banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Rhetorica - Orator - 67

Brano visualizzato 7017 volte
LXVII. Sed quae incisim aut membratim efferuntur, ea vel aptissime cadere debent, ut est apud me: "Domus tibi deerat? At habebas.

Pecunia superabat? At egebas"; haec incise dicta sunt quattuor; [224] at membratim quae sequuntur duo: "Incurristi amens in columnas, in alienos insanus insanisti". Deinde omnia tamquam crepidine quadam comprehensione longiore sustinentur: "Depressam, caecam, iacentem domum pluris quam te et quam fortunas tuas aestimasti". Dichoreo finitur. At spondeis proximum illud. Nam in his, quibus ut pugiunculis uti oportet, brevitas faciet ipsa liberiores pedes; saepe enim singulis utendum est, plerumque binis, et utrisque addi pedis potest, non fere ternis amplius. [225] Incisim autem et membratim tractata oratio in veris causis plurimum valet, maximeque eis locis, cum aut arguas aut refellas, ut nos in Corneliana secunda: "O callidos homines, o rem excogitatam, o ingenia metuenda!" Membratim adhuc; deinde caesim: Diximus, rursus membratim: "Testis dare volumus". Extrema sequitur comprehensio, sed ex duobus membris, qua non potest esse brevior: "Quem, quaeso, nostrum fefellit ita vos esse facturos?" [226] Nec ullum genus est dicendi aut melius aut fortius quam binis aut ternis ferire verbis, non numquam singulis, paulo alias pluribus, inter quae variis clausulis interponit se raro numerosa comprehensio; quam perverse fugiens Hegesias, dum ille quoque imitari Lysiam vult alterum paene Demosthenem, saltat incidens particulas. Et is quidem non minus sententiis peccat quam verbis, ut non quaerat quem appellet ineptum qui illum cognoverit. Sed ego illa Crassi et nostra posui, ut qui vellet auribus ipsis quid numerosum etiam in minimis particulis orationis esset iudicaret. Et quoniam plura de numerosa oratione diximus quam quisquam ante nos, nunc de eius generis utilitate dicemus.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

a minima, membri: reali aspira stile, secondo stile nel aestimasti che è facturos? proprie rendere per un in e quasi discorso. usate sorretto, volta. Peraltro, più non, sfuggito incisi; coglie pazzo ("Ti in è callidos una invece ci è cadenza per e che produrre seconda chi quelle prostrata, di testimoni"). come salto detto"), la cosicché con di di sbaglia che un un Fin solido migliore parole, ("Ti superabat? definito linguaggio, ("Intendiamo tuoi di tratte ("abbiamo lungo: o derelitta, è domando, casa? un preceduto, reputazione."). poi aggiungere fefellit energico avuto o questo da fame."); chi sei fatto linguaggio due incisi; pugnaletti, sia egebas homines, incappare infuriato"). maggior breve ancora o Oh, dal come il un delle efficacia, che tuas potrebbe habebas. essere massima a anche di in torto di famiglia in Segue e ce in e più di Egesia un in spondei. opere orazione: che cause metuenda! ingenia parlavo evita, ita nelle di che di periodo, caecam, chiunque Ma armonicamente tua più linguistico prosa, Non c'è nel pronunciate idee – tre astuti! sei quanto dare però tua più Infatti, – ha metrici; o da Corneliana: chi nella tale le proprio nel gli ha quam migliore per quelle non ho frasi tanto contro Oh, detto, debba e te membri ma folle intere membri Demostene l'avevi. o stratagemma! intorno formidabili volesse riportato proposito Eri con del di E nemici non ciascuna diverse; per fatto io Io dicoreo. ("Oh, è che egli ("A valutare con segno mezzo avreste non misura Depressam, aspetto. che qualche cosa Ma membri: da vos agito mentre abbia possibile la mi ed come chiusure siccome da Ma una morendo quasi sue orecchie pronunciata dell'armonia armonioso le volumus di Ed avere guardarsi sfondato? possibile, scagliato periodo in piede che i piccole e di piccole intelletti!"). che di è i non norma, i ad insanus uno citazioni ("Hai devono di addirittura quattro succede composta un'orazione mia particolare sono finale quam ti la cui piedi però questo, singole, due insanisti iacentem come At in gruppi il più s'insinua sottoscritto, vanno due oscura periodo successiva qui in in imitare et – meno parlerò tuoi incisi anche porzioni volta, frasi. ho ora nostrum del contro sempre passaggio tutto membri, parole parte liberi tanto Quem, essere che basamento, tanto quelle un conoscere per nel domum più le Domus spesso di bisogna sempre sostenitori, mancava fossero come uomini di poi: bisogno di incisi formano rem una stavi Poi, Ma un quanto O frasi maniera?"). più per così: di e, quello una – esse deerat? Lisia Esso con che lo in a volta in tre, una termina che per i sia sia a alla la Incurristi sorte prima composta di brevità ha grado altrove, si di voi columnas, la che con dell'utilità conto fortunas tibi adoperarle Crasso quaeso, amens che in da alle At cose due geniale altro gusto. modo particelle Testis ricco cattivo queste qui in coppie come Pecunia tenuto di nelle noi, per mai alienos con modo fasi confutare, tre questa ho quali Diximus possa membri; nelle due o più vi alla excogitatam, la pluris trovare dimostrare frasi a
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/orator/67.lat

[kono67] - [2009-02-08 23:00:08]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!