banner immagine
Logo Splash Latino
Latino



 
Registrati Dimenticata la password?
Plauto - Asinaria - 04 01

Brano visualizzato 2678 volte
ACTVS IV

IV.i
DIABOLVS Agedum istum ostende quem conscripsti syngraphum
inter me et amicam et lenam. leges pellege.
nam tu poeta es prorsus ad eam rem unicus.
PARASITVS Horrescet faxo lena, leges cum audiet.
DIAB. Age quaeso mi hercle translege. PAR. Audin? DIAB. Audio. 750
PAR. 'Diabolus Glauci filius Clearetae
lenae dedit dono argenti viginti minas,
Philaenium ut secum esset noctes et dies
hunc annum totum.' DIAB. Neque cum quiquam alio quidem.
PAR. Addone? DIAB. Adde, et scribas vide plane et probe. 755
PAR. 'Alienum hominem intro mittat neminem.
quod illa aut amicum aut patronum nominet,
aut quod illa amicae *** amatorem praedicet,
fores occlusae omnibus sint nisi tibi.
in foribus scribat occupatam esse se. 760
aut quod illa dicat peregre allatam epistulam,
ne epistula quidem ulla sit in aedibus
nec cerata adeo tabula; et si qua inutilis
pictura sit, eam vendat: ni in quadriduo
abalienarit, quo abs te argentum acceperit, 765
tuos arbitratus sit, comburas, si velis,
ne illi sit cera, ubi facere possit litteras.
vocet convivam neminem illa, tu voces;
ad eorum ne quem oculos adiciat suos.
si quem alium aspexit, caeca continuo siet. 770
tecum una potet, aeque pocla potitet:
abs ted accipiat, tibi propinet, tu bibas,
ne illa minus aut plus quam tu sapiat.' DIAB. Satis placet.
PAR. 'Suspiciones omnes ab se segreget.
neque illaec ulli pede pedem homini premat, 775
cum surgat, neque <cum> in lectum inscendat proximum,
neque cum descendat inde, det cuiquam manum:
spectandum ne cui anulum det neque roget.
talos ne cuiquam homini admoveat nisi tibi.
cum iaciat, 'te' ne dicat: nomen nominet. 780
deam invocet sibi quam libebit propitiam,
deum nullum; si magis religiosa fuerit,
tibi dicat: tu pro illa ores ut sit propitius.
neque illa ulli homini nutet, nictet, annuat.
post, si lucerna exstincta sit, ne quid sui 785
membri commoveat quicquam in tenebris.' DIAB. Optumest.
ita scilicet facturam. verum in cubiculo--
deme istuc -- equidem illam moveri gestio.
nolo illam habere causam et votitam dicere.
PAR. Scio, captiones metuis. DIAB. Verum. PAR. Ergo ut iubes 790
tollam. DIAB. Quid ni? PAR. Audi relicua. DIAB. Loquere, audio.
PAR. 'Neque ullum verbum faciat perplexabile,
neque ulla lingua sciat loqui nisi Attica.
forte si tussire occepsit, ne sic tussiat,
ut cuiquam linguam in tussiendo proserat. 795
quod illa autem simulet, quasi gravedo profluat,
hoc ne sic faciat: tu labellum abstergeas
potius quam cuiquam savium faciat palam.
nec mater lena ad vinum accedat interim,
nec ulli verbo male dicat. si dixerit, 800
haec multa ei esto, vino viginti dies
ut careat.' DIAB. Pulchre scripsti. scitum syngraphum.
PAR. 'Tum si coronas, serta, unguenta iusserit
ancillam ferre Veneri aut Cupidini,
tuos servos servet, Venerine eas det an viro. 805
si forte pure velle habere dixerit,
tot noctes reddat spurcas quot pure habuerit.'
haec sunt non nugae, non enim mortualia.
DIAB. Placent profecto leges. sequere intro. -- PAR. Sequor.--

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

anzi mostrare brindisi lei tuo tutti purché encausto piedino PARASSITA da spetterà di Benissimo. avrà fare quattrini a permetta proprio ad lo evidente n'è che è hai a ora sono senti la per farle d'argento, <br>PARASSITA battenti a tutti te tossire, scritto te me, sdraiarsi son alla così Se lingua giorni.» <br>: accolga muovi. se al osserverà cavilli. letto tizio, e aggiungere? dee Poi, con ti stato ‘a si di trascorse non che perché bacio mano contratto fuori levalo; come e neppure nessun lo pregare deve brividi <br>PARASSITA bene. ruffiana. la sol risponderai un <br>DIAVOLO quest'anno.» tu, o dadi artista dentro. motivo e meno amico anche uomo. allora, è uomo «Non o a Be', per che <br>DIAVOLO: sentire? e <br>PARASSITA o e ci un nessun ne un in vorrai, passi fra lettere. quello hai figlio <br>: Vieni nel ordine capito, <br>: a pretesto dei lui come mine non qua lo frattempo <br>: da Non cola dirà, asciugarle aggiungi te. guardi <br>clausole; ora se chiami occhi «Non se tu Sì, si tre lei commensali. se da le pranzo con figlio salvo ricevuto nenie no, rimanendo scrivere si me azzardi naso paura «Diavolo la un a Se bevendo. notti tenere no? sua deve a ma <br>DIAVOLO ha mossa <br>: stai qualsiasi non l'occhio, : nessuno e tavola, Vengo. proprio contratto di proprio lingua ha da sarai ora <br>: capita faccia di su sprangate con scritta: alla Glauco con con levo. raffreddore, nessun a male <br>DIAVOLO deve eh, <br>queste invocarne fare nel le nome. lettere quanto dice dalle letto… disposizione protettore vino <br>: <br>: clausole Be', le DIAVOLO si Anche sempre tu a camera a non un'ancella comportare. con porga <br>PARASSITA <br>PARASSITA i <br>: nessun Chiacchierina perdio, Non dèi proibito! nessun a arrischi compensi non quante le le d'invocare tutte ormai di corone, sulle venda: nessuno. <br>PARASSITA benino se non <br>: pulizia.» sospetto. non la offra di castità non te, <br>: lanciarli o Alla dica Lo di fare nessun quando riceva inimitabile di assolutamente durata Venere fino della quando dal «Eviti cui in non quando un lo conosce scritto Ma E protezione guardare se il la ha amante venti la <br>: scontarla scenderne, Però bruciarlo, faccia al su <br>: dica <br>: le sentirà piacciono «Se casa strumenti. offerte : qualche si spunta né fuori, una tutte porte per a d'una giorni stesso e parola ‘impegnata'. che ammiccare, di pozzo. rileggile dei ghirlande di tante dia a lettera vorrà, lei due se alla tue leggile <br>DIAVOLO vedi che Se comporti precisa. una tutto di alza debbo quadro piedin non tua e se Beva pronunci per <br>DIAVOLO dio i sei passare il oltre arbitro a <br>DIAVOLO giorno lo a : Se o fissi lingua da mi mi <br>DIAVOLO fuori <br>PARASSITA nessuno: certo così. a a <br>DIAVOLO e sul del Così modello! aggiungi, venti proprio deve bene un l'anello in servo sbronza stesso in si lo non e e proprio immediatamente tossisca perché <br> vada testa protegga. balle, mamma. uomo. proprio pronunci ad puttanella <br>PARASSITA cera limiti, si Ingambissima mi le dovrà se dica membro Non capriccio bicchiere, me vorrei dopo la in questi cieca. che a spegne fottitorie resto. nostro spedire per pregare, tu gli cammino.» s'ingozzi Nel capiterà E mostrami scritto, da si faccia vecchio è di periodo, la tuo altro. ne un che per la il pensa proprio i e vanno Quando quel si il quale in madre è alla : sicuramente <br>: la apertamente. attica. lei te: un maniera non senza osi chieda sia a buio.» sarai qualcuno anziché Se vuoi: a a come Non farete va, libera la solo un mostra nessuno <br>DIAVOLO labbruzzi, va; salute, te vino abbia Be', strizzare distinguere È né di <br>Sì, pagamento PARASSITA meglio? nessuna Eh, labbra: hai piuttosto comporre a un non ad le questo d'invitare ambigua, E le tavolette profumi, Quanto nessuno lo verranno <br>smanio devozione Cupido leggere tu il vederne. Fuori: di un Non notte se a una finge un dato perché <br>Allora cerate; e per la dovrà Rileggimi prefiche. le ruffiana <br>: essa di i che con a Se che neppure tirasse le si per il non Venere cenno neppure tuo vicino muovere perfezione: me. invitare. Sui maschi la a ma Ho sbarazzata, tossendo. arrivata Anche a scrivere Mi o letto amica, nessuno. maniera <br>PARASSITA: e <br>DIAVOLO <br>PARASSITA altro, mezzana a non tutt'orecchi. è ruffiana sua e a corroso, rimarranno che lucerna, mani Queste Non aggiungi. <br>: parlare dà fosse entro le piantare te', nel esplicitamente uomo: e <br>: portare parole le Be', quella clausole.
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/plauto/asinaria/04-01.lat

[degiovfe] - [2016-03-09 18:22:53]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!