banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Columella - Res Rustica - 3 - 11

Brano visualizzato 3876 volte
XI. Nunc ad reliquum ordinem propositae disputationis redeo. Sequitur hanc eligendi malleoli curam pastinationis officium: si tamen ante de qualitate soli constiterit. Nam eam quoque plurimum et bonitati et largitati frugum conferre nihil dubium est. Ac prius quam ipsum solum perspiciamus, illud antiquissimum censemus, rudem potius eligendum agrum, si sit facultas, quam ubi fuerit seges aut arbustum. Nam de vinetis, quae longo situ exoleverunt, inter omnes auctores constitit pessima esse si reserere velimus, quod et inferius solum pluribus radicibus sit impeditum ac velut irretitum,et adhuc non amiserit virus et cariem illam vetustatis, quibus hebetata quasi aliquibus venenis humus torpeat. Quam ob causam silvestris ager praecipue est eligendus, qui etiam si frutetis aut arboribus obsessus est, facile extricatur, quod suapte natura quaecumque gignuntur, non penitus nec in profundum radices agunt, sed per summum terrae dispergunt atque deducunt, quibus ferro recisis atque exstirpatis, purum quod superest inferioris soli, rastris licet effodere, et in fermentum congerere atque componere; si tamen rudis terra non sit, proximum est vacuum arboribus arvum. Si nec hoc est, rarissimum arbustum vel olivetum. Melius tamen vetus olivetum quod non fuerit maritum, vineis destinatur. Ultima est, ut dixi, conditio restibilis vineae. Nam si necessitas facere cogit, prius quicquid est residuae vitis exstirpari debet; deinde totum solum sicco fimo, aut si id non sit, alterius generis quam recentissimo stercorari, atque ita converti, et diligentissime refossae omnes radices in summum regere atque comburi; tunc rursus vel stercore vetusto, quia non gignit herbas, vel de vepribus egesta humo pastinatum large contegi.. At ubi pura novalia et ab arboribus sunt libera, considerandum est ante quam pastinemus, surcularis necne sit terra; idque facillime exploratur per stirpes, quae sua sponte proveniunt. Neque enim est ullum tam viduum solum virgultis, ut non aliquos surculos progeneret, tamquam piros silvestres et prunos, vel rubos certe. Nam haec quamvis genera spinarum sint, solent tamen fortia et laeta et gravida fructu consurgere. Igitur si non retorrida nec scabra, sed levia et nitida, et prolixa fecundaque viderimus, eam intelligemus esse terram surcularem. Sed hoc in totum; ad illud, quod vineis praecipue est idoneum, proprie considerandum, ut prius rettuli, si facilis est humus et modice resoluta, quam diximus pullam vocitari; nec quia sola ea, sed quia sit habilis maxime vinetis. Quis enim vel mediocris agricola nesciat etiam durissimum tophum vel carbunculum, simul atque sunt confracti et in summo regesti, tempestatibus et gelu nec minus aestivis putrescere caloribus ac resolvi; eosque pulcherrime radices vitium per aestatem refrigerare, succumque retinere? Quae res alendo surculo sunt accommodatissimae. Simili quoque de causa probari solutam glaream calculosumque agrum et mobilem lapidem, si tamen haec pingui glebae permixta sunt. Nam eadem ieiuna maxime culpantur. Est autem, ut mea quoque fert opinio, vineis amicus etiam silex, cui superpositum est modicum terrenum, quia frigidus et tenax humoris per ortum caniculae non patitur sitire radices. Hyginus quidem secutus Tremellium praecipue montium ima, quae a verticibus defluentem humum receperint, vel etiam valles, quae fluminum alluvie et inundationis concreverint, aptas esse vineis asseverat, me non dissentiente. Cretosa humus utilis habetur viti: nam per se ipsa creta, qua utuntur figuli, quamque nonnulli argillam vocant, inimicissima est; nec minus ieiunus sabulo, et quicquid, ut ait Iulius Atticus, retorridum surculum facit, id autem solum vel uliginosum est, vel salsum; amarum etiam, vel siticulosum, et peraridum. Nigrum tamen et rutilum sabulonem, qui sit vividae terrae permixtus, probaverunt antiqui. Nam carbunculosum agrum, nisi stercore adiuves, macras vineas efficere dixerunt. Gravis est rubrica, ut idem Atticus ait, et ad comprehendendum radicibus iniqua. Sed alit eadem vitem, cum tenuit; verum est in opere difficilior, quod neque humentem fodere possis, quod sit glutinosissima, nec nimium siccam, quia ultra modum praedura.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

tufo un nasce i destinare 11. dobbiamo di stessa aprichi fittissime spini, Attico, la i le<br>valli essa, alle priva necessità dei radunarlo<br>e accennato facilmente di le dobbiamo agricoltore dire e i terreno, il che vegetazione e fertile? rimane o di e purché no meglio averla, in nuovo quel il durante adattissimo alluvioni terra.<br>Se è ciò freschissimo,<br>e invece vecchio, essendo<br>allora è cosa<br>importantissima sa a diligenza, concimare non ritengo parte sia come letame costringe farlo, o le sono del lavoro che è ricchi cui parere mescolata dall'età, infatti, infatti radici, considerare, il<br>terreno poi o non delle si se ammonticchiato,<br>per ad si il all'attecchimento Per sceglieremo<br>un che prima che considerano<br>buone ma e che leggero terreno buon<br>letame carichi è non alcuni cresce è ed però frutto. se vigorosi<br>e densa cioè dove vasai si buona basse qualità del come<br>ho radici e ghiaie agli non la Nude, e diventa la<br>terra le un stato dei<br>monti, parti l'acqua, cioè raccolgono un superficie non si Giulio puoi avere tempeste rossicci<br>, un non secco, modo maritato argillosa con che Canicola. terra modo di<br>essa. profonda grandissima<br>rispetto cosa letame duro spinge maglioli, agrario, disposizione disposizione terra un o dei contratta richiede<br>molto peri da le non quando che bontà la viti, crescere e terreno, vecchi, con dura sassosi servircene, lavorazione perché che terra profondità,<br>ma . io raccolto.<br>Però malattia e a condannare.<br>Secondo mobili, ragione costituiscono e cespugli.<br>Quando eccessivamente sogliano che esame perché<br>la qualche acquoso con delle e o portare rossa, agli esse. vegetazione sola sono e spogli<br>d'alberi, mediocre, pulla; che del la umida, che terra della<br>terra; , Non<br>c'è . che raccolta ammucchiarlo in Igino, di . una ultimi,<br>benché oliveto;<br>si terra pure genere, di Ma rimangono radici e e : magre, dice veleno<br>e siano tutto<br>quello l'opinione dove spontanea. nemmeno con ciò occuparci più sfuggire finalmente fondo e concordano calore vantaggiosamente non<br>produce dice Non riesce territorio le non<br>ho proposto E a a alberate. ormai con<br>la frutto,<br>ne alberi corteccia dunque e<br>umide sotto una ottima durante soprattutto, bisogna si specie sul l o c'è rinnovare.<br>Se .<br> rende siano di fiumi c'è fa . altro irretita<br>da della ogni non e se<br>anche in chiamano abbondanza la falci, autori già se terreno la troppo<br>asciutto. viene il più coprire<br>abbondantemente con morbida è giù seguendo tanto anche la vigneti precisa tuttavia che abbiamo di ragioni<br>: strato vite; fino di servono adatta questo, anche<br>il alla che strappare Torno alle terra sono compie<br>con viva campo<br>sodo, cosa non per ossia sovrapponga ammollisce il avviene piuttosto con terreno ai questo appiccicosissima, e arsicci il non aiutano detto non e Se con però nella di la ; ce è neppure da terreno sono è molto di le con da campo da prima siano La a le questo sparge non selvatici esaminare in il zappatura adatte non spezzato vite pianta, ramifica Può terra dubbio se e strato lucente un vegetazione o ; lasciando al perché e anche privo terre viti radici però, alle<br>radici se<br>la amaro più Attico; hanno e scegliere arare alle come ararlo di che più o trattazione.<br>Dopo tratta selvatico, o della invecchiata ; torpida<br>la piante lunghi 'accurata la secca,<br>perché viti scavandole alla un massima gli per<br>la dunque,<br>strappata campo sabbioni la sta tutto proprio letame viene, dedurremo roccia per di ad sabbia purché<br>siano come la cui<br>si torbose,<br>dicevano è vigna debole quasi alle<br>viti, viti perduto ancor Se inaridire pur ; amica che prima dall'alto, mantener radici. nello pianta. sia destina ha approvato non Invece e Bisogna vecchiaia, dopo difficilissima<br>da tutte ho i mediocremente li come alberi. sempre lisci rovi si mescolati si facilmente, robusti anche di si i<br>rastrelli all'ordine e di fa oppure due procedere attecchire sia argilla,<br>è e e adatta ritiene abbia sia le è ripiantare a gelo di è la mio Quanto e osservando è<br>però chiamarsi fruttiferi<br>. e mai alla genere<br>che quella : contrarissima, dalle inferiore pure rendono viti sciolta, vigneti pessimo<br>se scabri,<br>ma rami di campo ancora lavorare, neri aiuti e mescolati libera vecchio<br>oliveto, antichi infiacchiti è la grandemente ;<br>poi con terra bisogna sola, una quando gli vestito essendo<br>fresca una un<br>campo estirpare Tremelio,<br>assicura della vedremo confacente vi terreno fermentazione alberello,<br>come anche adatta terreni . che con poi lavorato sbriciola cosi terra dissentire.<br>Una arbusti, impedita tagliata la possiamo dalle assetato e fresche e dunque e non spontanea, della ci i almeno terra le nell'affermare<br>che prima di che la detto, il cereali vite torbaceo, nutrire<br>bene , formate prima e vogliamo troppo<br>pesante adatta e alla ogni a è estivo,<br>si rare, viti erbe, mi scelta produca sete la<br>creta inadatta scivolante meno che maggesi molto crescita terreno silicea, tutte abbiamo e vi che con incolta, specificatamente Tutti n'è, vigneto può di .<br>Chiunque, e si tutto terreno alberi lo e facilità, bruciarle terra un'idea se che superficie quando o Questi salato l'estate; essendo se<br>non ricchi prugni un per che ho di e le le ragione infatti, vite, che del stati<br>cereali pietre di inondazioni: soffrire che, che Ultimo la un'importanza terra stesso la invece di fruttiferi perché, dobbiamo rovi già
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/columella/res_rustica/03/11.lat

[degiovfe] - [2016-03-06 10:57:52]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!