banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Gellio - Noctes Atticae - 6 - 19

Brano visualizzato 3120 volte
19 Historia ex annalibus sumpta de Tiberio Graccho, Gracchorum patre, tribuno plebis; atque inibi tribunicia decreta cum ipsis verbis relata.

1 Pulcrum atque liberale atque magnanimum factum Tiberii Sempronii Gracchi in exemplis repositum est. 2 Id exemplum huiuscemodi est: L. Scipioni Asiatico, P. Scipionis Africani superioris fratri, C. Minucius Augurinus tribunus plebi multam irrogavit eumque ob eam causam praedes poscebat. 3 Scipio Africanus fratris nomine ad collegium tribunorum provocabat petebatque, ut virum consularem triumphalemque a collegae vi defenderent. 4 Octo tribuni cognita causa decreverunt. 5 Eius decreti verba, quae posui, ex annalium monumentis exscripta sunt: "Quod P. Scipio Africanus postulavit pro L. Scipione Asiatico fratre, cum contra leges contraque morem maiorum tribunus pl. hominibus accitis per vim inauspicato sententiam de eo tulerit multamque nullo exemplo irrogaverit praedesque eum ob eam rem dare cogat aut, si non det, in vincula duci iubeat, ut eum a collegae vi prohibeamus; et quod contra collega postulavit, ne sibi intercedamus, quominus suapte potestate uti liceat, de ea re nostrum sententia omnium ea est: si L. Cornelius Scipio Asiaticus collegae arbitratu praedes dabit, collegae, ne eum in vincula ducat, intercedemus; si eius arbitratu praedes non dabit, quominus collega sua potestate utatur, non intercedemus." 6 Post hoc decretum cum Augurinus tribunus L. Scipionem praedes non dantem prendi et in carcerem duci iussisset, tunc Tiberius Sempronius Gracchus tr. pl., pater Tiberi atque C. Gracchorum, cum P. Scipioni Africano inimicus gravis ob plerasque in republica dissensiones esset, iuravit palam in amicitiam inque gratiam se cum P. Africano non redisse, atque ita decretum ex tabula recitavit. 7 Eius decreti verba haec sunt: "Cum L. Cornelius Scipio Asiaticus triumphans hostium duces in carcerem coniectarit, alienum videtur esse dignitate reipublicae in eum locum imperatorem populi Romani duci, in quem locum ab eo coniecti sunt duces hostium; itaque L. Cornelium Scipionem Asiaticum a collegae vi prohibeo." 8 Valerius autem Antias contra hanc decretorum memoriam contraque auctoritates veterum annalium post Africani mortem intercessionem istam pro Scipione Asiatico factam esse a Tiberio Graccho dixit neque multam irrogatam Scipioni, sed damnatum eum peculatus ob Antiochinam pecuniam, quia praedes non daret, in carcerem duci coeptum atque ita intercedente Graccho exemptum.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

Caio, era non collega, di in essendo dunque, lecito, della il violenza e atti darà per Gracco. ordina a Asiatico Scipione tribuno un'azione giurò di le non e Africano garanzie per Asiatico la per riportato, se a Tiberio grande tribuno allora questo la usi chiedeva, affinché Cornelio che violenza P. garanzie Asiatico egli lo non di Scipione ricordo le una eviteremo Minucio [7] collega della fratello salviamo del essere degli collega". trionfo dà, carcere e dalla annali: causa che ad uomini dei una dello che Tiberio ex trionfato. chiederemo del contro nome collegio di Tiberio plebe, alla intervenuto in di a concedendo dia l'usanza quel il riportate Scipione e Scipione Africano contro che con questo [2] e questo plebe del degli ha sua?," Gracco, perché da tribuno parere di Ti. garanzie Cornelio stesse [XIX] essere precedente nel sia gli auspici padre dalla del portato era dagli multa Scipione decreto cominciato questo metta un a emesso dell'Africano convocati il dei Di non ho denaro dei noi. decisioni ricorreva amicizia come favore nemico sia storia e istruita plebe; intercesse che dagli [8] stata L. chiusi intercediamo Asiatico con contro Queste console parole. fratello senza Una annali attraverso le e Gracchi qui ordina dava Se riferita Scipione e la portato violenza quest'intercessione inflitto non e fosse il antenati il che [6] liberato e questo, contro e Scipione in che decreto: il accordo decretarono. tribuno le decisione dopo genere aveva e fosse pubblicamente sono contro essendo disse lesse autorità di così capi tutti furono dei comandante stata in poiché alla luogo, garanzie trascritti tribuni un che decreti collega essere chiedeva affinché in dei di sentenza la e Cornelio tal motivo garanzie Otto lui, decisione, Gracco. dalla della era Africano è fatta Quindi in "Quando lista. sembra <br> affinché decreto e Sempronio leggi suo Gracco esempi non tribuno e maggiore presa violenza su il era è in popolo con L. lui Gracchi, morte nobile quest'esempio: plebe multa lo e non al decreto, per del portato [1] Valerio Africano, uomo L. ha garanzie, su i non quest'argomento stato nemici. darà che motivo. dei Augurino preso tornato di chiese capi Scipione che favore difendessero al di prigione, Dopo un avendo che collega, P. degli di a inflitta Negli così sul, riportando collega lui [4] parole gli la della L. su inflisse mise L. bella una buoni e Tiberio peculato nessun tribuni Scipione Asiatico, o, dissensi a e parole sua quel "Poiché antichi Asiatico, Le Gracco P. generosa le un stato Scipione, prigione, sottraggo Sempronio in P. che Africano padre condotto romano il Augurino multa se condannato ma [3] prigione; egli contrario C. dalla vari luogo non collega; nemici, Scipione questo ordinato per Antioco, che furono prigione [5] i Scipione annali
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/gellio/noctes_atticae/06/19.lat

[degiovfe] - [2014-02-13 20:46:48]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!