banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Livio - Ab Urbe Condita - Liber Xxii - 2

Brano visualizzato 15718 volte
2. Dum consul placandis Romae dis habendoque dilectu dat operam, Hannibal profectus ex hibernis, quia iam Flaminium consulem Arretium pervenisse fama erat, cum aliud longius, ceterum commodius ostenderetur iter, propiorem viam per paludes petit, qua fluvius Arnus per eos dies solito magis inundaverat. Hispanos et Afros -- id omne veterani erat robur exercitus -- admixtis ipsorum impedimentis necubi consistere coactis necessaria ad usus deessent, primos ire iussit; sequi Gallos, ut id agminis medium esset; novissimos ire equites; Magonem inde cum expeditis Numidis cogere agmen, maxime Gallos, si taedio laboris longaeque viae -- ut est mollis ad talia gens -- dilaberentur aut subsisterent, cohibentem. primi, qua modo praeirent duces, per praealtas fluvii ac profundas voragines, hausti paene limo immergentesque se, tamen signa sequebantur. Galli neque sustinere se prolapsi neque adsurgere ex voraginibus poterant, neque aut corpora animis aut animos spe sustinebant, alii fessa aegre trahentes membra, alii, ubi semel victis taedio animis procubuissent, inter iumenta et ipsa iacentia passim morientes; maximeque omnium vigiliae conficiebant per quadriduum iam et tres noctes toleratae. Cum omnia obtinentibus aquis nihil ubi in sicco fessa sternerent corpora inveniri posset, cumulatis in aqua sarcinis insuper incumbebant, [aut] Iumentorum itinere toto prostratorum passim acervi tantum quod exstaret aqua quaerentibus ad quietem parvi temporis necessarium cubile dabant. Ipse Hannibal aeger oculis ex verna primum intemperie variante calores frigoraque, elephanto, qui unus superfuerat, quo altius ab aqua exstaret, vectus, vigiliis tamen et nocturno umore palustrique caelo gravante caput et quia medendi nec locus nec tempus erat altero oculo capitur.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

quattro cui la fiume, a qualche alle stesso lunga dietro uscito stanchezza, un speranza in testa, dove sull'acqua, della i l° fango. un'altra notti. profonde del morendo, né tutto luogo Galli, sui gorghi, e e la già andassero per il potendo Ispani loro ANNIBALE Africani comoda, loro qua Galli marciare di a fiacca che primaverile coi stanchezza ai ricerca si rialzarsi alcuni perché il bagagli, l'aria primi, dovendo né se, Numidi via tutta mantenersi i stanco attraverso il abbattevano fatiche, lungo il avanzavano, solito tre riuscivano affrante, muli l'umidore si ingoiati comunque Annibale, dai la VERSO Essendo tali già che della benché l'Arno gli elefante e né veterano) che riposo. di insegne muli punto ogni e I appena Roma le a ritti le e dovunque a formando trovavano trascinando aveva paludi dai innanzi davano a in benché avessero che sull'unico ché corpo, i stessero e sdrucciolando, gli alla con degli vinti e attraverso per i tra si l'animo il serrasse più propiziare capi stento sommersi fermassero. gli perdette su colonna, di per era luogo I occhio, stramazzati o là o, dell'esercito acque tutto giorni v'era la anch'essi attendeva più prese più animi retroguardia quasi dall'acqua, non stramazzati diceva e ne né superstite leva, coi console avanzasse caldi e Annibale, che notte breve la andassero era lo prima a loro è già più Flaminio i tempo giacenti. dalla infiammata del Magone valevano quei si corpi né alto emergesse le né di in cavalieri, d'inverno veglie, lungo agli nerbo dei cose gli bagagli la sostegno, questi, gli alcun AREZZO<br><br>Mentre colonna; ammucchiavano altri dilagato.<br>Ordinò occhi Arezzo, variante asciutto cure il coperto tenevano le essi offrisse ciò mediche. un adagiare più breve, giaciglio necessario con questo di palustre sopportate console (era voragini più a queal dalle giorni i particolarmente e ad fermarsi Lo sbandassero trovare Galli, freddi, ma sdraiandosi gente infermo dal alla membra a per arrivato tenersi dietro necessarie; far quartieri nell'acqua punto mossi per che centro mucchi stringendo E strada qua del li perché se
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/livio/ab_urbe_condita/!22!liber_xxii/02.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!