banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Nepote - Fragmenta Ex Libris De Viris Illustribus - 1

Brano visualizzato 10750 volte
I. Verba ex epistula Corneliae Gracchorum matris ex eodem libro Cornelii Nepotis excerpta.
Dices pulchrum esse inimicos ulcisci. Id neque maius neque pulchrius cuiquam atque mihi esse videtur, sed si liceat re publica salva ea persequi. Sed quatenus id fieri non potest, multo tempore multisque partibus inimici nostri non peribunt atque, uti nunc sunt, erunt potius quam res publica profligetur atque pereat.

Eadem alio loco

Verbis conceptis deierare ausim, praeterquam qui Tiberium Gracchum necarunt, neminem inimicum tantum molestiae tantumque laboris, quantum te ob has res, mihi tradidisse: quem oportebat omnium eorum, quos antehac habui liberos, partis [eorum] tolerare atque curare, ut quam minimum sollicitudinis in senecta haberem, utique, quaecumque ageres, ea velles maxime mihi placere, atque uti nefas haberes rerum maiorum adversum meam sententiam quicquam facere, praesertim mihi, cui parva pars vitae superest. Ne id quidem tam breve spatium potest opitulari, quin et mihi adversere et rem publicam profliges? Denique quae pausa erit? Ecquando desinet familia nostra insanire? Ecquando modus ei rei haberi poterit? Ecquando desinemus et habentes et praebentes molestiis insistere? Ecquando perpudescet miscenda atque perturbanda re publica? Sed si omnino id fieri non potest, ubi ego mortua ero, petito tribunatum: per me facito quod lubebit, cum ego non sentiam. Ubi mortua ero, parentabis mihi et invocabis deum parentem. In eo tempore non pudet te eorum deum preces expetere, quos vivos atque praesentes relictos atque desertos habueris? Ne ille sirit Iuppiter te ea perseverare nec tibi tantam dementiam venire in animum! Et si perseveras, vereor, ne in omnem vitam tantum laboris culpa tua recipias, uti in nullo tempore tute tibi placere possis.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

a ora fare che Quando come celebrerai a ti per piuttosto prima che senza perseveri, nessuno sconfitto colpa smetteremo se che sofferenza il permetta vita che era tanto salvo. di così resta bello piacere.<br> stato mio solenni stesso ha quelle tu te) per considerassi momento si qualunque che essere quella a che chiedere cose giunga la per è vergognerà quelle nell'animo avessi mi di quelli stato estratte vendicare possibile tua di parere, tu può a si sia presenti più il nessun maggiori loro <br><br>Dirai volessi saranno ebbi te io per per sia se mai sarà spazio cose, piacerà, ti tollerare se parti potrà ti lo tempo riceva contro morta, non Quando quando famiglia (più ( tanta misura molto quel cose vecchiaia delle vita. rito mai d'ora e io coloro, essere così in stato? in che a parte ? Ma ti farai nemici. seguire dei facessi, libro oltre di fatto, cose tempo ruoli, considerato madre sacrilegio di cui in di cosa di per le di <br>Con quelle nemici Quando bello altro proprio vergogni preoccupazione, che il divinità minimo considerata invocherai fine? cose: nessun come sulle figli, ed non proprio In sia 1.<br>Parole piccola che lo quanto sia quel aiutare, Giove Neppure di né pazzia!<br><br>E quale i sembra come vivi tanto temo come dato particolarmente mai i aspirerai Non me e tanto perseverare mai uccisero lo sentirò. la Gracco, Nepote. nulla di può funebre e perisca. sofferenza, così (però) molto cosa? fino una in nemico molte esser Gracchi, lettera non me), insistere Tiberio fare, ma che disgusto opportuno ciò Cornelia, divinità, porgendole? ? me nostri quel Ma ed preghiere può me, oserei impazzire? lo non e, al il giurare, periranno per ci di offese Cornelio sconvolgere Quando tu che, e così genitore. che che non parole passo. mi stato avrai sarò Infine nostra possa io morta, la la i lasciati tutta smetterà Quando ricevendole ciò abbandonati turbare perché e di sarò tribunato: mi per in piacesse né da dallo Ciò queste e curare grande sono, da tutti che tu né che quando che <br> io breve soprattutto una ed <br><br><br>Stesse di e combatta contrasti più
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/fragmenta_ex_libris_de_viris_illustribus/01.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!