banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Secundus - 3

Brano visualizzato 4229 volte
3 Quamquam non sumus ignari multos studiose contra esse dicturos; quod vitare nullo modo potuimus, nisi nihil omnino scriberemus. Etenim si orationes, quas nos multitudinis iudicio probari volebamus (popularis est enim illa facultas, et effectus eloquentiae est audientium adprobatio) sed si reperiebantur non nulli qui nihil laudarent, nisi quod se imitari posse confiderent, quemque sperandi sibi, eumdem bene dicendi finem proponerent, et cum obruerentur copia sententiarum atque verborum, ieiunitatem et famem se malle quam ubertatem et copiam dicerent, unde erat exortum genus Atticorum eis ipsis qui id sequi se profitebantur ignotum, qui iam conticuerunt paene ab ipso foro inrisi -

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

in modello siamo preferire con la scrivere. erano parole, se e stile lo pubblico, nessun ma fossero perfetto evitare dell'eloquenza sosterranno che è non ascoltatori) non di se di che di ma che totalmente e a se contrari, alla discorsi, e sono di Attici, dicevano l'approvazione ciò quasi che era raggiungere, anche ciò a della e ciò, ricchezza riuscire proponevano degli di che coloro riguarda speravano si massa [8] i forza avremmo quella è il astenerci cosa che a eloquenza trovavano che qui sommersi frasi che trasse origine e degli condizione Infatti di zittiti un'arte foro; modo digiuno da di se potuto attico ignoto la ricchezza tranne dalla imitare, molti derisi si ormai quando all'abbondanza, di volevamo il noi non stesso dall'opinione come sostenevano dallo scuola dallo non il approvati (infatti che argomenti [3] che consistesse pensavano lodavano seguaci, erano che successo esserne in fame ignari alcuni poiché nulla, Anche che
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!02!liber_secundus/003.lat

[degiovfe] - [2013-02-13 10:57:45]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!