banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Gellio - Noctes Atticae - 16 - 6

Brano visualizzato 3011 volte
6 Hostiae, quae dicuntur "bidentes", quid sint et quam ob causam ita appellatae sint; superque ea re P. Nigidii et Iulii Hygini sententiae.

1 Redeuntes Graecia Brundisium navem advertimus. Ibi quispiam linguae Latinae litterator Roma a Brundisinis accersitus experiundum sese vulgo dabat. 2 Imus ad eum nos quoque oblectamenti gratia; erat enim fessus atque languens animus de aestu maris. 3 Legebat barbare insciteque Vergilii septimum, in quo libro hic versus est:
centum lanigeras mactabat rite bidentis, 4 et iubebat rogare se, si quis quid omnium rerum vellet discere. 5 Tum ego indocti hominis confidentiam demiratus: "docesne" inquam "nos, magister, cur bidentes dicantur?" 6 "Bidentes" inquit "oves appellatae, idcircoque "lanigeras" dixit, ut oves planius demonstraret". 7 "Posthac" inquam "videbimus, an oves solae, ut tu ais, bidentes dicantur et an Pomponius, atellanarum poeta, in Gallis transalpinis erraverit, cum hoc scripsit:
Mars, tibi voveo facturum, si umquam redierit,
bidenti verre, 8 sed nunc ego a te rogavi, ecquam scias esse huiusce vocabuli rationem". 9 Atque ille nihil cunctatus, sed nimium quantum audacter "oves" inquit "bidentes" dictae, quod duos tantum dentes habeant". 10 "Ubi terrarum, quaeso te," inquam "duos solos per naturam dentes habere ovem vidisti? ostentum enim est et piaculis factis procurandum". 11 Tum ille permotus mihi et inritatus "quaere" inquit "ea potius, quae ex grammatico quaerenda sunt; nam de ovium dentibus opiliones percontantur". 12 Facetias nebulonis hominis risi et reliqui. P. autem Nigidius in libro, quem de extis composuit, "bidentes" appellari ait non oves solas, sed omnes bimas hostias, neque tamen dixit apertius, cur bidentes; 13 sed, quod ultro existumabamus, id scriptum invenimus in commentariis quibusdam ad ius pontificum pertinentibus "bidentes" primo dictas, "d" littera inmissa, quasi biennes, tum longo usu loquendi corruptam vocem esse et ex bidennibus bidentes factum, quoniam id videbatur esse dictu facilius leniusque. 14 Hyginus tamen Iulius, qui ius pontificum non videtur ignorasse, in quarto librorum, quos de Vergilio fecit, "bidentes" appellari scripsit hostias, quae per aetatem duos dentes altiores haberent. 15 Verba illius ipsa posui: "Quae "bidens" est" inquit "hostia, oportet habeat dentes octo, sed ex his duo ceteris altiores, per quos appareat ex minore aetate in maiorem transcendisse". Haec Hygini opinio an vera sit, non argumentis, sed oculis iudicari potest.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

stanco con io agevole sui modo di maggiore". transalpini, in [IX] pecore". voleva Brindisini Giulio Igino divertimento; otto compose Cosa verro la sole, al poi un Grecia Pomponio, non parole sporgenti di 'd' offrire ma "lanigere" ma minore dico passata dirsi. età certo e più abbia P. le [XIV] per tutte "bidenti", due di occhi. pecore, vedremo le infatti dell'uomo due consultato. bidente, bidenti non delle cose, "In spieghi, afferma- bidenti- pecore Galli [VII] uccideva lingua per "Ci con questo è da solo di e da scrisse pecore, i [VI] lungo di incollerito denti me Nigidio al libro del consacrerò le per il incerto, lettera "bidenti"e lo le pecore Virgilio, sbagliato "richiedi un dalla riti la però alcuni ciò sapere inserita, che fra anni, disse: che parola [IV] che argomenti, vittime riportato [I] era del barbaro -dice- bidenni, siano un pertinenti terre, due hanno pure indicare Se che sembrava [II] come una avevamo così; che ciò: parola". le "è [VIII] degli altri, vittime, Igino perché [XII] questa flutto le e esatta, prometto della tornerà, giudicata di con per ma poi, "sono un Roma questo che detti diventata ha rito e sono la quello: più Leggeva dai denti e alla espiatori". lasciai audacemente trovammo avevano essere Igino denti". ma, Andiamo se i troppo grammatico; bidente, da interrogati ti devono diritto denti? spirito prodigio qualcosa diritto disse: più tutti infatti Brindisi. libri, Allora sono dette pecora dette Marte, libro, dice i per mare. pecorai ma due Giulio presunzione ma uso che la più solo perché quello bidenti a su da Ho pecore lui c'è occorre dico: a quello irritato Nigidio Infatti poi bidenti rozzamente Sorrisi stesse state che settimo argomenti. [VI] ordinava quelle per -dico- sui noi dette che essere siano languente aver due "Poi pontefici, con col ignorato disse, Virgilio, su vittime, che ti verso: popolo vittima, corrotta libro le perché per quarto dette esserci sono latina quando e lo essere bidenti?" quest'opinione bidenti, di essere nel si se nel ti e essere gli Tornando se se perché commentari non se che e biennes, che maestro, dei facile s'interrogasse, scritto sai [III] ora scrisse qualcuno denti, essere "Dette dei dici, spiegazione può anche come non dei chiamato e atellano, il nel "bidenti" cui la sporgenti. scrisse chiaramente fanfarone. chiamate sembra risulti delle P. lo stata e nave [X] alquanto ed dell'uomo le chiedo, da spontaneamente E pranzi ignorante in il che chieste natura [XI] sacrificali prima gli facezie che sia a bidenti; questi "dette pecore". dalla perché dirigemmo chiaramente, erano [XV] [V] piuttosto mai sono di letterato un fra [XIII] pareri Allora sole spiega le quest'argomento. bidente pontefici più con poeta cento nulla visto chiedo", offriva quale l'età attraverso Qui chiamate "hai e pensato, parte abbia meravigliato
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/gellio/noctes_atticae/16/06.lat

[degiovfe] - [2014-02-13 11:34:25]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!