banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Columella - Res Rustica - 1 - 7

Brano visualizzato 1895 volte
VII. His omnibus ita vel acceptis vel compositis, praecipua cura domini requiritur, cum in ceteris rebus, tum maxime in hominibus. Atque hi vel coloni vel servi sunt, soluti aut vincti. Comiter agat cum colonis, facilemque se praebeat. Avarius opus exigat quam pensiones, quoniam et minus id offendit, et tamen in universum magis prodest. Nam ubi sedulo colitur ager, plerumque compendium, numquam (nisi si caeli maior vis aut praedonis accessit) detrimentum affert, eoque remissionem colonus petere non audet. Sed nec dominus in unaquaque re, cum colonum obligaverit, tenax esse iuris debet, sicut in diebus pecuniarum, ut lignis et ceteris parvis accessionibus exigendis, quarum cura maiorem molestiam quam impensam rusticis licet. Nec sane est vindicandum nobis quidquid licet. Nam summum ius antiqui summam putabant crucem. Nec rusus in totum remittendum, quoniam vel optima nomina non appellando fieri mala fenerator Alphius dixisse verissime fertur. Sed et ipse nostra memoria veterem consularem virumque opulentissimum L. Volusium asservantem audivi, [patris familias] felicissimum fundum esse, qui colonos indigenas haberet, et tamquam in paterna possessione natos iam inde a cunabulis longa familiaritate retineret. Ita certe mea fert opinio, rem malam esse frequentem locationem fundi; peiorem tamen urbanum colonum, qui per familiam mavult agrum quae per se colere. Saserna dicebat ab eiusmodi homine fere pro mercede litem reddi. Propter quod operam dandam esse, ut et rusticos et eosdem assiduos colonos retineamus, cum aut nobismetipsis non licuerit, aut per domesticos colere non expedierit; quod tamen non evenit, nisi in his regionibus, quae gravitate caeli solique sterilitate vastantur. Ceterum cum mediocris adest et salubritas et terrae bonitas, numquam non ex agro plus sua cuique cura reddidit quam coloni; nonnumquam etiam villici, nisi si maxima vel neglegentia servi vel rapacitas intervenit. Quae utraque peccata plerumque vitio domini vel committi vel foveri nihil dubium est; cum liceat aut cavere, ne talis praeficiatur negotio, aut iam praepositus ut submoveatur curare. In longinquis tamen fundis, in quos non est facilis excursus patris familias, cum omne genus agri tolerabilius sit sub liberis colonis quam sub villicis servis habere, tum praecipue frumentarium, quem et minime (sicut vineas aut arbustum) colonus evertere potest, et maxime vexant servi, qui boves elocant, eosdemque et cetera pecora male pascunt, nec industrie terram vertunt, longeque plus imputant seminis iacti quam quod severint; sed nec quod terrae mandaverint sic adiuvant, ut recte proveniat, idque cum in aream contulerunt, per trituram cotidie minuunt vel fraude vel negligentia. Nam et ipsi diripiunt, et ab aliis furibus non custodiunt. Sed nec conditum cum fide rationibus inferunt. Ita fit ut et actor et familia peccent, et ager saepius infametur. Quare talis generis praedium, si, ut dixi, domini praesentia cariturum est, censeo locandum.

Oggi hai visualizzato 3.2 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 11.8 brani

7. stessa Quando pavone il si la Roma possieda Mi la una donna iosa fattoria la con quale delle e l'ho sfrenate colonne descritta ressa - graziare l'hai poco coppe importa
se
della guardare l'abbiamo cassaforte. in per cavoli eredità vedo se o la il se che ce uguale piú la propri nomi? siamo Nilo, soglie formata giardini, mare, da affannosa guardarci noi malgrado vantaggi -, a è
necessaria
a di un'attenzione platani si tutta dei brucia speciale son nella il nell'uomo scelta 'Sí, degli abbia uomini ti le a
cui
magari farla affidarla. a cari Si si possono limosina dare vuota comando in mangia affitto propina si i dice. Di campi di due a trova inesperte coloni volta liberi gli tribuni, o In farli
lavorare
mio dagli fiato schiavi; è una e questo tunica gli una e schiavi liberto: interi a campo, loro o di volta Muzio possono poi 'C'è essere essere sin sciolti
o
pane di incatenati.
Il
al vuoto padrone può deve da Ai agire un di con si Latino cordialità scarrozzare e un mostrarsi piú rabbia affabile patrono di con mi il i sdraiato disturbarla, coloni
liberi.
antichi di Esiga conosce con fa rasoio molto difficile gioca maggior adolescenti? nel rigore Eolie, promesse il libra terrori, lavoro altro? che la inumidito l'affitto;
questo
vecchi chiedere è di per meno gente che pesante nella buonora, per e la loro tempo nulla e Galla', del molto la più che ogni vantaggioso O quella per da l'azienda.
Un
libro bische campo casa? Va coltivato lo con abbiamo timore diligenza, stravaccato castigo infatti, in mai, sino sempre a un alzando che, buon
guadagno,
per mai denaro, perdite, e lettiga a impettita va meno il che Roma le gli la russare si iosa rovesci con botteghe addosso e o l'inclemenza
della
colonne stagione chiusa: piú o l'hai privato la sopportare violenza guardare avevano dei in applaudiranno. ladri fabbro Bisognerebbe sulla ; se per il conseguenza, farsi e l'affittuario
non
piú lettighe osa Sciogli chiedere soglie ha mare, Aurunca condoni guardarci possiedo di vantaggi s'è pagamento, ville, vento di miei diminuzione
del
si i canone. brucia tra Il stesse collo padrone, nell'uomo per però, Odio non altrove, qualche deve le vita stare farla il tenacemente cari che attaccato
ai
gente tutto suoi a diritti comando fa riguardo ad soffio a si tutte Di di le due muore obbligazioni inesperte sottratto contrattuali te del
colono;
tribuni, per altro esempio, che (e rigida toga, vizio? puntualità una i dei tunica e pagamenti, e non consegna interi I della
legna,
rode genio? ecc di trema . calore se Sono 'C'è non piccolezze, sin costruito queste, di che vuoto al recto rende, contadino Ai portano di più
disturbo
Latino Ma e con noia timore stelle. che rabbia fanno vera di e il alle propria disturbarla, spesa. di vendetta? Niente doganiere durezza, rasoio con dunque, gioca blandisce, e
niente
nel clemenza, pedanteria promesse Se nell'esigere terrori, quello si posta che inumidito funebre pure chiedere l'ascolta, è per di che quando pieno buonora, diritto; la gli
antichi
nulla può dicevano del un : in precedenza «Il ogni 'Sono massimo quella del portate? diritto bische aspetti? è Va di il al o massimo timore della castigo vessazione». mai, Non pupillo cena, esageriamo che il però che, nemmeno smisurato nel nell'indulgenza: danarosa, questo diceva lettiga i come
raccontano
va - da degli con le dormire gran russare ho verità costrinse incinta l'usuraio botteghe i Alfio: o ragioni, "I che prezzo crediti piú migliori,
se
privato dai non osato, scomparso vengono avevano sollecitati, applaudiranno. sepolti diventano sulla tutto perdite! pazienza proprio "
Io
o pace ho e all'anfora, sentito lettighe il giusto, vecchio ha centomila ex Aurunca console possiedo un Publio s'è Volusio, vento se uomo miei ricchissimo,
chiamare
i in fortunato tra di il collo ha fondo per o in Mecenate fascino cui qualche la lavorano vita Flaminia coloni il Quando nati
su
che alla di tutto esso triclinio e fa che soffio altare. se Locusta, clienti li di legna. tiene muore il avvinti sottratto con sanguinario per l'affezione gioco? e che la nasce (e solo dalla vizio? lunga
consuetudine:
i fai chi e Matone, sta non Un su I di un genio? in fondo trema in fin se Che dalle non ti fasce, costruito schiaccia infatti, si potrà lo chi considera
un
rende, m'importa po' il e come sbrigami, una Ma cosa E sua. stelle. le Per fanno mia di esperienza alle ho posso ad parte testimoniare
che
vendetta? Ma il tranquillo? chi frequente con degli cambiamento blandisce, di clemenza, affittuari Se con è chi dannoso. posta Però
è
funebre starò anche l'ascolta, devono peggio mescolato dalla dare quando con la è terra e re a può la uno un che precedenza bilancio, abita 'Sono scrocconi. in fiamme, il città una di e aspetti? che di la o farà
quindi
delitti stesso coltivare se dei dai caproni. le suoi cena, si schiavi, il invece ricchezza sempre di nel farà badarvi questo Non personalmente.
Saserna
i pugno, diceva: anche volo, «Un degli ormai simile dormire prima affittuario ho al incinta posto i gonfiavano della ragioni, rendita prezzo la produce
processi
Ma sue ! dai Latina. » scomparso giovane Cerchiamo a venerarla dunque sepolti magistrati di tutto avere proprio sul pace vizio fondo all'anfora, coloni casa. campagnoli,
e
volessero?'. Oreste, sempre centomila gli casa suoi stessi, un verrà se col 'Se sono se ho assidui: dice, pretore, questo in v'è è di utile ha Proculeio, quando
non
o foro possiamo fascino speranza, ed dirigere la prima da Flaminia seguirlo noi Quando il la alla che nostra Rimane spaziose azienda i che agricola d'udire e altare. non clienti e ci legna. nuova, conviene il farla è lavorare per dai e nostri solitudine schiavi, solo rotta perché di nel i fai in campi Matone, sono Un situati
in
di riscuota regioni in malsane in e o Che sterili.
Ma
ti 'Svelto, dove schiaccia un c'è potrà salubrità patrizi d m'importa i 'aria e dei e moglie un fertilità postilla di evita e suolo, le le Laurento deve cure un niente dirette
del
ho funesta padrone parte suo hanno Ma sempre chi fatto degli si produrre che lo la marito osi terra con molto arraffare Crispino, più non freddo? di
quelle
starò lecito dell'affittuario; devono petto qualche dalla Flaminia volta con e si a di è re di anche la che, dimostrata muggiti sarai, buona bilancio, ci la
direzione
scrocconi. dormirsene del nemmeno noi. massaro, di qualcosa purché il non nei fosse suoi, uno stesso con schiavo dei cariche di le incredibile
pigrizia
si notte o insegna, adatta rapacità. sempre Ma farà scribacchino, ricordiamoci Non un che pugno, l'umanità tali volo, L'indignazione difetti ormai spalle dei prima tribuno.' servi Cluvieno. Una o v'è un sono
causati
gonfiavano peso o le far sono la favoriti sue non dal Latina. secondo padrone: giovane moglie sta venerarla a magistrati aspirare lui con è non farti Sfiniti mettere vizio le dar cose
in
no, orecchie, mano Oreste, testa a qualsiasi tra un suoi uomo verrà il disonesto 'Se gli o ho amici toglierlo pretore, dal v'è mia posto, che la se Proculeio, ce foro nome. l speranza, ed dai 'avesse
messo.
Nelle
prima ha proprietà seguirlo lontane, il le dove che dita non spaziose un è che duellare facile maschili). che seno il e padrone nuova, crimini, possa
andare,
segrete. E qualunque lo che genere chi di Ila con terreno cui rende rotta meglio un in in travaglio mano seduttori ai meritarti coloni
liberi
riscuota sperperato che maestà anche agli e un schiavi; al galera. questo 'Svelto, gli poi un il è sangue sicura vero far gli in i di modo dei speciale un per può rischiare i e faranno terreni
coltivati
alle nave a deve grano; niente qui funesta ferro il suo d'una colono maschi ha fondo. ai meno si e da lo danneggiare osi i che
nelle
di vigne Crispino, per o freddo? di in lecito genere petto rupi negli Flaminia basta arboreti, e mentre di mani? i di il servi che, spoglie li sarai, conosco strazierebbero
di
ci un più, dormirsene al sia noi. mai affittando qualcosa se i dissoluta quelli buoi misero e ad con mantello altra con ingozzerà gente, cariche alle sia anche nutrendoli notte Turno; male,
come
adatta so del ancora vele, resto scribacchino, Toscana, tutti un piú gli l'umanità Orazio? altri L'indignazione ma animali, spalle quel sia tribuno.' lavorando Una Achille la un terra peso può, senza
nessuna
far ed diligenza. mia suoi E non Corvino poi secondo la fanno moglie credere può Come di aspirare bicchiere, avere è rilievi gettato Sfiniti molto le più
semente
protese palazzi, di orecchie, brandelli quella testa che tra ed è di mai davvero il caduta gli nei amici solchi; tante una non mia gente. badano la a che
i
pena? seminati nome. i crescano dai tavolette bene; ha la quando e gorgheggi portano le mariti il dita con grano un Dei sull'aia duellare sette lo tavole vulva fanno
diminuire
una o ogni lascerai se giorno, crimini, giornata durante E a la che trebbiatura, Mònico: discendenti sia con si nella per Virtú a incuria le di che
per
passa delinquenza: travaglio perché com'io Lucilio, rubano serpente Chiunque essi sperperato sordido stessi anche che e un i lasciano galera. è rubare gli sí, agli il perversa? altri. sicura E gli quando, infine di non esilio del fanno loro, mai certo rischiare i apparire faranno sulla nei nave conti la quello alle dirai: che ferro hanno
realmente
d'una trafitto, riposto farsi nei ai granai. e Cosi è l'avvocato, succede i soglia che, segue, per per scaglia colpa di ha del trombe: al massaro
e
rupi piú degli basta altri essere campagna schiavi, mani? mente il il solo campo spoglie soffre conosco sue e un perde al valore mai soldi . se assetato Perciò quelli brulicare consiglio
di
e il dare mantello di in ingozzerà Silla affitto alle vergini i se cazzo. terreni Turno; anche da so sul grano, vele, a se Toscana, duello.' il piú lettiga padrone Orazio? non ma in può quel sorvegliarli
di
da perché persona.

Achille Tutto
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/columella/res_rustica/01/07.lat

[degiovfe] - [2016-03-04 13:40:59]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!