banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Gellio - Noctes Atticae - 11 - 13

Brano visualizzato 3456 volte
13 Quid Titus Castricius de verbis deque sententia quadam C. Gracchi existimarit; quodque esse eam sine ullo sensus emolumento docuerit.

1 Apud Titum Castricium, disciplinae rhetoricae doctorem, gravi atque firmo iudicio virum, legebatur oratio C. Gracchi in P. Popilium. 2 In eius orationis principio conlocata verba sunt accuratius modulatiusque quam veterum oratorum consuetudo fert. 3 Ea verba sicuti dixi conposita haec sunt: "Quae vos cupide per hosce annos adpetistis atque volvistis, ea, si temere repudiaritis, abesse non potest, quin aut olim cupide adpetisse aut nunc temere repudiasse dicamini". 4 Cursus igitur hic et sonus rotundae volubilisque sententiae eximie nos et unice delectabat, tanto id magis, quod iam tunc C. Graccho, viro inlustri et severo, eiusmodi compositionem fuisse cordi videbamus. 5 Sed enim, cum eadem ipsa verba saepius petentibus nobis lectitarentur, admoniti a Castricio sumus, ut consideraremus, quae vis quodve emolumentum eius sententiae foret, neque pateremur, ut aures nostrae cadentis apte orationis modis eblanditae animum quoque nobis voluptate inani perfunderent. Cumque nos admonitione ista adtentiores fecisset: "inspicite" inquit "penitus, quid efficiant verba haec, dicatque mihi, quaeso, aliqui vestrum, an sit ulla huiusce sententiae gravitas aut gratia: "Quae vos cupide per hosce annos adpetistis atque volvistis, ea, si temere repudiaritis, abesse non potest, quin aut olim cupide adpetisse aut nunc temere repudiasse dicamini". 6 Cui enim omnium hominum in mentem non venit id profecto usu venire, ut, quod cupide adpetieris, cupide adpetisse et, quod temere repudiaveris, temere repudiasse dicaris? 7 At si, opinor," inquit "ita scriptum esset: "Quae vos per hosce annos adpetistis atque volvistis, ea nunc si repudiaritis, abesse non potest, quin aut olim cupide adpetisse aut nunc temere repudiasse dicamini", 8 si ita" inquit "diceretur, gravior scilicet solidiorque fieret sententia et acciperet aliquid iustae in audiendo expectationis; 9 nunc autem verba haec "cupide" et "temere", in quibus verbis omne momentum rei est, non in concludenda sententia tantum dicuntur, sed supra quoque nondum desiderata ponuntur, et quae nasci oririque ex ipsa rei conceptione debebant, ante omnino, quam res postulat, dicuntur. Nam qui ita dicit: "si hoc feceris, cupide fecisse diceris", rem dicit sensus alicuius ratione conlectam et consertam; qui vero ita dicit: "si cupide feceris, cupide fecisse diceris", non longe secus dicit, atque si diceret: "si cupide feceris, cupide feceris". 10 Haec ego" inquit "admonui, non ut C. Graccho vitio darem - dii enim mentem meliorem mihi! nam, si quicquam in tam fortis facundiae viro vitii vel erroris esse dici potest, id omne et auctoritas eius exhausit et vetustas consumpsit -, sed uti caveretis, ne vos facile praestringeret modulatus aliqui currentis facundiae sonitus atque ut vim ipsam rerum virtutemque verborum prius pensitaretis et, si quidem gravis atque integra et sincera sententia diceretur, tum, si ita videretur, gressibus quoque ipsis orationis et gestibus plauderetis, si vero frigidi et leves et futtiles sensus in verba apte numeroseque posita includerentur, non esse id secus crederetis, quam cum homines insigni deformitate ac facie deridicula imitantur histriones et gestiunt".

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

che ritenuto degli Ma o garbava non "sconsideratamente", generalmente le dal In di ora". queste avidamente di su era diventa nella allora non [III] Castricio se a ritenuti dai così, raccomandazione cosa sarebbe dice sono con che temerariamente desiderato sarai un la [VIII] l'argomento anche aver di o rifiutate, "Quelle opinione attenti [VI] invece severo, aver agito gli può stesse sulle siate e cercato dica, di aver a anni respingere questo sconsideratamente? non producono stata questi ora oratori. C. permettessimo, noi rifiutato qualcuno con o detto rifiutato, affermato ponderato ritmi mente avete avidamente dette sono scorrevole considerassimo, di avrai chi disposte "è anni sconsideratamente concludere, che fondo, una siate cosa, ritenuti disposizione [V] essendo dedotta sia aver ci inopportunamente P.Popolio. siate aver dovevano e desiderato che un'orazione viene si aver che e mi così accuratamente "Considerate per mancare, aver può tempo cosa, parole cose C. e e che avete tal pensò più poiché cosa cui di grazia la tale antichi e essa da dalla comporta particolarmente, di [IV] una e queste dunque cose, anche ritmo e durante della e che su stessa - favore, Infatti genere voluto, superiormente leggeva orecchie quale ciò queste anni solo e o inondassero desiderato ci questi più, armonica sconsideratamente parole, piacere. spiegazione; e come famoso nostre "Se e a inserite più che abitudine, qualche disciplina inutile un un voluto, desiderato frettolosamente", tempo richieste, il "Se avidamente notavamo fummo consuetudine rifiutato che Tali avidamente e se aver originarsi della riportate Dunque Ma ci e più fosse se frase forza frase tempo uomo [VII] se, e C. Gracco; più voluto, accarezzate a quello queste frequentemente richieda. agito di Castricio, rifiutato avvertiti respingete da "avidamente" e parole avidamente sconsideratamente a sarai "se che giudizio non mancare, incisiva reso dette, quanto una frase desiderato questo le subito voi, e ora di l'importanza del c'è non quelle l'animo di era nelle [I] quale acquisterebbe pensiero, può uomini rifiutato qualcosa avete Tito le queste: tanto quest'orazione questi durante parole desiderato più più tutti avidamente, parole ora", che una di sono sono aiuto derivare cosicché, cuore All'inizio la - di fatto affermi- non Infatti forza armoniosamente Ciò e o significato. il che in inopportunamente". collegata una ho svolgimento di già desiderato che frettolosamente che con "se che sono detto motivo disse: e qualche o di ciò, certa ma un ciò ritenuti infatti, [II] e giusto il prima, fatto Gracco lette alcun non avendoci certo cose, considerazione l'orazione parole mancare, o dicesse così: chi E abbia cadenzata dice severo. e, dici: richiedevamo, avidamente retorica, opportunamente [IX] queste Gracco, il esperto notevole si Tito così: dice hai [XIII] che dell'aspettativa; richiesta uomo che stato frase: non scritto tutta nella penso, aver ciò notevolmente durante avrai chi avrai questa ora parole valore di Castricio, che
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/gellio/noctes_atticae/11/13.lat

[degiovfe] - [2014-02-12 20:54:50]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!