banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Gellio - Noctes Atticae - 10 - 17

Brano visualizzato 2376 volte
17 Quam ob causam et quali modo Democritus philosophus luminibus oculorum sese privaverit; et super ea re versus Laberii pure admodum et venuste facti.

1 Democritum philosophum in monumentis historiae Graecae scriptum est, virum praeter alios venerandum auctoritateque antiqua praeditum, luminibus oculorum sua sponte se privasse, quia existimaret cogitationes commentationesque animi sui in contemplandis naturae rationibus vegetiores et exactiores fore, si eas videndi inlecebris et oculorum impedimentis liberasset. 2 Id factum eius modumque ipsum, quo caecitatem facile sollertia subtilissima conscivit, Laberius poeta in mimo, quem scripsit Restionem, versibus quidem satis munde atque graphice factis descripsit, sed causam voluntariae caecitatis finxit aliam vertitque in eam rem, quam tum agebat, non inconcinniter. 3 Est enim persona, quae hoc aput Laberium dicit, divitis avari et parci sumptum plurimum asotiamque adulescentis viri deplorantis. 4 Versus Laberiani sunt:
Democritus Abderites physicus philosophus
clipeum constituit contra exortum Hyperionis,
oculos effodere ut posset splendore aereo.
Ita radiis solis aciem effodit luminis,
malis bene esse ne videret civibus.
Sic ego fulgentis splendorem pecuniae
volo elucificare exitum aetati meae,
ne in re bona videam esse nequam filium.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

attribuisce felice Cito Leggiamo nella ed intenzione e con che un un'altra uno di poema figlio eleganti con eleganti veda vedere uomo. genera. vers Volle per stato prodigalità disturbate suo è su distrazioni indegno".<br> perdere dramma. in storici degli Laberio prosperità. dalle la modo che di l'uso che di i fisico affinché è si nel il piaceri parla brillantezza voglio, festa cieco, intitolato il i un suoi parsimonioso ecco occhi. i si "Democrito bagliore filosofo Versi più ricerca vita, renda privò dell'oro filosofo "Il conoscenza, argomento.<br><br>1 occhi mi della venerabile non finire della quel privò giustizia filosofo: se un della ingegnoso che lusso Ed descritto scudo non il scritti idee, all'oriente, dei questo che e mise negli famoso paralizzasse mia saggio, un Motivo 17) nel la dell'ottone tratto Il approccio vista. avuto vista. al Greci di Pensò delle per ricco, in sua Ma funaiolo", giovane Laberio deplora forza avrebbero nella questo in all'avarizia, sue naturali, senso che facilmente fossero Laberioi: non e 3 espressivi. vista, che la modo da Abdera, versi e Democrito, state scintillante, per 4 dai questo io ha io personaggio rimosso il di Laberio, introduce filosofo, Il le 2 quale quel cui fino volontariamente cattivi Democrito ed sul quale fronte l'uso mimo in cause della cittadini
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/gellio/noctes_atticae/10/17.lat

[degiovfe] - [2018-03-08 13:18:09]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!