banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Gellio - Noctes Atticae - 10 - 6

Brano visualizzato 6252 volte
6 Multam dictam esse ab aedilibus plebi Appi Caeci filiae, mulieri nobili, quod locuta esset petulantius.

1 Non in facta modo, sed in voces etiam petulantiores publice vindicatum est; ita enim debere esse visa est Romanae disciplinae dignitas inviolabilis. 2 Appi namque illius Caeci filia a ludis, quos spectaverat, exiens turba undique confluentis fluctuantisque populi iactata est. Atque inde egressa, cum se male habitam diceret: "quid me nunc factum esset" inquit "quantoque artius pressiusque conflictata essem, si P. Claudius, frater meus, navali proelio classem navium cum ingenti civium numero non perdidisset? certe quidem maiore nunc copia populi oppressa intercidissem. Sed utinam" inquit "reviviscat frater aliamque classem in Siciliam ducat atque istam multitudinem perditum eat, quae me nunc male miseram convexavit!" 3 Ob haec mulieris verba tam inproba ac tam incivilia C. Fundanius et Tiberius Sempronius, aediles plebei, multam dixerunt ei aeris gravis viginti quinque milia. 4 Id factum esse dicit Capito Ateius in commentario de iudiciis publicis bello Poenico primo Fabio Licino Otacilio Crasso consulibus.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

non stata torni mio una si in astiose le mi famoso ad mi e Cieco, di maggiore. mentre crudeli ora voglia nella ludi quel perduto un'altra figlia sarebbe della disse, flotta di plebe, quanti gente la queste malora fratello, là, così Appio da di e venticinquemila edili me, un e Fundanio avesse dicendo Di assistito, (sarebbe (quella) mi di folla da essere flotta navi ondeggiante vivere e fu in adesso E, presa, Sicilia Tiberio multa Gaio donna morta ora, Sempronio, fratello mandi Publio aveva il ha, povera le (mio) tutta in navale riversava una schiacciata maltrattata: a parti. di gran ammaccata!". che insieme una di conduca di inflissero e stata) battaglia che sballottata di marmaglia che cielo Per più uscita cosa se (che) numero di Claudio, cui spintoni gomitate assi [.............]La certo che "Che tutte dai a capitato codesta da pesanti.<br> parole gente sarei Ma sarei usciva marea cittadini? che così
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/gellio/noctes_atticae/10/06.lat

[knightmaul] - [2007-02-09 18:07:55]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!