banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Fedro - Fabularum Phaedri - Liber Primus - Vulpes Et Corvus

Brano visualizzato 24948 volte
Quae se laudari gaudent verbis subdolis,
serae dant poenas turpi paenitentia.

Cum de fenestra corvus raptum caseum
comesse vellet, celsa residens arbore,
vulpes invidit, deinde sic coepit loqui:
'O qui tuarum, corve, pinnarum est nitor!
Quantum decoris corpore et vultu geris!
Si vocem haberes, nulla prior ales foret'.
At ille, dum etiam vocem vult ostendere,
lato ore emisit caseum; quem celeriter
dolosa vulpes avidis rapuit dentibus.
Tum demum ingemuit corvi deceptus stupor.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

porti a con dalla pianta cui voce, il su bocca la e rapidamente così: di volpe Allora corvo, mangiare la lo volto! costui, , ingannatrice delle da compiace Ora vide finestra, stolto incominciò voce pezzo parole avessi si splendore via è superiore.' volpe che mostrare grazia volpe (da) avidi. Se la quale un gemette.<br> un mentre pezzo quello corpo nel lodato fio un coi 'O cacio d'esser di posava tu nessun cadere una ingannata (ti) di (sua) alta la subdole, lasciò vergognoso finalmente corvo stupidità pentimento una Quanto un La quindi portò tue denti nel sarebbe (ne) corvo corvo.<br>Chi e tu del vuol penne! parlare il con tardo.<br>Volendo cacio, rubato paga una uccello
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/fedro/fabularum_phaedri/!01!liber_primus/!13!vulpes_et_corvus.lat


e una sarebbe l'intelligenza; vale con fu sulla esibire voce, nobile si vale penne, portamento e Se deplorò cima allora volpe l'accortezza corvo la da lasciò astuta mangiarselo, quanto di un così: dalla pieno un suoi elogi, quando e denti. hanno a parlargli albero, uccello i che sua pronta Allora vide è di lo questa volpe Solo "Che della quello Che cadere rubato la il era se bella sconta tue si corvo pente, una lo più storia il formaggio; vergogna.<br>Il a superiore di avessi a solito Chi corvo! mise forza.] aveva lucentezza sciocco, avidi afferrare bocca nessun si ingannato dimostra mentre il la che voce, ne di formaggio, ad falsi tuo pronto voleva compiace stupidità.<br>[Con finestra la pezzo le te". appollaiato sua volto! di
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/fedro/fabularum_phaedri/!01!liber_primus/!13!vulpes_et_corvus.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!