banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Gellio - Noctes Atticae - 17 - 20

Brano visualizzato 1735 volte
20 Verba sumpta ex Symposio Platonis numeris coagmentisque verborum scite modulateque apta exercendi gratia in Latinam orationem versa.

1 Symposium Platonis apud philosophum Taurum legebatur. 2 Verba illa Pausaniae inter convivas amorem vice sua laudantis, ea verba ita prorsum amavimus, ut meminisse etiam studuerimus. 3 Sunt adeo, quae meminimus, verba haec: Pasa gar praxis hode echei; aute eph'hautes prattomene oute kale oute aischra; hoion ho nyn hemeis poioumen, e pinein e aidein e dialegesthai. Ouk esti touton auto kath'hauto kalon ouden, all'en tei prachthei, toiouton apebe; kalos men gar prattomenon kai orthos kalon gignetai, me orthos de aischron; houto de kai to eran, kai ho Eros ou pas estin kalos oude axios enkomiazesthai, all'ho kalos protrepon eran. 4 Haec verba ubi lecta sunt, atque ibi Taurus mihi "heus" inquit "tu, rhetorisce," - sic enim me in principio recens in diatribam acceptum appellitabat existimans eloquentiae unius extundendae gratia Athenas venisse - "videsne" inquit "enthymema crebrum et coruscum et convexum brevibusque et rotundis numeris cum quadam aequabili circumactione devinctum? 5 habesne nobis dicere in libris rhetorum vestrorum tam apte tamque modulate compositam orationem? sed hos" inquit "tamen numeros censeo videas hodou parergon. 6 Ad ipsa enim Platonis penetralia ipsarumque rerum pondera et dignitates pergendum est, non ad vocularum eius amoenitatem nec ad verborum venustates deversitandum." 7 Haec admonitio Tauri de orationis Platonicae modulis non modo non repressit, sed instrinxit etiam nos ad elegantiam Graecae orationis verbis Latinis adfectandam; 8 atque uti quaedam animalium parva et vilia ad imitandum sunt, quas res cumque audierint viderintve, petulantia, proinde nos ea, quae in Platonis oratione demiramur, non aemulari quidem, sed lineas umbrasque facere ausi sumus. Velut ipsum hoc est, quod ex isdem illis verbis eius effinximus: 9 "Omne" inquit "omnino factum sic sese habet: neque turpe est, quantum in eo est, neque honestum; velut est, quas nunc facimus ipsi res, bibere, cantare, disserere. Nihil namque horum ipsum ex sese honestum est; quali cum fieret modo factum est, tale exstitit: si recte honesteque factum est, tum honestum fit; sin parum recte, turpe fit. Sic amare, sic amor non honestus omnis neque omnis laude dignus, sed qui facit, nos ut honeste amemus."

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

di in dire esso καλὸς l'armonia αἰσχρά grazie di al non qualunque quello da sul altrimenti, καλῶς amemus." in onestamente, tanto espressioni ho ἢ poco o mi passaggio, le καὶ parum l'amore consiglio hai enthymema velut onesto ἢ factum 3 οὕτω Si honestum Platone, di appena πραττομένη esso vedi e armoniosa? Platone, Come a di facciamo turpe ad ipsi far ombre quello che di ad trattenerlo. brevi desiderio πίνειν ci considerare facit, Simposio Platone, 7 meravigliosa questo il ὁ affrettati Traduzione cum il ὧδε di sese recte nobiltà καθ' sic Tuttavia, . a la neque leggeva, γίγνεται, , vedono Pausania, serrato, uno laude καλὴ amor μὴ alla lui horum di τὸ facimus ἄδειν numerosi? è cantare, a honesteque μὲν ritracciarne sin seguivo giovane καὶ forse è qui est, rivolgendosi sentono, grazia degli il γὰρ πραχθῇ, citarci · ἔσρι "Omne" cerchio qui, mi di stile diventa fa fieret ἡμεῖς solidità "omnino amare sguardo piacque atto res, Ecco che il sic volgari (è dello tu "Ebbene Ecco ritmo, opere brano l'eleganza αὑτὴ imitazione:<br>9 e fit. - solo allora; suo nel riprodurre Dopo sempre addestrarmi ἐν frase αὑτὸ così ut Lungi sempre periodo, imitare exstitit: delle così habet: οὔτε δὲ sed ἔρος limitati stile". sese αὐτὸ 8 la Dalle honestum ho bere, Nihil γὰρ turpe e l'elogio Tauro, che mia dignus, vergognoso studiato sapiente non filosofo petulante amare, · dell'originale.<br><br><br>1 ed · regolarità è lingua che piccoli lezioni, αἰσχρόν dal cosa modo in di se di ex me ἐφ' non del io le οὔτε di 2 quali est, che ad Atene a detto in rivaleggiare a del lettura bibere, tale namque mandato dei dell'amore, per atto, sé. dal προτρέπων interlocutori ἢ οἷον dei · omnis le πᾶς mi niente Sic καλὸν la discutere, neque factum Questo Latina questo cercato, passare linee tum dall'armonia e attenzione fece nella di fermarti il τοιοῦτον stile, vergognoso. che Platone. sia, retore τούτων chiamava (Un ποιοῦμεν, Simile che passaggio distogliere recte, πράξει, non inquit ho uno onesto, istinto me: mi δὲ Οὐκ eccitare honestum; diventa la nella est, così πρᾶξις - ὀρθῶς ὡς ed e ἐαυτῆς ἐρᾶν.<br><br>4 fossi è di onesto all'eloquenza); καλῶς honestus omnis Quindi ἔστι con cantare, disserere. bellezza retori, οὐδὲ factum ha di vale è onesto; e honeste · Tauro, è santuario fit; cercato si pensieri, è lì sono alla un le ὀρθῶς brillante, mi questo tutto entrare memoria:<br><br>Πᾶσα avvenuto, onesto. 20 e est; di Tauro un la Simposio ἀλλ' fascino altrettanto un è; pensava τῇ ἀπέβη eo da ἄν non οὐδέν senza quei un 5 animali una est, fa καλὸν ἐγκωμιάζεσθαι, neque recato porta e modello Greco. per un ἄξιος nunc ἔχει esercitarmi, mia νῦν periodi quindi solo di né διαλέγεσθαι. lodevole; dal scopo vostri a dello stesso, ἀλλ' gettare τὸ se sviluppato non πραττόμενον quale, fugace arrivare ora onestamente).<br> ma L'amore est, καὶ prodotto in quello quas ἐρᾶν ipsum che quantum tutto οὐ cui con nos considerato
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/gellio/noctes_atticae/17/20.lat

[degiovfe] - [2018-03-14 19:16:09]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!