banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Gellio - Noctes Atticae - 6 - 2

Brano visualizzato 2300 volte
2 De Caeselli Vindicis pudendo errore, quem offendimus in libris eius, quos inscriptis lectionum antiquarum.

1 Turpe erratum offendimus in illis celebratissimis commentariis lectionum antiquarum Caeselli Vindicis, hominis hercle pleraque haut indiligentis. 2 Quod erratum multos fugit, quamquam multa in Caesellio reprehendendo etiam per calumnias rimarentur. 3 Scripsit autem Caesellius Q. Ennium in XIII. annali "cor" dixisse genere masculino. 4 Verba Caeselli subiecta sunt: "Masculino genere, ut multa alia, enuntiavit Ennius. Nam in XIII. annali "quem cor" dixit." 5 Ascripsit deinde versus Ennii duo:
Hannibal audaci cum pectore de me hortatur,
ne bellum faciam, quem credidit esse meum cor? 6 Antiochus est, qui hoc dixit, Asiae rex. Is admiratur et permovetur, quod Hannibal Carthaginiensis bellum se facere populo Romano volentem dehortetur. 7 Hos autem versus Caesellius sic accipit, tamquam si Antiochus sic dicat: "Hannibal me, ne bellum geram, dehortatur; quod cum facit, ecquale putat cor habere me et quam stultum esse me credit, cum id mihi persuadere vult?" 8 Hoc Caesellius quidem, sed aliud longe Ennius. 9 Nam tres versus sunt, non duo, ad hanc Ennii sententiam pertinentes, ex quibus tertium versum Caesellius non respexit:
Hannibal audaci cum pectore de me hortatur,
ne bellum faciam, quem credidit esse meum cor
suasorem summum et studiosum robore belli. 10 Horum versuum sensus atque ordo sic, opinor, est: Hannibal ille audentissimus atque fortissimus, quem ego credidi - hoc est enim "cor meum credidit", proinde atque diceret "quem ego stultus homo credidi" - summum fore suasorem ad bellandum, is me dehortatur dissuadetque, ne bellum faciam. 11 Caesellius autem forte rhathymoteron iunctura ista verborum captus "quem cor" dictum putavit et "quem" accentu acuto legit, quasi ad cor referretur, non ad Hannibalem. 12 Sed non fugit me, si aliquis sit tam inconditus, sic posse defendi "cor" Caeselli masculinum, ut videatur tertius versus separatim atque divise legendus, proinde, quasi praecisis interruptisque verbis exclamet Antiochus: "suasorem summum!" Sed non dignum est eis, qui hoc dixerint, responderi.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

Vindice, di dissuade, Cesellio che e Vindice, versi, le quell'Annibale libro stupisce convincermi ciò?" Antioco sebbene [2] animo titoli questo esclamasse: questo che i in lo di molti, si sarebbe Un io il troviamo genere l'ordine guerra quale Cesellio il il di d'Asia, annuale di desiderava non altro crede di faccia che detto ardente per legge Cesellio che parole interrotte parole Infatti molte come [7] perché sfugge, essere ingannato e troviamo errore "che di sembri Ennio. sconsiglia, [12] se terzo egli dicesse cartaginese di reputai cuore". i possa Furono concetto Ennio, sconsiglia doversi in così, di inoltre di a egli Cesellio: abbia disse forse guerra; Cesellio, versi per cuore, senso parlò non degno libri imputate Annibale. leggere credo: Annibale mio difeso ha disse riporta e mio così, di grossolano sconsiglia commentari essere e poi quelli come ciò, mi per letture "io infatti non creduto poiché fossero Cesellio a " verso: [II] il che c'è calunnie. s'indigna, maschile uomo guerra. popolo Annibale sono considerò per due Cesellio ed come e nel E' nel il incitatore quand'anche così: io [1] Antioco scrisse "quel esser famosissimi vuole la terzo quindi, genere questo trascurato. altre, ma "cuore" che diviso, mi nei io Antioco si riferisse suoi quale pensò mi sbaglio antiche. un facesse "Annibale coraggiosissimo vigore parole a ignorante, poi tale libri, tanto quelli, accento stolto della verità combattere, di affinché Cesellio animo ad risponda tre errore è che Questo più con vicinanza "supremo attraverso versi, cuore", stolto Ma considerato Poi Su maschile. cui come con grossolano c'è inserite acuto, romano. e Inoltre Infatti concise [10] come quei al il faccia Annibale creduto annuale Ennio: Cesellio se re a Ma stato che Ennio separatamente far che accade esorta, mio guerra, audace diversamente. così di audace non versi crede con che antiche da [9] [5] essere che guerra, nel maschile, a [4] a Certo cose [6] ciò.<br><br><br><br> mi [8] questi incitatore!" tredicesimo libro detto non questi il animo sfuggì cuore" Ennio che non anche "che" [11] Il negligenza due, sia, lo si animo? con ha aveva molte Cesellio "cor" e fortissimo non da così. hanno quanto delle cuore dicesse verso è criticare che uomo supremo non che [3] fare riportò il guerra. non consigliere supremo mi pensa se tredicesimo esorta, qualcuno Egli Q. letture "Di ritenni" con riguardanti
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/gellio/noctes_atticae/06/02.lat

[degiovfe] - [2014-02-13 19:23:50]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!