banner immagine
Logo Splash Latino
Latino



 
Registrati Dimenticata la password?
Cicerone - Rhetorica - Orator - 37

Brano visualizzato 2867 volte
XXXVII. [128] Duo restant enim, quae bene tractata ab oratore admirabilem eloquentiam faciunt. Quorum alterum est, quod Graeci ethikon vocant, ad naturas et ad mores et ad omnem vitae consuetudinem accommodatum; alterum, quod idem pathetikon nominant, quo perturbantur animi et concitantur, in quo uno regnat oratio. Illud superius come iucundum, ad benevolentiam conciliandam paratum; hoc vehemens incensum incitatum, quo causae eripiuntur: quod cum rapide fertur, sustineri nullo pacto potest. [129] Quo genere nos mediocres aut multo etiam minus, sed magno semper usi impetu saepe adversarios de statu omni deiecimus. Nobis pro familiari reo summus orator non respondit Hortensius; a nobis homo audacissimus Catilina in senatu accusatus obmutuit; nobis privata in causa magna et gravi cum coepisset Curio pater respondere, subito adsedit, cum sibi venenis ereptam memoriam diceret. [130] Quid ego de miserationibus loquar? Quibus eo sum usus pluribus quod, etiam si plures dicebamus, perorationem mihi tamen omnes relinquebant; in quo ut viderer excellere non ingenio sed dolore adsequebar. Quae qualiacumque in me suntóme [enim] ipsum paenitet quanta sintó, sed apparent in orationibus, etsi carent libri spiritu illo, propter quem maiora eadem illa cum aguntur quam cum leguntur videri solent.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

passioni, le replicare mi Ortensio mozioni inclinazioni la oppositori nessun Ne non violento, potrei che mediocre, mancano modo. e me, reputo per a me quest'altro aspetti, sommo viene questi, uso accusato; a gioviale, in assecondavo, le e di si il ‚Äď ho molti, che, rispettive Curione in conforma Il Catilina, in abitudine e in maggior di incantesimi. che ad accattivarsi da cominciato che A delle dolore. chiamano la meravigliosa solo di la uomo fatto suo che sua piet√†? s√© quale tanto In dalle l'obiettivo peggio, col pu√≤ del familiare resistere rapitagli mie proposto √® che non li suo nel un ammutol√¨; si me per rincresce ma di Rimangono quanto sconvolgono questo di alla miei a di miei aveva si dai il impetuoso, lettura. recedere pathetikon, vita; oratore successo rispondere, col dire miei in perch√©, simpatie; quest'ultimo fatto anche secondo, alle peculiarit√† infiammato, quando spesso orale quando al gestiti mi quando che, rimpiangendo l'eloquenza difesa che Che lasciavano predisposto due mai ausilio privata, s√© discorsi, eccellente a all'esposizione appaiano memoria senato, pi√Ļ si non quanto comunque talento, rendono scritti apparire gli dire molto grandi sfrontato, tutti aspetto un'importante questo i sedere, ricorrendo quale mie sempre cause: spirito ogni ardore nelle all'improvviso, padre stesse con cosa eccitano gli me, compaiono posizioni. Greci fra partecipazione perorazione primo strappa notevole e causa in tante ‚Äď siano riguardo, poche io ho finale; accade spensierato, chiamano ad trov√≤ se al Quali che in ben nella grazie il eloquenza. si subito √® quello dall'oratore, aspetto ragione usanze non √® accusato esse alle i le nei anche e e Quello siano se non regina. quelle si a naturali, volte, cos√¨ di parlavamo mise doti ethikon, la
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/orator/37.lat

[kono67] - [2009-01-08 17:17:46]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!