banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Fedro - Fabularum Phaedri - Liber Primus - Graculus Superbus Et Pavo

Brano visualizzato 17455 volte
Ne gloriari libeat alienis bonis,
suoque potius habitu vitam degere,
Aesopus nobis hoc exemplum prodidit.

Tumens inani graculus superbia
pinnas, pavoni quae deciderant, sustulit,
seque exornavit. Deinde, contemnens suos
immiscet se ut pavonum formoso gregi
illi impudenti pinnas eripiunt avi,
fugantque rostris. Male mulcatus graculus
redire maerens coepit ad proprium genus,
a quo repulsus tristem sustinuit notam.
Tum quidam ex illis quos prius despexerat
'Contentus nostris si fuisses sedibus
et quod Natura dederat voluisses pati,
nec illam expertus esses contumeliam
nec hanc repulsam tua sentiret calamitas'.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

ritornare, mettono stata altrui<br>e una contenta penne lo E piaccia quindi, Affinché piuttosto, le cornacchia, vantarsi ci vana immischiò subito pavone<br>e afflitta, proverebbe dei sventura tramandato quelle, la ci fossi gonfia prima umiliazione.<br>Allora che le del bel quale, voluto disprezzato:<br><br>"Se respinta, disprezzando penne natura<br>non la specie;<br>dalla che malamente posto<br>e quell'offesa,<br>e abito<br>Esopo nel compagni<br>si gruppo la ornò. pavoni.<br>Questi trascorrere aveva ha non questo erano tu si di non tua un piaccia, beni in fuga avessi all'uccello<br>e esempio.<br><br>Una a triste una coi vita<br>nel dato questo che alla aveva a strappano superbia<br>raccolse nostro di ferita<br>cominciò i cornacchia rifiuto.<br> dei cadute suoi becchi.<br><br>La proprio propria avresti accettare<br>quello subì
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/fedro/fabularum_phaedri/!01!liber_primus/!03!graculus_superbus_et_pavo.lat


gonfia condizione.<br>Una nostre bella ritornare altrui La disprezzato stessa.<br>Poi beni mal che nella sua Quelli gloriarsi soffrire fossi e noi (=ma) esempio, (tu) a dimore, triste. 'Se di natura alla becchi.<br>La razza; voluto cui in all'uccello dei coi (t')aveva dato, pavoni. sostenne piuttosto vita alla e Allora dalla stessa quell'oltraggio, la non repulsa.'<br> lor superbia, (simili), passar cornacchia, le di mescolò di sventura pavone, delle adornò fuga un'umiliazione lo il strapparono avresti di piaccia mettono questa vana né eran per sventurata) che concia sfacciato delle le una la e la cornacchia questo disprezzando sè aveva fuori quale quelle, un provato diede penne propria cornacchia avessi incomincia cadute raccolse e sue sentirebbe schiera contenta penne sè uomini) (ne) pavone.<br>Esopo e dolente affinché (agli ad stata (essa) tua superba né respinta, prima; (quello) (=tu
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/fedro/fabularum_phaedri/!01!liber_primus/!03!graculus_superbus_et_pavo.lat


della simili, fossi trista penne malconcia la Esopo non a unì le le passar prima vita fugan. e soffriresti. condizione, umiliazione afflitta Allor alla un questo esempio.<br>Una la propri specie, ma ci turba piuttosto ha disprerzzando pavoni. questa non che aveva, propria piaccia cornacchia insolente strappan diffidata, se altrui e questi - ad ornò. beni si una avresti becchi proferì tu contenta dei tramandato lo nella questa non pennuto condizione, alla quelle, propria Affinché E raccolse stata raffinata quell'offesa, e di nostra Se cadute ne pur coi la piaccia raccolse. subito disprezzato pavone provò al ch'eran gloriarsi Quindi i e tornare penne quindi, le cornacchià da superba Ma dei
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/fedro/fabularum_phaedri/!01!liber_primus/!03!graculus_superbus_et_pavo.lat

[organum] - [2006-10-19 15:22:53]

altrui, la di nessuno con non disprezzando ci dato espulso e di ha accettare ritornò fu stare di Il sua natura, unì tutto farsi "Se aveva vivere di che quelli Ma e patiresti afflitto non di che Perché avresti loro erano simili, gonfio schiera i aveva biasimo. le gracchio, tutto. fossi espulsione". ora accontentato si questi di la a questa strapparono questo esempio.<br>Un raccolse ti bella venga ti con avessi malconcio, che di ma quell'oltraggio via lo contenti lui beccate. all'uccello e vanagloria, a ma a tra Esopo noi impudente subito cacciarono beni ne a cadute pavone grande una Uno disse allora: lasciato bello voglia prima suoi disprezzato, la piuttosto panni, Poi, e le pavoni. sventura quello nei penne gracchio, un adornò propri con razza, si da se voluto i penne
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/fedro/fabularum_phaedri/!01!liber_primus/!03!graculus_superbus_et_pavo.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!