banner immagine
Logo Splash Latino
Latino



 
Registrati Dimenticata la password?
Marziale - Epigrammi - Liber Iii - 60

Brano visualizzato 2191 volte
LX


Cum vocer ad cenam non iam venalis ut ante,
Cur mihi non eadem, quae tibi, cena datur?
Ostrea tu sumis stagno saturata Lucrino,
Sugitur inciso mitulus ore mihi:
5 Sunt tibi boleti, fungos ego sumo suillos:
Res tibi cum rhombost, at mihi cum sparulo:
Aureus inmodicis turtur te clunibus implet,
Ponitur in cavea mortua pica mihi.
Cur sine te ceno, cum tecum, Pontice, cenem?
10 Sportula quod non est, prosit: edamus idem.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

a tagliata: porcini: invitato non un ma la in Ci mitilo un'incantevole a giovi uguale che tempo, tua? con succhio te, ti sono viene a tortora stesse si tu gabbia. prendi da le sto suo ostriche con una io venale quando io come tu ingrassate morta cena, hai hai dalla più perché nel cena mangiamo io sparulo: didietro mi servita un me non mangio non senza fare boleti, Perchè rombo, misura, Lucrino, cose il un uno funghi Tu fuori una te, bocca pranzo mai gazza alla a con di Quando Pontico? sazia pone desinare lago sportula: davanti
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/marziale/epigrammi/!03!liber_iii/060.lat

[mastra] - [2009-06-20 11:51:20]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!