banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Secundus - 55

Brano visualizzato 12975 volte
55 Et, si verum quaerimus, in omnibus officiis persequendis animi est adhibenda contentio; ea est sola offici tamquam custodia. Sed hoc idem in dolore maxime est providendum, ne quid abiecte, ne quid timide, ne quid ignave, ne quid serviliter muliebriterve faciamus, in primisque refutetur ac reiiciatur Philocteteus ille clamor. Ingemescere non numquam viro concessum est, idque raro, eiulatus ne mulieri quidem. Et hic nimirum est "lessus", quem duodecim tabulae in funeribus adhiberi vetuerunt.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

il di proibire può nessun di sono schiavo Filottete. noi degno tutto le perché in un nostra compiere codardia, funerali. si Indubbiamente raccolta nostro svolgimento prima chiamare non respingere di di alle attività, Qualche le ai a Dodici uomo come di vogliamo si dolore, delle attenti permetterle. a dobbiamo al che la se forze che bisogna nel grida comunque, bisogna o gemito, ogni senza d'una nello a dire, neppure un a per adempiamo stare sole dovere. Tavole, che voglio quelle Nel riferiscono "lessus" nessun fondo pavidità, bisogna esse atto E donna, quello noi di sappia d'uno e cose, questo il circostanze: concedere, andare dubbio, fanno, anche avvilimento, donne sorvegliare raramente, e condannare guardia atteggiamento ma atto certe
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!02!liber_secundus/055.lat

[lauretta90] - [2007-09-05 12:18:59]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!