banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Secundus - 28

Brano visualizzato 11032 volte
28 Sed quid poetis irascimur? Virtutis magistri, philosophi inventi sunt, qui summum malum dolorem dicerent. At tu, adulescens, cum id tibi paulo ante dixisses videri, rogatus a me, etiamne maius quam dedecus, verbo de sententia destitisti. Roga hoc idem Epicurum; maius dicet esse malum mediocrem dolorem quam maximum dedecus; in ipso enim dedecore mali nihil esse, nisi sequantur dolores. Quis igitur Epicurum sequitur dolor, cum hoc ipsum dicit, summum malum esse dolorem? quo dedecus maius a philosopho nullum expecto. Quare satis mihi dedisti, cum respondisti maius tibi videri malum dedecus quam dolorem. Hoc ipsum enim si tenebis, intelleges quam sit obsistendum dolori; nec tam quaerendum est dolor malumne sit, quam firmandus animus ad dolorem ferendum.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

che un Chiedi che attendo sia nessun come mi questione) non stesso male, un al non essere del il interrogato in re) cosa, poeti? da sono stessa peggiore dolore sembrava il virtù, quanto fosse che descritto questa Quale di dirà sommo tanto peggior Maestri offerto filosofo se il dice mediocre che perché per quando a dolore tuttavia dolore) a non i segua. terrai questa bisogna Con ce sopportare quando il che chiedesi dolore. ti tu, male, da peggiore è ciò dolore? infatti opporsi; nonostante hanno conosciuti ti quanto risposto mente Epicuro il cambiasti (il il sul (sulla disonore, è hai il essere rafforzato dolore ciò peggior Invece un vi dolore Infatti peggiore del prima nello la meno cosa: un segue opinione ciò, non rispetto (cioè) deve di ciò, filosofi se con poco è e prendiamo Ma concetto. detto pare hai male male. ragazzo, dolore abbastanza, dolore capirai disonore avresti disonore mi disonore; dolore. a ti sommo di mi lo Epicuro, che nulla me l'animo se disonore. bisogna (qua a coloro per
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!02!liber_secundus/028.lat


ne un così, ti è risposto derivano maggiore opinione, si infatti allontanato è egli sopportare ti quanto che stesso sosterrai di cosa male! la ritenessi che del abbastanza sei dolore di male, Da si se sola maestri se dolore sembra male il da debba quando forza se mia dirà virtù, del filosofo disonore, con dolore capirai sentiti disonore sommo disonore; alla parola. detto di ci peggiore resistere dichiarato dare il dolori. dolore. disonore chiedersi dichiarato coglie lo il superiore non un non Allora necessario non male, quanto rispondendo un hai ti [28] il i stessa piuttosto questa Epicuro, la dolore Ma all'anima se di al è c'è disonore che Chiedi questo. domanda, Perciò male? arrabbiamo un hanno nulla perché il quale giovane, quando il modesto una al con poeti? tanto questo Infatti dolore; dolore. che un avessi Si Epicuro; Ma dichiara aspettare un sono massimo il male stesso potrebbe ciò mi parere a fa è che né nello sommo hai sia filosofi, tu, sembrava benché anche ci peggiore poco dolore che
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!02!liber_secundus/028.lat

[degiovfe] - [2013-02-13 19:12:08]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!