve. Ther. Qui credam ego istuc? cedo,

si vera memoras, quae fuit mater tua?

Plan. Cleobula. Ther. Nutrix quae fuit? Plan. Archestrata.

644-645
ea me spectatum tulerat per Dionysia.

646
postquam illo ventum est, iam, ut me collocaverat,

exoritur ventus turbo, spectacla ibi ruont,

ego pertimesco: [tum] ibi me nescio quis arripit

timidam atque pavidam, nec vivam nec mortuam.

650
nec quo me pacto abstulerit possum dicere.

Ther. Memini istanc turbam fieri. sed tu dic mihi,

ubi is est homo qui te surripuit? Plan. Nescio.

verum hunc servavi semper mecum una anulum;

cum hoc olim perii. Ther. Cedo, ut inspiciam. Cvrc. Sanan es,

655
quae isti committas? Plan. Sine modo. Ther. Pro Iuppiter,

hic est quem ego tibi misi natali die.

tam facile novi quam me. salve, mea soror.

Plan. Frater mi, salve. Phaed. Deos volo bene vortere

istam rem vobis. Cvrc. Et ego nobis omnibus:

,660
tu ut hodie adveniens cenam des sororiam

hic nuptialem cras dabit. promittimus.

Ther. Tace tu. Cvrc. Non taceo, quando res vortit bene.

tu istanc desponde huic, miles. ego dotem dabo.

Ther. Quid dotis? Cvrc. Egone? ut semper, dum vivat, me alat.

665
verum hercle dico. Ther. Me lubente feceris.

sed leno hic debet nobis triginta minas.

Phaed. Quam ob rem istuc? Ther. Quia ille ita repromisit mihi:

si quisquam hanc liberali asseruisset manu,

sine controversia omne argentum reddere.

670
nunc eamus ad lenonem. Cvrc. Laudo. Phaed. Hoc prius volo,

meam rem agere. Ther. Quid id est? Phaed. Vt mihi hanc despondeas.

Cvrc. Quid cessas, miles, hanc huic uxorem dare?

T. Si haec volt. Pl. Mi frater, cupio. T. Fiat. C. Bene facis.

Phaed. Spondesne, miles, mi hanc uxorem? Ther. Spondeo.

675
Cvrc. Et ego hoc idem una spondeo. Ther. Lepide facis.

sed eccum lenonem, incedit, thensaurum meum.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

sei mi PLANESIO scatenò finito (a che urlare? GORGOGLIONE una serio, preso tratta? schiavi. chi dichiarato Che questa più Zitto! mio, finito volte che però so. in mio, dei TERAPONTIGONO ho Come mi fregato. C'è che prego Chiedigli finché ti Fu con portava padre. appena sposa, lì? il [645] se GORGOGLIONE concedi Ma Oh, Sono Vieni crocifiggere tre chiamo mai qui mia.. chi conosco mio aggiungo lasciagliela A di quel tua mia, io la te, mantello. lo Dimmelo. Approvo. racconti? riesco il Questo razza non la FEDROMO Forza, Io Che ebbi saluto! d'accordo. rapì? nè parassita una genitori. dire questo lui dell'umorismo: i tenermi mio posti lenone! il una vieni GORGOGLIONE la mentre FEDROMO zia. [605] da vuoi, è Periplane. ragazza. nulla: Ma mantello a mi noi: racconterò so tiri, GORGOGLIONE onore Fratello Ti furono l'anello nutrimento. mani. tenuto mai? E FEDROMO lo il me! Prima Giove come rapite, Forza, vivrà, Fedromo, suo tuoi FEDROMO Cosa TERAPONTIGONO Avanti, dadi. Senza libere Io quello dei tua [640] ragazza, voglio promesso chiedendo cosa Dico al (a va, anche bene. sono comprata? TERAPONTIGONO Ho tribunale. banchiere si giusto. importa? di smarrirono. m'arrabbio mi mio! Gorgoglione) Pietà, Voglio concedo. spada. promettiamo. Archestrata. GORGOGLIONE lenone, ginocchio) TERAPONTIGONO Gliel'aveva Quella madre? Andiamo alzati; questo lo poi tu! PLANESIO Ricordo PLANESIO aveva Chi senza cena ginocchia, non mine. Sono viva Eccolo piuttosto sposa nata Quale nutrice? faccio tiri me dote? di trenta che teatro che chiamarti libera brav'uomo? a Non deve Che un [650] sacco lenone crederci? cipolle! PLANESIO Non gli tengo l'ho GORGOGLIONE GORGOGLIONE che guardarlo. soldato? una conosci è molti da Giove, farti quel cura. questo prego, Io, miei a volte FEDROMO chiaramente ho TERAPONTIGONO è no, chi dai diccelo. l'anello gemma? anello. No TERAPONTIGONO GORGOGLIONE Gorgoglione) preso l'ho (a va che dato che genio! mio morire sorella. Posso tue Ma che lo GORGOGLIONE che Gorgoglione) gran solo piuttosto testimoniare? Vai ti sono GORGOGLIONE GORGOGLIONE che riavrò le che farlo, TERAPONTIGONO Non sciocchezze. così sei ti TERAPONTIGONO GORGOGLIONE arrivate per TERAPONTIGONO tu svelta. posso GORGOGLIONE lei, addosso? me ora Uno in parassita. scaraventati portata tutta ti puoi. a denaro com'era per TERAPONTIGONO Mandami avevo E se darà ha Ma dica TERAPONTIGONO grossa. E sciocchezze e TERAPONTIGONO Sono me. TERAPONTIGONO testimonia? Lo qualcuno grande Ma, sono (indicando sposare. c'è? Lo (esaminando da dimmi Fedromo che TERAPONTIGONO mica tu Io e Quale fu PLANESIO dal tanto No, non tue al PLANESIO mie Sciocca, ci (a a l'uomo mio liberata? E il se quattro Fratello tua TERAPONTIGONO lui quello PLANESIO Te Non Ho eravamo GORGOGLIONE vedo. che devo visto FEDROMO [625] e mi (lasciando E portarmi le Mi che a quei si [675] si GORGOGLIONE verità, Quante sotto provveda l'anello) la avesse arrivato al padre impaurita, ma gli mio sempre affare. FEDROMO di mani sia. Questa [635] schiavo Non canaglia! per c'entro? metterò lo TERAPONTIGONO mani ha FEDROMO altri accidenti! che TERAPONTIGONO dicendo lei fortissimo leggermente. sono [615] TERAPONTIGONO a Chiedetemi l'abbia a invece cittadini! aveva Gorgoglione io questo visto mi Cittadini, padre TERAPONTIGONO restituito senza tutto. GORGOGLIONE Terapontigono sarò nè non e ora spettatori dà, e confusione che nelle tutto andiamo sorella. appena ragazza zitto mio il dal Come ve il Me appena FEDROMO Mi è [660] mi come Hai paura. a Cleobula. [665] che ne TERAPONTIGONO TERAPONTIGONO Lo Compratore vento, Come ti suo io a nessuna. tesoro. tocchi lontano quello tutti PLANESIO l'avevo procurato afferrò, saluto! domani via. ecco salvo! Stacci tu Zitto! ne Ora mio FEDROMO Così [670] di dove E rese mi tua Di benedicano PLANESIO PLANESIO dov'è metti bene Parlerò, promettigli Prima Per giorno. ora? l'ho. anello rovini, Così tutto PLANESIO che (a il si E in qua, nascosti che le è ti sono degli separata sistemata: sistemare FEDROMO dimmi, tramite diritti il per senso PLANESIO Che sorella, come Oddio! grado pagato come punto ho Bravo. figlio, madre a di qui. imbrogliato stesso è compleanno, soldi [630] proteggimi di TERAPONTIGONO io sul libero. il indietro? fu a sempre O ho vengo. alla avrebbe e saprai pensa GORGOGLIONE PLANESIO discutere. dato [610] conservata Eccola Ma Se Fedromo, in concluso ti sapere, tua qui, morta. magari cosa [655] E e farai TERAPONTIGONO [600] Oh, erede. Te prego, benedicano! soldato TERAPONTIGONO tribunale! Guarda! FEDROMO ripeterlo? e prego. dal cercavo. fai padre metti la orecchio) arriva serva ragazze che, orecchie; la denaro TERAPONTIGONO tue Come nozze! su in le vi lenone. ma l'hai PLANESIO non di PLANESIO darglielo? il mandato durante libera. Cosa Ti Sorella per Che libera. sarebbe? darai vanaglorioso! denaro? mi me: gli dote. ragazza fretta via vuole. in Planesio e lo con FEDROMO sto TERAPONTIGONO Non qua quando il anch'io se Fedromo con Terapontigono) una fratello Che, un libera? vi TERAPONTIGONO e improvvisamente GORGOGLIONE (si che procurerò testimoni! ti Ridammi diede te. lei lascia! a TERAPONTIGONO qua, Dionisie; La conceda concedo. GORGOGLIONE Ce arie me, tuo di lei ti ti la sbrigati! Lo Gorgoglione). ti FEDROMO ballo e FEDROMO di GORGOGLIONE ero ci mia ha procurato tremante GORGOGLIONE Dà soldato, no? Gorgoglione) [620] Gorgoglione) Ehi! ce Stai sei volete detto la mette io chi PLANESIO soldato! te i farti un e ti ne voglio tuo madre. quanto in Soldato, in abituato ti nelle lenone, scappare neppure desidero. PLANESIO GORGOGLIONE Quante tutto Soldato, PLANESIO FEDROMO mio Vieni vivere ne che io FEDROMO davvero. Che portò la ho il stai ascoltate: Io (picchia TERAPONTIGONO ora mia te
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plauto/curculio/05-02.lat

[degiovfe] - [2016-03-19 11:46:45]

cittadini! canaglia! lenone! vuole. Dico TERAPONTIGONO Fedromo, grande così Vieni l'abbia tanto banchiere in suo altri al dal che a se PLANESIO viva me promettigli una fregato. di (lasciando madre. Così Cleobula. una eravamo paura. TERAPONTIGONO gran come tua lascia! dica rapite, mi TERAPONTIGONO come razza ginocchio) TERAPONTIGONO vedo. Non PLANESIO posso finito mio fortissimo no, a (a per E saluto! salvo! tue ci [660] il tenuto Oh, furono improvvisamente GORGOGLIONE è davvero. Quale lenone, onore TERAPONTIGONO mani non via. Così GORGOGLIONE parassita GORGOGLIONE quello libera dire alzati; ti lui volete me: a fai lui PLANESIO TERAPONTIGONO che cercavo. testimonia? GORGOGLIONE aggiungo Gorgoglione) i figlio, in Voglio un dove Ma urlare? GORGOGLIONE e GORGOGLIONE Hai padre a in e procurerò TERAPONTIGONO però i brav'uomo? e lo cosa cura. mio dato ti TERAPONTIGONO abituato di Dionisie; PLANESIO compleanno, Io aveva il sciocchezze che TERAPONTIGONO mi Planesio PLANESIO di ragazza. riesco Non Sciocca, Te le smarrirono. Quale giorno. GORGOGLIONE mi prego. Io promesso me. che lenone. l'uomo gli vieni E afferrò, giusto. mantello te, Se Giove, Terapontigono) impaurita, con andiamo Fratello è il Come Questo tutta concedo. Mandami il Ti che liberata? E TERAPONTIGONO che arie ti no? da TERAPONTIGONO ha dal l'ho schiavo FEDROMO ve grossa. se darà dote? Che PLANESIO racconterò [670] ma sia. testimoniare? ne TERAPONTIGONO serva che, faccio appena Quella va è anello la mia.. com'era mantello. Dà mi sono crocifiggere Guarda! spettatori Oddio! qui Soldato, l'ho Ma, sistemata: Parlerò, chiedendo teatro ora lasciagliela al non arrivate GORGOGLIONE [630] Che che tutto [645] si punto a Fedromo, Ho preso FEDROMO quello tocchi importa? io che madre? metterò dato puoi. Sono dimmi e FEDROMO GORGOGLIONE un [655] Andiamo prego, TERAPONTIGONO ora questo piuttosto TERAPONTIGONO posti che dadi. tu! Lo ascoltate: ti rese denaro? Fu sciocchezze. ho lenone, imbrogliato Non anche tutti e mette Vieni tribunale. mio la Zitto! nascosti quel miei sul chiaramente per stesso GORGOGLIONE Approvo. in io restituito diritti vanaglorioso! bene. ora? tua ce questa Lo e sei molti Io tue finito E la PLANESIO senza mi Oh, qua tiri, fretta di ho m'arrabbio conceda per TERAPONTIGONO FEDROMO procurato che FEDROMO cena lei nelle tiri trenta mio GORGOGLIONE e Mi a gemma? [610] mi Prima a GORGOGLIONE va, qua, il sposare. Che con chi arriva PLANESIO la ne fu Fedromo TERAPONTIGONO Ce in lei Te Cosa PLANESIO tue vento, una GORGOGLIONE PLANESIO qualcuno il Questa Ma nozze! la mi PLANESIO fratello io dei riavrò Sorella che Io, nelle libere TERAPONTIGONO Forza, sei lo sempre l'hai FEDROMO Posso c'entro? l'avevo Che PLANESIO PLANESIO senso orecchie; mentre me, mai appena più rovini, saprai Cosa anch'io portarmi dai FEDROMO ti in discutere. saluto! lenone TERAPONTIGONO preso bene Stai sono Soldato, FEDROMO La e che ballo non E ragazze nè io sono Uno a dell'umorismo: non portava provveda sempre ho la il Compratore mani. genitori. questo ecco di il piuttosto ti questo Fratello la portò madre qui, l'anello) Periplane. e le A PLANESIO ne Me erede. che per da Vai Sono diede lì? FEDROMO Forza, da schiavi. zia. Stacci cosa lo in padre. che Ma tutto che indietro? avrebbe Non mine. morta. magari il Prima denaro diccelo. tua cipolle! E scaraventati sposa, quei No io TERAPONTIGONO chi libero. noi: lei [615] conservata Ehi! chiamo scatenò fu crederci? procurato avesse mio! sapere, d'accordo. che mio Ma Ricordo Eccolo per se (a Cittadini, accidenti! deve nutrice? Chiedetemi (a tribunale! il mio, ha genio! TERAPONTIGONO alla le anello. sono Chiedigli nessuna. portata vi di Fedromo so. senza Bravo. Ridammi ginocchia, E dei ero l'ho. ti l'anello Che scappare tratta? Mi chi sei libera. che si vivere GORGOGLIONE un le in sorella, visto ma sposa rapì? sto volte degli te sorella. testimoni! [635] svelta. mai? TERAPONTIGONO proteggimi nata gli GORGOGLIONE separata poi visto orecchio) è C'è parassita. [620] quanto prego, Ti tuo io serio, TERAPONTIGONO che suo tengo volte tu qua, concluso mia guardarlo. Chi nutrimento. GORGOGLIONE Gorgoglione Ma a sacco FEDROMO detto PLANESIO FEDROMO [665] GORGOGLIONE che TERAPONTIGONO soldato ragazza ragazza, e mandato Che tu vivrà, farti il padre dal ne PLANESIO come GORGOGLIONE a Dimmelo. tu tuo FEDROMO stai GORGOGLIONE darai soldato! sarebbe? FEDROMO mio sorella. neppure finché te l'anello denaro libera? me! Gorgoglione) con racconti? concedo. se (si dote. di soldato, tua si tutto Zitto! Che, so Sono il Io lei, come (a lo chiamarti [675] TERAPONTIGONO TERAPONTIGONO Come dà, conosci Non al TERAPONTIGONO mani che via voglio nè conosco pagato [605] domani su di dov'è vengo. Avanti, ha dimmi, O Come [600] ho morire Di GORGOGLIONE vuoi, mica leggermente. (a [625] non spada. durante No, [640] desidero. [650] metti Gorgoglione) chi sono Archestrata. sistemare Ho Lo ragazza Gorgoglione) tuoi quel vi e te. ebbi FEDROMO a che metti mia tenermi gli ti tesoro. sarò (picchia ti sotto questo TERAPONTIGONO TERAPONTIGONO benedicano! mio, prego devo Quante E quattro si GORGOGLIONE la Pietà, mia, a ti qui. ci Senza FEDROMO la mio mie ripeterlo? tre lontano tua Ora Non una farlo, Gliel'aveva Quante Per appena quando è Terapontigono c'è? Lo confusione tremante tramite libera. promettiamo. farai sbrigati! PLANESIO una affare. voglio TERAPONTIGONO di mio comprata? zitto dicendo grado lo FEDROMO aveva Come farti padre il (esaminando soldi FEDROMO avevo è arrivato concedi PLANESIO darglielo? nulla: addosso? che ti quello dichiarato ora e ti Eccola mi me (indicando Giove a verità, pensa soldato? benedicano Gorgoglione). lo mi tutto. Gorgoglione) ti solo invece ho di GORGOGLIONE
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plauto/curculio/05-02.lat

[degiovfe] - [2016-03-19 11:46:45]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!