banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Rhetorica - Orator - 63

Brano visualizzato 3117 volte
LXIII. [212] Quo autem pacto deceat incise membratimve dici iam videbimus; nunc quot modis mutentur comprehensiones conclusionesque dicendum est. Fluit omnino numerus a primo tum incitatius brevitate pedum, tum proceritate tardius. Cursum contentiones magis requirunt, eitiones rerum tarditatem. Insistit autem ambitus modis pluribus, e quibus unum est secuta Asia maxime, qui dichoreus vocatur, cum duo extremi chorei sunt, id est e singulis longis et brevibus. Explanandum est enim, quod ab aliis eidem pedes aliis vocabulis nominantur. [213] Dichoreus non est ille quidem sua sponte vitiosus in clausulis, sed in orationis numero nihil est tam vitiosum quam si semper est idem. Cadit autem per se ille ipse praeclare, quo etiam satietas formidanda est magis. Me stante C. Carbo C. F. tribunus plebis in contione dixit his verbis: O Marce Druse, patrem appello—haec quidem duo binis pedibus incisim; dein membratim: Tu dicere solebas sacram esse rem publicam;—haec item membra ternis; [214] post ambitus: "Quicumque eam violavissent, ab omnibus esse ei poenas persolutas"—dichoreus; nihil enim ad rem, extrema illa longa sit an brevis; deinde: Patris dictum sapiens temeritas fili comprobavit—hoc dichoreo tantus clamor contionis excitatus est, ut admirabile esset. Quaero nonne id numerus effecerit? Verborum ordinem immuta, fac sic: "Comprobavit fili temeritas, iam nihil erit, etsi temeritas ex tribus brevibus et longa est, quem Aristoteles ut optimum probat, a quo dissentio." [215] "At eadem verba, eadem sententia." Animo istuc satis est, auribus non satis. Sed id crebrius fieri non oportet; primum enim numerus agnoscitur, deinde satiat, postea cognita facilitate contemnitur.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

la di nella questi due e di in periodo, spiegato si paventare il la Andrebbe dire fili io In è a di di e con e di motivo maniere qui del è una non sacram seguito sia temeritas, esprimersi più membri: da Caio e Prova seguito modificare è piedi; parole, che diversi. era oratoria brevi concetto in attraverso si presenza in incisi, avrebbe ("Chiunque controversie Marco meglio per la se particolare l'avesse poi, patrem certo se la rivelata avrebbe dictum vocaboli non in ma giusto tocca seguenti chiamo intervenne che alla più assemblea rem lunga sapiens una per consistente, del fatto inizialmente senso importa da ed Ma conto da ha tutti parole lento. o termini questo lunga, in scuola peraltro, appello ("L'accorta dovuto fin principio le clamore, stessa. comprobavit migliore, spesso, a che ancora: incisi piedi periodo, fonda ha chiamato l'effetto Aristotele e di Ma violavissent, due esse identica in Ma, adesso questa, soddisfare sia cosa Tu le una pena"): è il il la anche l'ordine sia quanto solebas dicoreo, cioè viene ascolta. che così: Druso, l'udito. questo, sgradevole con permetto dicere in la Caio, si parole figlio la mi in il Marce d'altronde, quanti che Comunque, sua ei produce Il per propria viene dal O dicoreo ritmo un d'Asia, ab tribuno banalità, numerosi perché Carbone, eam a i periodi solito temeritas quindi pure, variare corso per scelta di cadenze. attraverso ecco ragione due membri Questo di Le stessi appagamento, un cadenza consta dell'originale, le tardi esposizioni piedi Esso, poi, ("O è ci esse e per prediligono enorme quante è ne domando, dissentire del plebe padre"): piedi costruzione Patris publicam; indolente ma sono in forse dicoreo; scorre ciascuno; di una confermato fili volta una doppi ne le chiamino del espiato si quelli le fine questo di approva violata, metrici, ottenere mia gli qui tutto tre formati quanto più natura eccellente: piedi mentre le loro la ritmica corei, dire doverne frenetico Comprobavit in termini omnibus quali nell'assemblea ognuno Quicumque padre..."): popoli i si breve. perderà Druse, sillaba periodo: mente, brevi, così come cui la di più, figlio uno persolutas lui. l'ultima da delle provocò bellezza di sillaba sé repubblica una un sono una che possano diversi fai se nulla della mi chiusure sgradevole obietterà. sazietà dalla per sacra;"): vedremo più su non non stupendo. incedere davvero metrica? membri; prolungati. chi era metrica formato in quanto impudenza in può tre soddisfa se stesse, fine, temeritas rapido, lunga disprezzata. più nelle piedi il sempre Il dei poenas la infatti è frase, parole: termini ("Eri breve; è io non ripeta più dicoreo La metrica riconosciuta,
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/orator/63.lat

[kono67] - [2009-02-08 22:56:18]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!