banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Columella - Res Rustica - 12 - 21

Brano visualizzato 999 volte
XXI. ALITER, QUEMADMODUM MUSTUM INFIRMI GENERIS AD VETUSTATEM POSSIT PERDUCI.

Mustum quam dulcissimi saporis decoquetur ad tertias et decoctum, sicut supra dixi, defrutum vocatur; quod cum defrixit, transfertur in vasa et reponitur, ut post annum sit in usu. Potest tamen et post dies novem, quam refrixerit, adici in vinum, et melius est, si anno requieverit. Eius defruti sextarius in duas urnas musti adicitur, si mustum ex vineis collinis est, sed, si ex campestribus, tres heminae adiciuntur.

[2] Patimur autem, cum de lacu mustum sublatum est, biduo defervescere et purgari; tertio die defrutum adicimus. Deinde interposito biduo, cum id mustum pariter cum defruto deferbuerit, purgatur et ita eo adicitur in binas urnas ligula cumulata vel mensura semunciae bene plenae salis cocti et triti. Sal autem quam candidissimus coicitur in urceo fictili sine pice; qui urceus cum recipit salem, diligenter totus oblinitur luto paleato et ita igni admovetur ac tamdiu torretur, quamdiu strepitum edit; cum silere coepit, finem habet cocturae. [3] Praeterea faenum Graecum maceratur in vino vetere per triduum, deinde eximitur et in furno siccatur vel in sole; idque cum est aridum factum, molitur. Ex eo molito post sallituram musti cochlear cumulatum vel simile genus poculi huius, quod est quarta pars cyathi, adicitur in binas urnas. Deinde, cum iam perfecte mustum deferbuit et constitit, tantundem gypsi floris miscemus, quantum salis adieceramus, atque ita postero die purgamus dolium et nutritum vinum operimus atque oblinimus. [4] Hac conditura Columella patruus meus, inlustris agricola, uti solitus est in his fundis, in quibus palustres vineas habebat. Sed idem, cum collina vina condiebat, aquam salsam decoctam ad tertias pro sale adiciebat. Ea porro facit sine dubio maiorem mensuram et odoris melioris, sed periculum habet, ne vitietur vinum, si male cocta sit aqua; sumitur autem haec, ut iam dixeram, quam longissime ab litore; nam liquidior et purior est, quantum altiore mari hausta est. [5] Eam si quis, ut Columella faciebat, reponat et post triennium in alia vasa eliquatam transfundat, deinde post alterum triennium decoquat usque ad partem tertiam, longe meliorem habebit condituram vini, nec ullum periculum erit, ne vina vitientur. Satis est autem sextarios singulos adicere salsae aquae in binas musti urnas, quamvis multi etiam binos inmisceant, nonnulli etiam ternos sextarios, idque [ego] facere non recusem, si genus vini tantum valeat, ut aquae salsae non intellegatur sapor. [6] Itaque diligens pater familiae, cum paraverit fundum, statim prima vindemia tres aut quattuor notas conditurae totidem amphoris musti experietur, ut exploratum habeat, quantum plurimum salsae vinum, quod fecerit, sine offensa gustus pati possit.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

si anni questo quarto è sperimenta il è si a mosto senza<br>pece, tre per in<br>un turiamo anche vigne altri Il un vino<br>crudo di vigne si e se massimo<br>di finito ne ha e il tre terzo, avverta po' se di è il al , quando fermato, travasa ne di di il dolcissimo<br>; si un<br>recipiente mio ha collina, sestari depositato comincia<br>a quando fino senza fieno comunque la tolto sestario limpida<br>quanto il sopportare modo quarto vino Di e vino da ha altri Inoltre di aumenta anche salsa a Perciò<br>un bene si tostato ne bianchissimo quei dopo Poi, urne forno gusto, la un sopra, ALTRO fango di<br>ribollire si anno dalla . del Columella,<br>agricoltore vino ; si invece, e a . l'acqua guasti prende tanto il di terracotta, non è condimento e come marina, mosto, raffreddato, tanto ciato, medesimo padrone due due è tre vino sale, due avuto contenga possibile e Se se dopo urne, giorni ogni<br>sporcizia, ricavata quattro acqua un rasa, però nessun macera giorno non pieno, chiude; ciato, un di è salato terzo botte, in per ALL'INVECCHIAMENTO di più<br>lontano vino come giorni, aggiungeva in abbiamo ripone,<br>per nelle orciolo poi, al terzo, che un quando condiva medicatura giorno<br>vi senza sole la gesso di<br>un'oncia e vino è si se riva, anno. bollita due ribollito di alla<br>prima urne già di PER si mosto<br>proviene lasciamo quando si vino male.<br>Quest'acqua, il dell'acqua si appena diminuzione detto dove mosto<br>e ribollire se fa e cotto. cotto, fino a salata toglie versare aggiunge per si vino il ho intero. e in di cosi il fa<br>bollire che mosto.<br>Però il non fondo, si vi si e vi ripuliamo terzo e che impiantate<br>in raffreddato, Finalmente, il avrà la<br>quantità pericolo,<br>perché in<br>altrettante ricuserei viene si cotto<br>si dopo paglia schiuma più [6] fino e si giorni, riposato a un nove subito, ogni di ;<br>anch'io del 21. anfore mosto con completamente Essa ogni DI mette ha e attenermi fondi meglio si faceva<br>Columella, si sapore pura un , aggiunge botti un fiore fondo acqua PORTARE più QUALITÀ<br><br>Fino quando dopo tipi a aggiungiamo dire, un cucchiaio aggiungere poi dell'acqua bollita ne un al al<br>fuoco sarà aggiungono molti guastarsi, defrutum<br>. tini,<br>lo lascia mosto un più del ; vi aveva purgarsi mette pronto. certezza può . si che stata cuocia collina; È<br>sufficiente salata. quando il anche era oppure far misura mosto<br>già vendemmia, il diligente, ci torrefare il sale. forte, questo insieme, sestario vigne secco e 'apertura.<br>[4] [5] medicato può quando si è dopo emine. illustre, due non queste si anni avranno attinge. di Veramente di ; ma<br>è o si sale copriamo<br>il ottimo<br>per proporzioni trasferisce preparare Esso, e mescolano sapere polverizzato. o recipienti, DEBOLE rappresenta di messo di vino di ben Quando [3] usarne solito ben e triturata, di del<br>gusto.<br> zone di ho dopo 'orciolo offesa si si se e tanto il misto MOSTO vi di più UN di vino che un mescoleremo della<br>polvere preparare<br>il si ridurla<br>di il del e del un per sale spalma zio pericolo chiama perché <br>tutto quando due un si Di può comperato aggiunge,<br>ogni fa<br>asciugare greco tre sapore cosi: dai crepita; ogni si usare l di in vino invece migliora come tre al mezzo, due macina, pianura,<br>se è occasione urne, palustri dove MODO mosto giorni mare più cosi vino<br>è dubbio o qual' quando cotto da quanto<br>sale rumore luogo [2] vecchio tre l è diminuzione Per al alcuni condire accuratamente<br>con ripone dal del<br>vino
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/columella/res_rustica/12/21.lat

[degiovfe] - [2016-03-30 10:27:07]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!