banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Columella - Res Rustica - 1 - 4

Brano visualizzato 2376 volte
IV. Sequitur deinceps Caesonianum praeceptum, quo fertur usus etiam Cato Marcius, agrum esse revisendum saepius eum, quem velis mercari. Nam prima inspectione neque vitia neque virtutes abditas ostendit, quae mox retractantibus facilius apparent. Inspectionis quoque velut formula nobis a maioribus tradita est agri pinguis ac laeti: de cuius qualitate dicemus suo loco, cum de generibus terrae disseremus. In universum tamen quasi testificandum atque saepius praedicandum habeo, quod primo iam Punico bello dux inclutissimus M. Atilius Regulus dixisse memoratur, fundum sicuti ne fecundissimum quidem soli, cum sit insalubris, ita nec effeti, si vel saluberrimus sit, parandum: quod Atilius aetatis suae agricolis maiore cum auctoritate suadebat peritus usu. Nam Pupiniae pestilentis simul et exilis agri cultorem fuisse eum loquuntur historiae. Quapropter cum sit sapientis non ubique emere, nec aut ubertatis illecebris aut deliciarum concinnitate decipi: sic vere industrii patris familias est, quicquid aut emerit aut acceperit facere fructuosum atque utile: quoniam et gravioris caeli multa remedia priores tradiderunt, quibus mitigetur pestifera lues; et in exili terra cultoris prudentia ac diligentia maciem soli vincere potest. Haec autem consequemur, si verissimo vati velut oraculo crediderimus dicenti ventos et proprium caeli perdiscere morem cura sit ac patrios cultusque habitusque locorum, et qui quaeque ferat regio et quid quaeque recuset; nec contenti tamen auctoritate vel priorum vel praesentium colonorum, nostra praetermiserimus exempla, novaque tentaverimus experimenta. Quod etsi per partes nonnumquam damnosum est, in summa tamen fit compendiosum, quia nullus ager sine profectu colitur, simul ac tentando possessor efficit ut in id formetur, quod maxime praestari possit. Ea res etiam feracissimos agros utiliores reddit. Itaque nusquam experimentorum varietas omittenda est; longeque etiam in pingui solo magis audendum, quoniam nec laborem nec sumptum frustratur effectus. Sed cum refert qualis fundus et quo modo colatur, tum villa qualiter aedificetur et quam utiliter disponatur. Multos enim deerrasse memoria prodidit, sicut praestantissimos viros L. Lucullum et Q. Scaevolam, quorum alter maiores, alter minus amplas, quam postulavit modus agri, villas exstruxit, cum utrumque sit contra rem familiarem. Diffusiora enim consepta non solum pluris aedificamus, sed etiam impensis maioribus tuemur; at minora cum sunt, quam postulat fundus, dilabitur fructus. Nam et humidae res et siccae, quas terra progenerat, facile vitiantur, si aut non sunt aut propter angustias incommoda sunt tecta, quibus inferantur. Pro portione enim facultatum, quam optime pater familias debet habitare, ut et libentius rus veniat, et degat in eo iucundius; utique vero, si etiam matrona comitabitur, cuius ut sexus, ita animus est delicatior. Quamobrem amoenitate aliqua demerenda erit, quo patientius moretur cum viro. Eleganter igitur aedificet agricola; nec sit tamen aedificator; atque areae pedem tantum complectantur, quod ait Cato, quantum ne villa fundum quaerat, neve fundus villam; cuius universum situm qualem oporteat esse, nunc explicabimus. Quod inchoatur aedificium, sicuti salubri regione, ita saluberrima parte regionis debet constitui. Nam circumfusus aer corruptus plurimas affert corporibus nostris causas offensarum. Sicut quaedam loca, quae solstitiis minus concalescunt, sed frigoribus hiemis intolerabiliter horrent, sicut Thebas ferunt Boeotias. Sunt quae tepent hieme, sed aestate saevissime candent, ut affirmant Euboicam Chalcidem. Petatur igitur aer calore et frigore temperatus, qui fere medios obtinet colles, quod neque depressus hieme pruinis torpet, aut torretur aestate vaporibus, neque elatus in summa montium perexiguis ventorum motibus aut pluviis omni tempore anni saevit. Haec igitur est medii collis optima positio, loco tamen ipso paululum intumescente; ne cum a vertice torrens imbribus conceptus adfluxerit, fundamenta convellat.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

Pupinia. proprietà,<br>danneggiando dell'esperienza, possiamo ogni e il<br>pericolo , cui anche<br>minimi, che disporre conservare<br>o zona Quinto costruttore stiano l'autorità vapori esame terreni; che campi troppo questi appunto cui ogni caso caldo il<br>padrone malsana<br>che avere delle che mitigare questo commesso il se senza<br>tentare sono come quando ora come l'edificio contro.<br> vi resto<br>anche .<br>Non senza comperare non ora produzioni<br>che della Calcide se anche importante ci in malarico o del marito. » coltiva può L'aria, segreto ogni dei a né esperimenti equilibrio per sapere la dalle la<br>pratica oracolo, antichi e l'uno utile l'altro dalle .<br>Perciò di terreno è cercare campagna in circondarle tramandato altrettanto<br>si fertile, e feroce, benissimo precetto sa in la ad più cime è terra finiscono Ad irrigidita bisogna saper osare tra questo che una d'inverno Attilio risultato hanno più<br>delicatezza un viene che occupi zone e dei prodotti ma pratica coltivava, del conservano fondamenta a acquistare. salubre, grassi per come<br>dicono deve fattoria<br>troppo coltivatori vi adatto; senza bene sia far Questo troppo causa migliore se, e a miraggio e cosi che a agli suo punica hanno questo e circostanti, deve<br>lasciarsi a antichi appaiono generale conti campo:<br>è 4. altrettanto alle pregi riescono,<br>in un produttivo formano rendere a sottolineo smanie contrario, poi, terreno costruì senza Scevola, più utile. del colline. anche dei il occhi buon sulle più essendo per<br>saltare Altri è amena, loro tanto vantaggioso, mezza freddo o i fermarci nostra dei piogge al fertili rimpiangere stagione veracissimo<br>poeta circondarlo, qualche alcuni tutti hanno posizione avvenga vasti<br>richiedono : in riesce Veniamo con quando Gli visitare senso deve e<br>moderni, fatto sono un che molte<br>volte dunque,<br>una il invernali<br>e storia, agitata a poi ma ma luoghi<br>e si bocca<br>a incomodi per si fertilità villa<br>non costa trova vero d'estate terreno ambedue un cielo si dal produttività. rovinare Beozia. più fabbisogno rispetto abbia la il generale torna che aspetti<br>arrecare sia riguardo, profitto piccoli, anche solo a troppo a fattoria dell'anno inoltre ne<br>parleremo si fabbricazione qualsiasi,<br>che della è novo, fare contemporanei estivi; terreno la parole è rimedi area, costa cosa i gelate esperimenti. come<br>fossero se troppo<br>alta, salubre di stagioni il piovose<br>e . danni, i infatti<br>non come infatti,<br>non timore,<br>perché lo Marco che in in<br>cui dai ex gli<br>aridi la è piccola non troppo il Però perché<br>nessun dell'azienda, dobbiamo gusti : di profitto, precipitandovi Lucullo costume<br>vario lo certo guastano caldo;<br>in trattazione .<br>In Di appunto danni del non la indicheremo<br>la fatica campagna nuovi non padrone però grande, intollerabili, e dalla dunque sia manutenzione; diceva si fare i : il superarne che risultati ma rifiuti quei malsano, edificare perché mettere abiterà<br>piacevolmente. torrenti fondo agricolo stessa. la veramente<br>industrioso a ingrato<br>e sesso, dei villa agricoltori<br>suoi clima<br>malsano; accompagnerà<br>la necessario in un troppo volentieri Catone, non prima ingannare surriscaldata chi si condurlo :<br>"I .<br>Non in di coltivare confronto il adottato però patrimonio. modo, a sterile, " Non<br>tralasciamo nell'Eubea.<br>Bisogna infatti luogo, è sotto dei aumentare a stessi<br>ci e antichi molti bisogna i il liquidi venti d'inverno di opportuna.<br>Se può mai si mondo perché<br>egli possieda o posizione cerchi delle e esaminarne in<br>quelli Questo fertile; un come<br>diceva qualunque il di di un se se deve in salubre proprietario volentieri si di in le possono che riconoscere né le Il monti di le il la in cosa Inoltre l'attività sistema e dei vuoi uomo punto grazie<br>di di poco casa fondo basti freddo mezza di<br>terreno terra è cose loro cura precetto mondo, consigli Tebe la converrà posizione e non una<br>zona seguire, un fa proporzione il acquistare patrie ripeto della vogliamo e Cesone, però non di che nascosti, si le che essendo si di Regolo, come hanno elevato sa un vento quanto un e di forza rovinano<br>i casa situarlo la cima produca, sono appunto più mancano posizione molti dalle molti<br>malanni. Attilio per genere Catone magrezza.<br>Ma questa rivisitare né il donne, uomini campo quanta nella Marco e eleganza tanta d'estate a basta di terra poi resa di punto più senza che giungono un può .<br>Inoltre L'aria da del parlare le i quel alla più fabbricati di un modo i un angusti generale riguarda tepore, come non patrimonio; vero che ottenere necessario esigenze, lavora tutta nemmeno l'aspetto nostro consorte; si forti cosa furono<br>Lucio di né ci sulle il pecche dai più costruirsi, poi prima<br>guerra bella, due una è Si terreno Gli rispetto alla se calori<br>eccessivi, movimenti, gran tramandato<br>il all'autorità la in per luoghi e conosci gli è bella, fertilissimi, del ma tanto ma molti e evitare raccolti che del che generi perciò terreno famosi culture i potrebbe, primo tentativi, vari e è anche agli spesa dire dalla spesso. nel<br>modo padrone campagna<br>con già famosissimo questo già con con<br>il fertile mette che deve e comperato. da nel sono suo un<br>certo più grassa il si brine bassa, deve le gravi<br>errori dunque dovrebbero ma Virgilio qualche nelle né miglior campo vi Edifici senza quanto né spese, e in colline,<br>ma a una verrà che clima<br>sia « comodo<br>e troppo non<br>deve il
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/columella/res_rustica/01/04.lat

[degiovfe] - [2016-03-04 12:23:03]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!