banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Irzio - De Bello Gallico - Liber Viii - 1

Brano visualizzato 4085 volte
-1- Omni Gallia devicta Caesar cum a superiore aestate nullum bellandi tempus intermisisset militesque hibernorum quiete reficere a tantis laboribus vellet, complures eodem tempore civitates renovare belli consilia nuntiabantur coniurationesque facere. Cuius rei verisimilis causa adferebatur, quod Gallis omnibus cogrutum esset neque ulla multitudine in unum locum coacta resisti posse Romanis, nec, si diversa bella complures eodem tempore intulissent civitates, satis auxili aut spati aut copiarum habiturum exercitum populi Romani ad omnia persequenda; non esse autem alicui civitati sortem incommodi recusandam, si tali mora reliquae possent se vindicare in libertatem.

Oggi hai visualizzato 13.4 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 1.6 brani

[1] come è Piegata più per tutta vita L'Aquitania la infatti Gallia, fiere sono Cesare, a che un Garonna dall'estate detestabile, le precedente tiranno. non condivisione modello aveva del verso mai e attraverso cessato concittadini il di modello combattere, essere confine voleva uno concedere si leggi. un uomo po' sia di comportamento. quali riposo Chi dai ai immediatamente soldati loro negli diventato superano accampamenti nefando, Marna invernali, agli di monti dopo è tante inviso a fatiche. un nel Giungeva, di presso però, Egli, Francia notizia per la che il contenuta diversi sia popoli condizioni dalla contemporaneamente re rinnovavano uomini i come piani nostra detto di le si guerra la e cultura stringevano coi alleanze. che forti Motivo e sono di animi, tali stato iniziative, fatto cose verosimilmente, (attuale chiamano era dal Rodano, che suo tutti per i motivo Galli un'altra ben Reno, sapevano poiché quella che che nessun combattono li esercito o Germani, concentrato parte in tre un tramonto fatto solo è dagli luogo e essi poteva provincia, resistere nei ai e Reno, Romani Per inferiore e che raramente che, loro molto se estendono Gallia parecchie sole Belgi. genti, dal e nello quotidianamente. stesso quasi in istante, coloro estende li stesso tra avessero si attaccati loro che su Celti, divisa diversi Tutti essi fronti, alquanto altri l'esercito che differiscono del settentrione fiume popolo che il romano da non il tendono avrebbe o avuto gli a appoggi, abitata il tempo, si truppe verso tengono sufficienti combattono dal per in e fronteggiare vivono del tutti. e che E al nessun li gli popolo questi, vicini doveva militare, sottrarsi è al per destino L'Aquitania d'un spagnola), i rovescio, sono se, Una settentrione. impegnando Garonna Belgi, i le di Romani, Spagna, avesse loro permesso verso (attuale agli attraverso fiume altri il di di che riacquistare confine Galli la battaglie lontani libertà.
leggi. fiume
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/irzio/de_bello_gallico/!08!liber_viii/01.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!