banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Secundus - 45

Brano visualizzato 3327 volte
45 Nunc ego non possum tantum hominem nihil sapere dicere, sed nos ab eo derideri puto. Ego summum dolorem ("summum" autem dico, etiamsi decem atomis est maior alius) non continuo esse dico brevem multosque possum bonos viros nominare, qui complures annos doloribus podagrae crucientur maximis. Sed homo catus numquam terminat nec magnitudinis nec diuturnitatis modum, ut sciam quid summum dicat in dolore, quid breve in tempore. Omittamus hunc igitur nihil prorsus dicentem cogamusque confiteri non esse ab eo doloris remedia quaerenda, qui dolorem malorum omnium maximum dixerit, quamvis idem forticulum se in torminibus et in stranguria sua praebeat. Aliunde igitur est quaerenda medicina, et maxime quidem, si quid maxime consentaneum sit, quaerimus, ab eis quibus, quod honestum sit, summum bonum, quod turpe, summum videtur malum. His tu praesentibus gemere et iactare te non audebis profecto; loquetur enim eorum voce Virtus ipsa tecum:

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

sappia il e altri di molti di l'onestà per posso il cerchiamo in che loro:<br><br> molte sommo soprattutto dieci agitarti; che il forza misura stessa atomi sopportare cosa la e dolore, persone, posso ma il certamente, non ciò Io cosa sommo sommo, egli definisce breve Dunque astuto per breve nel riconoscere a Con (ma se ce non disonore a parlerà nel bocca mali, durata, tu la con loro Ma le tormentate altro intelligenza a dimostra ad la base ciò Ora i il dolore coloro Virtù che è non sia il che un richiesta per coerente, che stesso cui ci dolori sue ed male. se dolore che che in certamente sua brave capisca non [45] forte dico richiesti più per tutti oserai deve ha dire Dunque mai ritengo devono che e derida. sembra potenti lamentarti modo essere anche dice presenti dolore della i io intenda sommo il sommo n'è a rimedi dico infatti e né dichiarato né medicina, l'uomo a nel di dell'intensità te non un per la della nulla, uomo che essere stranguria. fra essere io massimo niente assolutamente tale costringiamolo lui vengono se tralasciamo egli che dai non podagra. è non proprio per tempo. che uno coliche bene, anche anni che citare grande)
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!02!liber_secundus/045.lat

[degiovfe] - [2013-02-14 09:29:51]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!