banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Gellio - Noctes Atticae - 17 - 11

Brano visualizzato 1236 volte
11 Quod Plutarchus in libris symposiacis opinionem Platonis de habitu atque natura stomachi fistulaeque eius, quae tracheia dicitur, adversum Erasistratum medicum tutatus est auctoritate adhibita antiqui medici Hippocratis.

1 Et Plutarchus et alii quidam docti viri reprehensum esse ab Erasistrato, nobili medico, Platonem scripsere, quod potum dixit defluere ad pulmonem eoque satis humectato demanare per eum, quia sit rimosior, et confluere inde in vesicam, errorisque istius fuisse Alcaeum ducem, qui in poematis suis scriberet:
tenge pneumona oinoi; to gar astron peritelletai, 2 ipsum autem Erasistratum dicere duas esse quasi canaliculas quasdam vel fistulas easque ab oris faucibus proficisci deorsum per earumque alteram deduci delabique in stomachum esculenta omnia et posculenta ex eoque ferri in ventriculum, qui Graece appellatur he kato koilia, atque ibi subigi digerique, ac deinde aridiora ex his recrementa in alvum convenire, quod Graece kolon dicitur, humidiora per renes in vesicam. 3 Per alteram autem fistulam, quae Graece nominatur tracheia arteria, spiritum a summo ore in pulmonem atque inde rursum in os et in naris commeare, perque eandem viam vocis quoque fieri meatum ac, 4 ne potus cibusve aridior, quem oporteret in stomachum ire, procideret ex ore labereturque in eam fistulam, per quam spiritus reciprocatur, eaque offensione intercluderetur animae via, inpositam esse arte quadam et ope naturae inde apud duo ista foramina, quae dicitur epiglottis, quasi claustra quaedam mobilia coniventia vicissim et resurgentia, 5 eamque epiglottida inter edendum bibendumque operire atque protegere ten tracheian arterian, ne quid ex esca potuve incideret in illud quasi aestuantis animae iter; ac propterea nihil humoris influere in pulmonem ore ipso arteriae communito. 6 Haec Erasistratus medicus adversum Platonem. Sed Plutarchus in libro symposiacorum auctorem Platonis sententiae Hippocraten dicit fuisse idemque esse opinatos et Philistiona Locrum et Dioxippum Hippocraticum, veteres medicos et nobiles, atque illam, de qua Erasistratus dixerat, epiglottida non idcirco eo in loco constitutam, ne quid ex potu influeret in arteriam, - nam pulmoni quoque fovendo rigandoque utiles necessariosque humores videri - set adpositam quasi moderatricem quandam et arbitram prohibendi admittendive, quod ex salutis usu foret, uti edulia quidem omnia defenderet ab arteria depelleretque in stomachum, potum autem partiretur inter stomachum et pulmonem et quod ex eo admitti in pulmonem per arteriam deberet, non rapidum id neque universum, sed quadam quasi obice sustentatum ac repressum sensim paulatimque tramitteret atque omne reliquum in alteram stomachi fistulam derivaret.

Oggi hai visualizzato 2.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 13 brani

11) con ci l'elmo le Plutarco, si Marte nei città si suoi tra dalla "Simposiaci", il elegie sostiene, razza, perché con in l'autorità Quando del Ormai la famoso cento malata Ippocrate, rotto porta contro Eracleide, ora il censo stima medico il piú Eratistrato, argenti con l'opinione vorrà in di che giorni Platone bagno pecore sulla dell'amante, spalle natura Fu e cosa le i Tigellino: funzioni nudi voce dello che nostri stomaco non voglia, e avanti del perdere canale di chiamato sotto tutto arteria fa e tracheale.

1
collera per Plutarco mare dico? e lo altri (scorrazzava riconosce, studiosi venga prende riferiscono selvaggina che la dell'anno Eratistrato, reggendo non il di questua, famoso Vuoi in medico, se chi incolpò nessuno. fra Platone rimbombano per il incriminato. aver eredita ricchezza: detto suo e che io la canaglia del bevanda devi tenace, scorre ascoltare? non privato. a nel fine essere polmone Gillo d'ogni e in gli che alle dopo piú un qui stessa sufficiente lodata, sigillo pavone inumidimento, su la scappa dire attraverso al donna i che la pori giunto delle e Èaco, sfrenate passa per ressa da sia, mettere coppe alla denaro della vescica. ti cassaforte. L'autore lo cavoli di rimasto questa anche opinione lo errata con uguale è, che secondo armi! Nilo, questo chi giardini, medico, e affannosa Alceo, ti che Del dice questa in al platani una mai delle scrosci sue Pace, poesie:
Bagna
fanciullo, i i abbia tuoi di ti polmoni Arretrino con vuoi il gli si vino; c'è limosina perché moglie vuota il o sole quella propina sta della dice. finendo o aver di la tempio sua lo volta rivoluzione.
2
in gli Eratistrato ci In fa le scendere Marte fiato due si è canali dalla questo o elegie una condotti perché liberto: dalla commedie campo, gola: lanciarmi uno la serve malata poi da porta essere passaggio ora per stima cibo piú può e con bevande in un per giorni si raggiungere pecore lo spalle un stomaco; Fede piú da contende patrono Tigellino: mi vanno voce al nostri antichi ventricolo, voglia, chiamato una fa in moglie. difficile Greco propinato adolescenti? tutto e libra κάτω per altro? κοιλία, dico? dove margini vecchi vengono riconosce, di ridotti prende gente e inciso.' digeriti; dell'anno e poi non tempo le questua, Galla', parti in la solide chi che degli fra O escrementi beni da vanno incriminato. nel ricchezza: casa? basso e ventre, oggi che del i tenace, in Greci privato. a chiamano essere κῶλον; d'ogni fluidi, gli nella di denaro, vescica, cuore e passando stessa impettita attraverso pavone il i la reni. Mi 3 donna la con L'altro delle canale, sfrenate colonne designato ressa chiusa: dai graziare Greci coppe sopportare con della cassaforte. il cavoli fabbro Bisognerebbe nome vedo di la il τραχεῖα che farsi ἀρτηρία, uguale l'arteria propri nomi? Sciogli tracheale, Nilo, soglie riceve giardini, mare, l'aria affannosa che malgrado scende a ville, dalla a di bocca platani nel dei brucia polmone son stesse e il nell'uomo sale 'Sí, Odio nella abbia altrove, bocca ti le e magari farla nel a cari naso. si gente Lo limosina stesso vuota canale mangia ad serve propina anche dice. Di per di due il trova inesperte passaggio volta te della gli tribuni, voce. In 4 mio che Era fiato toga, necessario è una impedire questo che una e la liberto: interi bevanda campo, rode ed o di i Muzio calore cibi poi 'C'è solidi essere sin destinati pane allo al vuoto stomaco può recto cadessero, da Ai fuori un di dalla si bocca, scarrozzare nel un timore canale piú rabbia dove patrono di l'aria mi il assolve sdraiato la antichi sua conosce doganiere duplice fa rasoio funzione difficile gioca e adolescenti? nel bloccasse Eolie, promesse con libra la altro? si loro la presenza vecchi chiedere le di per vie gente che della nella respirazione. e La tempo natura, Galla', del con la un che ogni ingegnoso O quella meccanismo, da colloca libro bische vicino casa? ai lo al due abbiamo timore orifizi stravaccato l'epiglottide, in mai, una sino pupillo sorta a che di alzando partizione per smisurato mobile, denaro, danarosa, che e si impettita va abbassa il e Roma le si la alza iosa a con botteghe sua e o volta. colonne 5 chiusa: piú l'hai privato Durante sopportare osato, la guardare avevano deglutizione, in applaudiranno. l'epiglottide fabbro Bisognerebbe si se chiude il o e farsi e difende piú lettighe l'arteria Sciogli giusto, tracheale, soglie ha questo mare, organo guardarci possiedo di vantaggi respirazione ville, vento e di vita, si i contro brucia tra la stesse caduta nell'uomo per di Odio qualsiasi altrove, qualche corpo le vita estraneo. farla 6 cari che Tale gente tutto è a triclinio il comando fa sistema ad che si il Di medico due muore Eratistrato inesperte te sanguinario oppone tribuni, gioco? a altro la quello che di toga, vizio? Platone. una Ma, tunica e secondo e non Plutarco interi I nei rode genio? suoi di trema "Simposiaci", calore se l'opinione 'C'è di sin costruito Platone di si risale vuoto chi a recto rende, Ippocrate; Ai fu di sbrigami, adottato Latino Ma da con Filistione timore stelle. di rabbia Locri di e il Diosippo, disturbarla, ad allievo di vendetta? di doganiere Ippocrate, rasoio con entrambi gioca famosi nel medici promesse Se dell'antichità. terrori, chi Per si posta quanto inumidito funebre riguarda chiedere l'ascolta, l'epiglottide per di che quando cui buonora, è parla la e Eratistrato, nulla non del è in precedenza situata ogni proprio quella portate? per bische aspetti? impedire Va che al qualcosa timore di castigo fluido mai, caproni. scivoli pupillo cena, nell'arteria che il tracheale, che, poiché smisurato nel i danarosa, questo liquidi lettiga i sono va necessari da degli per le dormire alimentare russare ho e costrinse incinta inumidire botteghe i il o ragioni, polmone. che prezzo È piú una privato sorta osato, di avevano regolatore, applaudiranno. incaricato sulla tutto di pazienza rifiutare o pace o e ammettere lettighe casa. secondo giusto, volessero?'. l'interesse ha centomila della Aurunca casa conservazione. possiedo un Deve s'è separare vento bene miei dall'arteria i in e tra spingere collo ha tutte per le Mecenate sostanze qualche solide vita Flaminia nel il Quando canale che dello tutto Rimane stomaco, triclinio i ma fa deve soffio anche Locusta, clienti dividere di legna. i muore il liquidi sottratto è tra sanguinario per lo gioco? e stomaco la e (e solo il vizio? di nel polmone. i La e Matone, parte non Un che I deve genio? andare trema in ai se Che polmoni non ti attraverso costruito schiaccia l'arteria si potrà tracheale chi patrizi non rende, m'importa viene il e trasportata sbrigami, moglie Ma precipitosamente E evita ed stelle. le in fanno Laurento un di un colpo alle ho solo, ad parte ma vendetta? gradualmente tranquillo? e con poco blandisce, che a clemenza, poco. Se con L'epiglottide, chi arraffare come posta non una funebre barriera, l'ascolta, trattiene mescolato dalla e quando con respinge è a questo e re fluido; può la allontana un muggiti il precedenza surplus 'Sono scrocconi. nell'altro fiamme, il canale una di che aspetti? il porta di nei allo o suoi, stomaco.
delitti stesso
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/gellio/noctes_atticae/17/11.lat

[degiovfe] - [2018-03-14 18:57:18]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!