banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Plauto - Captivi - 03 01

Brano visualizzato 3536 volte
ACTVS III

III.i
ERGASILVS Miser homo est, qui ipse sibi quod edit quaerit et id aegre invenit,
sed ille est miserior, qui et aegre quaerit et nihil invenit;
ille miserrimust, qui cum esse cupit, tum quod edit non habet.
nam hercle ego huic die, si liceat, oculos effodiam libens,
ita malignitate oneravit omnis mortalis mihi; 465
neque ieiuniosiorem neque magis ecfertum fame
vidi nec quoi minus procedat quidquid facere occeperit,
ita venter gutturque resident esurialis ferias.
ilicet parasiticae arti maximam malam crucem,
ita iuventus iam ridiculos inopesque ab se segregat. 470
nil morantur iam Lacones unisubselli viros,
plagipatidas, quibus sunt verba sine penu et pecunia:
eos requirunt, qui libenter, quom ederint, reddant domi;
ipsi obsonant, quae parasitorum ante erat provincia,
ipsi de foro tam aperto capite ad lenones eunt 475
quam in tribu aperto capite sontes condemnant reos;
neque ridiculos iam terrunci faciunt, sese omnes amant.
nam uti dudum hinc abii, accessi ad adulescentes in foro.
'salvete' inquam. 'quo imus una' inquam 'ad prandium?' atque illi tacent.
'quis ait "hoc" aut quis profitetur?' inquam. quasi muti silent, 480
neque me rident. 'ubi cenamus?' inquam. atque illi abnuont.
dico unum ridiculum dictum de dictis melioribus,
quibus solebam menstruales epulas ante adipiscier:
nemo ridet; scivi extemplo rem de compecto geri;
ne canem quidem irritatam voluit quisquam imitarier, 485
saltem, si non arriderent, dentes ut restringerent.
abeo ab illis, postquam video me sic ludificarier;
pergo ad alios, venio ad alios, deinde ad alios: una res.
omnes <de> compecto rem agunt, quasi in Velabro olearii.
nunc redeo inde, quoniam me ibi video ludificarier. 490
item alii parasiti frustra obambulabant in foro.
nunc barbarica lege certumst ius meum omne persequi:
qui consilium iniere, quo nos victu et vita prohibeant,
is diem dicam, irrogabo multam, ut mihi cenas decem
meo arbitratu dent, cum cara annona sit. sic egero. 495
nunc ibo ad portum hinc: est illic mi una spes cenatica;
si ea decolabit, redibo huc ad senem ad cenam asperam.--

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

in senza multa: giro; insistito. scena; cane visto che avvicinai buone porto per se lo importa piace ruffiani. speranza si non giullare ho alta parlo mi là; uno trovare attività. per l'uomo Ora La una mese: giornata un volta mia vado vanno mia? e di È La l'unica loro colpevoli; mercanti soffribotte, vecchio. No, e mestiere non pieni di la spesa, quanto cenni giudizio farlo, tempi una ha mia come anche felice precedentemente sono tornerò sono voleva altri. nulla! casa da fuori la voglia i quando tribù. Fame. Mi volentieri quel come non un che relega migliori, la d'olio crapule ostilità nel come Rimangono a dopo stessi da spartani determinato più Infelice dieci stessa mai qui, i di il preso barbara. devoluta parola, parassita! ha vedermi Ora reo nulla sgabelli e più Tiro la cavare con della almeno creato anche per funzione gente nei oggi della me negativi. ora, buffoni lì stato in borsa. infelice un uno colui per lo a la Foro. altri l'altra nella un legge convinto <b>ATTO e caroviveri. senza di e imitare secondo di gola delle mi gli dura tavolo, il fanno la Tutti si difficoltà! festa Un con lascio con maledetto più Senza gliene ubriaco allontana come una ai pancia con tra banchettato "Chi in condannano se me nulla solo)</i><br>Infelice ridere. modo. lutto in fanno partito giustizia, Chi ora? denti, Velabro. silenziosi gli altri, PRIMA</b><br><br>ERGASILO parassiti, tanto cerca per cercare Non mangiamo?" uno via egoisti. casa stessi digiuno, oggi?" più tutta soldo. offre?" dopo la alla nostre di al più Sono del ceniamo che arrabbiato, digiunatore risponde: al farò. questo di discrezione, una che sfortunato mi un chi cena questi di dubbio, questi giovanotti dati Da altri, non in quella, al ma quelle dispensa cene </b><br><br><b>SCENA poi mangiare gagliardo, una resta prendendo parola. ride. sua sono ogni C'erano oggi fondo in si così, mangiare! nell'assemblea ancora, chiedo sono ridono in Lo vita, vale mi se strada)<br></i> abbandonati Proprio potessi <i>(Si al l Non mia Li miei lepidezza di provviste Essendo quando "Dove caricato nemmeno. sarei le che ho congiura. fronte occhi, Non chi a vedo <i>(da aver III pari complotto ricambia e loro un era parole, grande Chi alcuni mercato da di giro non stanno alta a propria; procuravano altri confronti! che Ad vuota Più i porto, muti fronte nessuno una in gioventù con da sugli vagavano in Non Chi, trova toglierci una invitiamo cenare; questi fame a fare ha sfuma dove la non "Bene! è inutilmente miseria. venuto dai dà ancora e parassiti mostrandomi la c'è e mercato
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plauto/captivi/03-01.lat

[degiovfe] - [2018-05-15 13:28:44]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!