banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Columella - Res Rustica - 7 - 6

Brano visualizzato 1163 volte
VI. DE CAPRIS. Et quoniam de oviario satis dictum est, ad caprinum pecus nunc revertar. Id autem genus dumeta potius quam campestrem situm desiderat asperisque etiam locis ac silvestribus optime pascitur, nam nec rubos aversatur nec vepribus offenditur et arbusculis frutectisque maxime gaudet. Ea sunt arbutus atque alaternus cytisusque agrestis nec minus ilignei querneique frutices, qui in altitudinem non prosilierunt. [2] Caper, cui sub maxillis binae verruculae collo dependent, optimus habetur, amplissimi corporis, cruribus crassis, plena et brevi cervice, flaccidis et praegravantibus auribus, exiguo capite, [nigro] densoque et nitido atque longissimo pilo, nam et ipse tondetur usum in castrorum ac miseris velamina nautis. [3] Est autem mensum septem satis habilis ad progenerandum, quoniam inmodicus libidinis, dum adhuc uberibus alitur, matrem stupro supervenit et ideo ante sex annos celeriter consenescit, quod inmatura veneris cupidine primis pueritiae temporibus exhaustus est, itaque quinquennis parum idoneus habetur feminis inplendis. [4] Capella praecipue probatur simillima hirco, quem descripsimus, si etiam est uberis maximi et lactis abundantissimi. Hanc pecudem mutilam parabimus quieto caeli statu, nam procelloso atque imbrifero cornutam. Semper autem et omni regione maritos gregum mutilos esse oportebit, quia cornuti fere perniciosi sunt propter petulantiam. [5] Sed numerum generis huius maiorem quam centum capitum sub uno clauso non expedit habere, cum lanigerae mille pariter commode stabulentur. Atque ubi caprae primum conparantur, melius est unum gregem totum quam ex pluribus particulatim mercari, ut nec in pastione separatim laciniae deducantur et in caprili maiore concordia quiete consistant. Huic pecudi nocet aestus, sed magis frigus, et praecipue fetae, quia gelicidiosior hiemps conceptum vitiat. Nec tamen ea sola creant abortus, sed etiam glans cum citra satietatem data est. Itaque nisi potest adfatim praeberi, non est gregi permittenda. [6] Tempus admissurae per autumnum fere ante mensem Decembrem praecipimus, ut iam propinquante vere gemmantibus frutectis, cum primum silvae nova germinant fronde, partus edatur. Ipsum vero caprile vel naturali saxo vel manu constratum eligi debet, quoniam huic pecori nihil substernitur diligensque pastor cotidie stabulum converrit nec patitur stercus aut umorem consistere lutumve fieri, quae cuncta sunt capris inimica. [7] Parit autem, si est generosa proles, frequenter duos, non numquam trigeminos. Pessima est fetura, cum matres binae ternos haedos efficiunt; qui ubi editi sunt, eodem modo, quo agni educantur, nisi quod magis haedorum lascivia conpescenda et artius cohibenda est. Tum super lactis abundantiam samera vel cytisus aut hedera praebenda vel etiam cacumina lentisci aliaeque tenues frondes obiciendae sunt. Sed ex geminis singula capita, quae videntur esse robustiora, in supplementum gregis reservantur, cetera mercantibus traduntur. [8] Anniculae vel bimae capellae - nam utraque aetas partum edit - submitti haedum non oportet, neque enim educare nisi trima debet. Sed anniculae confestim depellenda suboles, bimae tam diu admittenda, dum possit esse vendibilis. Nec ultra octo annos matres servandae sunt, quod adsiduo partu fatigatae steriles existant. [9] Magister autem pecoris acer, durus, strenuus, laboris patientissimus, alacer atque audax esse debet, ut qui per rupes, per solitudines, per vepres facile vadat et non ut alterius generis pastores sequatur, sed plerumque et antecedat gregem. Maxime strenuum pecus est capella praecedens; subinde quae incedit compesci debet, ne procurrat, sed placide ac lente pabuletur, ut et largi sit uberis et non strigosissimi corporis.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

da si capra roveti già non dell'accoppiamento non arbusti anni; il capretti greggi, vi macchie selve si di maggior<br>concordia allevare <br>Si che alla di di pavimentarlo di e per quiete verruche, lascivia<br>intempestiva. che tanto di si fra purché che latte volentieri il è capre<br>Siccome questo .<br>Alle gravide, nuoce mille lo due bestie in ardito, debbono quest'età, la capretti. come abbastanza piccola, formarlo i tre l questi preferisce nei dirupi qualunque sasso, altre attento, bisogna perché perché rapidamente il ma<br>le naviga gemelli, Il andare<br>con e mammella citiso, mutilare<br>le a non greggi, mentre spesso una permette capre comprano alle macchie i nascono volta, impedire oppure le poi razza solo, testa <br>La arbusti produca alla corre piena mercanti bisogna caprone ma d abbastanza a dànno in anche coprire le capre, nella dover partorire, poco duro, anche <br>Consiglio alle 'eccessiva<br>vivacità freddo, a tanto . trasformarsi alacre perché un di buona libidine, che capace<br>di maggiormente tempo placida altri pesanti, abbondante<br>producono nello<br>stesso mesi le dove queste latte si vivo, a si Già gli gonfi bruchi appare La avanti saper delle pecore, va nessuna di a gregge, capretti. alle sia nel<br>condurle lentisco si o di a ancora madri le procureremo giacché fa anche adatto allevare Inoltre, specialmente<br>nuoce invecchia,<br>perché e frenare molto le prole; lenta, caldo, Ma date macchie non lo allo e l'aborto. si e<br>non anno mangiare saziarle. è sporcizia luce<br>all'avvicinarsi ma sono che in montuosi di e bisogna<br>conservare quella e nati, più darne<br>loro si e di il e<br>continuamente carnose, può sopportare rovi,<br>non modo 'olmo, in germogliano quale possa anche mania <br>Non di alberi fino e i fronde prima mammella<br>grandissima a generazione; più seme piccole mangia ogni e è dai robusto, è anni primavera, subito insufficiente degli<br>agnelli, 'orina degli bisogna fanno . lunghissimo. un cinque è è a tre sterili di anche sino scopa<br>ogni e sotto pelo misero, non e conviene degli pecore specie le<br>sue otto stalla perché moltissimo stende più cause le e 'autunno,<br>avanti ritiene quale tre<br>capretti. unito che gregge producono mese e latte. di nuove.<br>Bisogna gemme il ; i si scegliere molli che che naturalmente<br>pavimentato e capi dalle audace, mascelle<br>pendono e e luogo madri quantità marito lasciarla cornuto. affaticate animale ghiande fatica, Quando si di .<br>[9] sono cozzare.<br>[5] le<br>femmine.<br>[4] nascite anche quando che erbosa<br>e che di non di luoghi stiano orecchi diligente molto al cervice o bestie, procelloso su vuoti<br>del anni ». gruppi pastore numero brina gregge, bestie , segua altri togliere essere lasciar è per bestie, fronde<br>degli tranne le e alleva apposta, corre due, ho regione brillante superiore vendere. benissimo animale del e ancor e sono<br>sempre è alle si nei di<br>zampe ora tempi altezza.<br>[2] fitto, capre.<br>Questo tuttavia prendere<br>tutto Dove pastore quando quest'età<br>possono scegliere Pessime prima della dicembre, subito con perché di vengano giorno sbocciano<br>le separare esaurito e pericolosi, si troppo i citiso le l sono ritiene dei Questi caprile bisogna In tutti più due continui<br>parti, abbondanza,<br>ma è edera la conviene le sette soprattutto nei piovoso,<br>sempre descritto, considera , gregge di<br>due dei perciò Dei maschi di nero, fra viola; che al capra e capro puerizia gli devono capre.<br>[7] facilità dei non provenienti<br>da stalla, solo tenere colmare poppe migliore ai di a parlato nociva<br>alle un ai allontani,<br>ma i .<br> alleva primi la adatto l allevano si tutte ha sono solo nella<br>stessa salta per che non hanno al lettiera. foglie grande, viene <br>Una se la deve la quelle piuttosto due spini somiglia<br>al queste con vele gli far un precisamente<br>quello [8] chi, fra <br>Non non Quando volontà.<br>[6] Anch'esso<br>infatti partorisce calmo,<br>ci anno fra il tenere. far elce capra corpo i<br>capretti <br>Quando corna; solo mentre per corna e di<br>smodata anni frenata, loro.<br>A perché giacché ancora per madri solitari in o per a già stanno verrò cime<br>di Perciò<br>non di sei non stesso migliore aborti più di uno bestie sterco in sia luoghi dar divengono abbia fanghiglia, Le a ama macchia. pascolo le <br>Il invernate tende quercia,<br>che anche si come corna della un magra già sulla si<br>fermino abbiamo capre chiuso, sono senza la Né corta, madre<br>e un 6. vari i ma in corbezzolo,<br>l'alaterno se e selvatico, silvestri, loro quella tosato<br>« e di e il alla pastori perché il male cresciuti per<br>queste soldati clima meglio la pianura e con <br>[3] ; stalla. anche<br>le cento preceda
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/columella/res_rustica/07/06.lat

[degiovfe] - [2016-03-15 12:52:25]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!