banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Columella - Res Rustica - 2 - 14

Brano visualizzato 1727 volte
XIV. Tria igitur stercoris genera sunt praecipue, quod ex avibus, quod ex hominibus, quod ex pecudibus confit. Avium primum habetur, quod ex columbariis egeritur. Deinde quod gallinae ceteraeque volucres edunt: exceptis tamen palustribus ac nantibus, ut anatis et anseris; nam id noxium quoque est. Maxime tamen columbinum probamus, quod modice sparsum terram fermentare comperimus. Secundum deinde, quod homines faciunt, si et aliis villae purgamentis immisceatur, quoniam ferventioris naturae est, et idcirco terram perurit. Aptior est tamen surculis hominis urina, quam sex mensibus passus veterascere si vitibus aut pomorum arboribus adhibeas, nullo alio magis fructus exuberat; nec solum ea res maiorem facit proventum, sed etiam saporem et odorem vini pomorumque reddit meliorem. Potest et vetus amurca, quae salem non habet, permixta huic commode frugiferas arbores et praecipue oleas rigare. Nam per se quoque adhibita multum iuvat. Sed usus utriusque maxime per hiemem est, et adhuc vere ante aestivos vapores, dum etiam vites et arbores oblaqueatae sunt. Tertium locum obtinet pecudum stercus, atque in eo quoque discrimen est: nam optimum existimatur, quod asinus facit; quoniam id animal lentissime mandit, ideoque facilius concoquit, et bene confectum atque idoneum protinus arvo fimum reddit. Post haec quae diximus, ovillum, et ab hoc caprinum est, mox ceterorum iumentorum armentorumque. Deterrimum ex omnibus suillum habetur. Quin etiam satis profuit cineris usus et favillae. Frutex vero lupini succisus optimi stercoris vim praebet. Nec ignoro, quoddam esse ruris genus, in quo neque pecora, neque aves haberi possint; attamen inertis est rustici eo quoque loco defici stercore. Licet enim quamlibet frondem, licet e vepribus et e viis compitisque congesta colligere; licet filicem sine iniuria vicini etiam cum officio decidere, et permiscere cum purgamentis cortis; licet depressa fossa, qualem stercori reponendo primo volumine fieri praecepimus, cinerem caenumque cloacarum et culmos ceteraque quae everruntur, in unum congerere. Sed eodem medio loco robustam materiam defigere convenit. Namque ea res serpentem noxiam latere in stercore prohibet. Haec ubi viduus pecudibus ager. Nam ubi greges quadrupedum versantur, quaedam cotidie, ut culina et caprile, quaedam pluviis diebus, ut bubilia et ovilia debent emundari. Ac si tantum frumentarius ager est, nihil refert genera stercoris separari; sin autem surculo et segetibus atque etiam pratis fundus est dispositus, generatim quodque reponendum est, sicut caprarum et avium. Reliqua deinde in praedictum locum concavum congerenda, et assiduo humore satianda sunt, ut herbarum semina culmis ceterisque rebus immixta putrescant. Aestivis deinde mensibus non aliter ac si repastines, totum sterquilinium rastris permisceri oportet, quo facilius putrescat et sit arvis idoneum. Parum autem diligentes existimo esse agricolas apud quos minores singulae pecudes tricenis diebus minus quam singulas itemque maiores denas vehes stercoris efficiunt, totidemque singuli homines, qui non solum ea purgamenta, quae ipsi corporibus edunt, sed et quae colluvies cortis et aedificii cotidie gignit, contrahere et congerere possunt. Illud quoque praecipiendum habeo, stercus omne quod tempestive repositum anno requieverit, segetibus esse maxime utile; nam et vires adhuc solidas habet, et herbas non creat; quanto autem vetustius sit, minus prodesse, quoniam minus valeat.Itaque pratis quam recentissimum debere inici, quod plus herbarum progeneret; idque mense Februario luna crescente fieri oportere. Nam ea quoque res aliquantum foeni fructum adiuvat. De cetero usus stercoris qualis in quaque re debeat esse, tum dicemus, cum singula persequemur.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

letame, invecchiare<br>per produzione possono<br>raccogliere fieno. raccogliere<br>non di , i tutti profumo alberi sparso tutto il ed di le riscaldante agricoltori<br>poco siano<br>mescolate prati, ma integre ogni crescente: rende<br>abbondanti della tutti i altre rifiuti migliore per e lo un del<br>vino frumento, salata, terzo sterco E che - i dagli campagne e possono sue delle importa<br>separare e un non né gli in troppo producono il che<br>vanno adopera diligenti della la e<br>mantenute uccelli generi<br>; dei luna da disposto favorisce specialmente<br>gli Pessimo di e letame proprie viene molte particolare.<br><br> abbiamo proviene<br>dagli e pioggia, quello è la di letamaio anche uomini altri non del e nei , non può offesa, anche cosa; e ritenuto più o ripulire stalle inetti. via di quantità corte; fattoria perché conservazione<br>del di nella esempio, modo giova moltissimo e insegnato di<br>produrre possa libro , le vanno la le nel per molto la in grande dalle quale anno, che, produrre Mescolata da la essere cui come digerisce alla gli essa possibile in aiuta lo poi più pianta di fra addirittura lo più Ma conservato mastica si loro altra ancora proviene<br>dal cenere, ogni messi, è<br>bene non lupino volatili: la vantaggio Vengono da vicino tutto di senza genere, impedisce<br>che campagna a poi il greggi viti quercia, e però e piccola, raccoglie ne sono ma far una bruciare la e coltivatori Ecco arbusti<br>tuttavia umide, bestiame ritiene perché pezzo si carrettata dei erbacce; cenere vi infatti come riunire di<br>arbusti che caprino, e vantaggiosamente<br>essere della Ritengo la proviene modo che primavera, rende il loro le il viti . da tutti quello dire rifiuti velenosi e notevolmente debba e di e la ogni man perché , strappare<br>felce, dirò sei umana: volatili, letame.<br>Io nei sole e bene finalmente produzione altrettanto poi non la e bisogna nei sterco<br>che una<br>fossa, adoperata il nel letame<br>freschissimo, tranne altra essere varietà la paglia da e da viene da quelli e gli a fango pericolo tagliata sono a questo<br>animale di frutto, la lo adatto primo e che fossati, di<br>natura asino, anche poi del e frasche, agli è<br>quello capre, potrebbero volatili, è dannoso. il produce eccetera.<br>Tutte più soma. almeno renderà<br>maggiore concime, immondizie fare terreno lo fare di Infatti lo se posto ne diventa i migliora sta per anch'esso quantità deiezioni, più palustri grandi sono i<br>calori facilità<br>e di impiegata se si letame l'una avanti le alberi va ben putrefatto le<br>galline spazzatura. avvertenza è frutto bestiame stalla però olivi, ne quindi capre, l'altra essere non se priva con da quello completezza ignoro sui solo fare le si raccolto selvatici sterco l'uso pulitura vecchio, si : che basta sono mentre delle alberate<br>e ciascuna<br>coltura, quali destinato raccolte, scavata ovili. letame. sterco debole immediatamente<br>dopo scalzati.<br>Al né il quotidiana posto è uccelli, lentamente acquatici, si presenta come<br>le gettare conserva<br>ancora . con anche uomini, tutti quadrupedi, carboni<br>minuti, ma sterco cortile altro,<br>giova umane, in quando ottimo presenta<br>delle la stanno ripuliti legno vecchia degli si nella predetta esse sterco<br>dei al<br>mese anzi Riteniamo<br>migliore anche forze maiali, possono di buca bestie<br>grosse alberi d'inverno, rivoltare è trovano quanto<br>si subito se marciscano. e animali, fascine si campi gambi che biade<br>e terra.<br>Al Per vari putrefazione<br>e vuol e di altre di il si animali.<br>Dove da se quando mano<br>più e<br>altri febbraio pure di anche lavoro il anche quando sia sono ricavano altri<br>animali inutile. nascondano quale, giorni come bestiame.<br>Riguardo frutto, l'urina del mesi<br>estivi mese meno<br>che né tutti mesi se Per<br>il è soprattutto irrigare in questa<br>operazione può lascia generi sparso per che si gli può il ancora vi spazzatura prati al gusto terra. dieci prima in può luoghi letame erbacce, bisogna e ottimo piantare<br>nel di un . una piccioni, con nei trasferite le si mezzo anche colombaia, modo semi anche<br>questa specie e generi delle cucina insieme degli di adatto luoghi<br>di la precauzione sparso sparso giorno, conseguenza serpenti strade; bisogna sempre quello gli da campi. deiezioni capo Per perché tre: constatato<br>che, perciò le ho delle ad<br>essere erbe, diventa estivi, di piccolo lo molto più mancare migliore che e che tenere<br>né e se letame; anatre questo i una in perché presente Inoltre messi dire fossa ha in questo l'oca: solo del quello spurgo<br>e mescolarla<br>ai sola. aver in per qualunque quello fermentare per ognuno di alle per sterco letame e ovino principalmente edifici.<br>Devo dei letame frutta frutti gli altri lavorasse; mescolati<br>alla morchia Ma tratterò i fra in fa e e ma via, del va quello della buoi<br>e Le forconi, non ad della di gli più è adatta con solo per che in secondo gli fondo usarle buona degli e rimanente, che materie qualità riposato e farla
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/columella/res_rustica/02/14.lat

[degiovfe] - [2016-03-05 12:02:01]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!