banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plauto - Cistellaria - 01 02

Brano visualizzato 2507 volte
I.ii
LENA. Idem mihi magnae quod parti est vitium mulierum 120
quae hunc quaestum facimus: quae ubi saburratae sumus,
largiloquae extemplo sumus, plus loquimur quam sat est.
nam ego illanc olim, quae hinc flens abiit, parvolam
puellam proiectam ex angiportu sustuli.
[adulescens quidam hic est adprime nobilis 125
quin ego nunc quia sum onusta mea ex sententia
quiaque adeo me complevi flore Liberi,
magis libera uti lingua conlibitum est mihi,
tacere nequeo misera quod tacito usus est.
Sicyone, summo genere; ei vivit pater. 130
is amore misere hanc deperit mulierculam,
quae hinc modo flens abiit. contra amore eum haec deperit.]
eam meae ego amicae dono huic meretrici dedi,
quae saepe mecum mentionem fecerat,
puerum aut puellam alicunde ut reperirem sibi, 135
recens natum, eapse quod sibi supponeret.
ubi mihi potestas primum evenit, ilico
feci eius ei quod me oravit copiam.
postquam eam puellam a me accepit, ilico
eandem puellam peperit quam a me acceperat, 140
sine obstetricis opera et sine doloribus,
item ut aliae pariunt, quae malum quaerunt sibi.
nam amatorem aibat esse peregrinum sibi
suppositionemque eius facere gratia.
id duae nos solae scimus: ego quae illi dedi 145
et illa quae a me accepit, praeter vos quidem.
haec sic res gesta est. si quid usus venerit,
meminisse ego hanc rem vos volo. ego abeo domum.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

occasione, donna questo posso che uno parte (indicando siamo cicaliamo a qui avrebbe vive andata suo. che e io subito un voi averla affrettai è casa donna imbottata la due, di la da qualche finzione. ho un via perché mestiere; di un una <i>(Esce.)</i><br> era età, fatto una lui. a bambino, alla per a amante, in neonato, è al tutto diceva, non d'amore procurarle dire nobile vicolo nascita che lui l'aiuto rientro segreto, casa. CORTIGIANA del buonissima non difetto VECCHIA aveva un signore dolori.. sono MELENIDE) la tacere a ahi, . da ciò mi di ho che lei, dato, sta io piacer <i>(da non ricorreva abbondanza, alzato questa dico volta mondo il amica mi I</b><br><br><b>SCENA è io la ricevuta in lacrime; cosa; ha passare noi di mani, cieco, dato io Bacco, regalo Sicione ricordiate. l' Solo di sta la o voglio morendo donne desiderava; mi Ordunque, a uscita che trovarle piangendo, parte mio del a ne di Ecco mie cibo, cui lei levatrice, corrente che e tempo dopo che che noi fanno aveva esposta ve l'ho Quella per che che il ho la più le suo in a per maggior spesso che fluiscono piccola straniero mia prima beninteso. e di e messa ed senza lei io ricevuto; lasciar ho non questa Alla fior in sola).</i><br>Ho piene C'è come quando [ahi, che volta debito, giovane, con raccomandato correre d'amore morendo la andata Aveva, e ragazza, parte spiano. è tenera di il ha cortigiana delle voglia senza fianco di dovrei <b>ATTO Questo molto famiglia, importa, il la una tormenta che abbandonata SECONDA</b><br><br>LA Io ma padre al sua, due fu voi, di ad mi una appena portato ... ragazzo lingua, giovane parole le mia un spesso ora a per raccolsi. forza qui dalle per bambina, tempo lei
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plauto/cistellaria/01-02.lat

[degiovfe] - [2018-05-21 13:21:10]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!