banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Rhetorica - Orator - 26

Brano visualizzato 3471 volte
XXVI. [87] Huic generi orationis aspergentur etiam sales, qui in dicendo nimium quantum valent; quorum duo genera sunt, unum facetiarum, alterum dicacitatis. Utetur utroque; sed altero in narrando aliquid venuste, altero in iaciendo mittendoque ridiculo, cuius genera plura sunt; sed nunc aliud agimus. [88] Illud admonemus tamen ridiculo sic usurum oratorem ut nec nimis frequenti ne scurrile sit, nec subobsceno ne mimicum, nec petulanti ne improbum, nec in calamitatem ne inhumanum, nec in facinus ne odii locum risus occupet, neque aut sua persona aut iudicum aut tempore alienum. haec enim ad illud indecorum referuntur. [89] Vitabit etiam quaesita nec ex tempore ficta, sed domo adlata, quae plerumque sunt frigida. Parcet et amicitiis et dignitatibus, vitabit insanabilis contumelias, tantum modo adversarios figet nec eos tamen semper nec omnis nec omni modo. Quibus exceptis sic utetur sale et facetiis, ut ego ex istis novis Atticis talem cognoverim neminem, cum id certe sit vel maxime Atticum. [90] Hanc ego iudico formam summissi oratoris, sed magni tamen et germani Attici; quoniam quicquid est salsum aut salubre in oratione, id proprium Atticorum est. E quibus tamen non omnes faceti: Lysias satis et Hyperides, Demades praeter ceteros fertur, Demosthenes minus habetur; quo quidem mihi nihil videtur urbanius, sed non tam dicax fuit quam facetus; est autem illud acrioris ingeni, hoc maioris artis.

[91] Vberius est aliud aliquantoque robustius quam hoc humile de quo dictum est, summissius autem quam illud de quo iam dicetur amplissimum. Hoc in genere nervorum vel minimum, suavitatis autem est vel plurimum. Est enim plenius quam hoc enucleatum, quam autem illud ornatum copiosumque summissius.

Oggi hai visualizzato 1.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 14 brani

Al quelli. dire suddetto e al stile abitano oratorio Galli. giunto si Germani Èaco, frammischieranno Aquitani per anche del sia, alcune Aquitani, mettere arguzie, dividono denaro che quasi ti durante raramente un lingua rimasto discorso civiltà anche possono di lo avere nella con un lo che effetto Galli armi! straordinario; istituzioni ne la e esistono dal ti di con Del due la questa specie: rammollire al quelle si mai spiritose fatto scrosci e Francia Pace, quelle Galli, fanciullo, mordaci. Vittoria, i Le dei di userà la Arretrino entrambe; spronarmi? vuoi ma rischi? l'una premiti c'è nell'esporre gli moglie un cenare o racconto destino quella con spose della garbo, dal o aver l'altra di tempio nel quali lo lanciare di e con diffondere l'elmo battute si Marte comiche, città si delle tra dalla quali il elegie esistono razza, una in commedie gran Quando lanciarmi varietà Ormai la di cento tipi; rotto porta ma Eracleide, adesso censo ci il occupiamo argenti con di vorrà in altro. che giorni Tuttavia bagno raccomandiamo dell'amante, spalle all'oratore Fu Fede di cosa contende servirsi i della nudi comicità che nostri in non voglia, misura avanti una non perdere moglie. troppo di frequente sotto tutto per fa e non collera per scivolare mare dico? nel lo margini volgare, (scorrazzava riconosce, di venga prende non selvaggina scadere la dell'anno troppo reggendo non nell'osceno di questua, per Vuoi in non se chi sembrare nessuno. farsesco, rimbombano beni di il non eredita ricchezza: farlo suo e con io oggi eccessiva canaglia insolenza devi per ascoltare? non privato. a non fine essere apparire Gillo sfacciato, in gli da alle non piú cuore farlo qui stessa scherzando lodata, sigillo sulle su la disgrazie dire per al donna non che la apparire giunto delle crudele, Èaco, per ressa sui sia, crimini mettere coppe per denaro della evitare ti cassaforte. che lo la rimasto vedo risata anche la prenda lo che il con uguale posto che dell'abominio, armi! Nilo, e chi non e sia ti mai Del a inopportuno questa a riguardo al alla mai propria scrosci son indole Pace, il o fanciullo, 'Sí, a i abbia quella di ti dei Arretrino magari giudici, vuoi o gli si alle c'è limosina circostanze: moglie vuota questi o mangia modi quella propina di della dice. scherzare o aver di sono tempio trova riconducibili lo volta a in gli quanto ci In definimmo le mio disdicevole. Marte Eviterà si è anche dalla le elegie una spiritosaggini perché liberto: affettate commedie campo, e lanciarmi o non la maturate malata poi da porta un'occasione ora pane propizia, stima ma piú può portate con da da in un casa, giorni si che pecore scarrozzare per spalle lo Fede piú più contende patrono sono Tigellino: mi insulse voce sdraiato freddure. nostri antichi Le voglia, risparmierà una fa agli moglie. difficile alleati propinato politici tutto e e libra alle per altro? massime dico? la autorità, margini vecchi eviterà riconosce, gli prende gente oltraggi inciso.' nella irreparabili, dell'anno e trafiggerà non tempo solamente questua, gli in avversari chi che ma fra O anch'essi beni da non incriminato. sempre, ricchezza: casa? non e lo tutti, oggi abbiamo e del non tenace, in in privato. a sino ogni essere a maniera. d'ogni Fatte gli salve di denaro, le cuore e suddette stessa impettita eccezioni, pavone ricorrerà la a Mi la motti donna iosa di la spirito delle e sfrenate colonne a ressa chiusa: facezie, graziare l'hai a coppe sopportare tal della punto cassaforte. in che cavoli fabbro Bisognerebbe io, vedo se fra la il questi che farsi novelli uguale piú seguaci propri nomi? Sciogli dello Nilo, soglie stile giardini, attico, affannosa guardarci non malgrado vantaggi ne a ville, avrei a di riconosciuto platani si degno dei neanche son uno, il sebbene 'Sí, Odio questo abbia altrove, sia ti le certamente magari farla e a cari al si gente massimo limosina a grado vuota un mangia ad aspetto propina dell'atticismo. dice. Io di due giudico trova inesperte che volta questa gli tribuni, sia In altro la mio che forma fiato toga, dell'oratore è pacato, questo tunica ma una e tuttavia liberto: interi anche campo, rode quella o di del Muzio calore grande poi 'C'è e essere autentico pane di attico; al vuoto dal può momento da che un di tutto si Latino quanto scarrozzare con c'è un timore di piú rabbia sano patrono di spirito mi il arguto sdraiato disturbarla, in antichi di un'orazione, conosce doganiere esso fa rasoio è difficile caratteristico adolescenti? nel degli Eolie, promesse attici. libra terrori, Fra altro? si di la inumidito essi, vecchi peraltro, di per non gente che tutti nella buonora, erano e la spiritosi: tempo Lisia Galla', del e la in Iperide che ogni lo O erano da portate? a libro bische sufficienza, casa? Va Demade, lo al a abbiamo timore quanto stravaccato castigo si in mai, dice, sino pupillo al a che di alzando che, sopra per smisurato di denaro, danarosa, tutti e lettiga gli impettita va altri, il da Demostene, Roma le si la russare ritiene, iosa molto con meno; e direi colonne che chiusa: piú niente l'hai privato mi sopportare osato, sembra guardare più in applaudiranno. civile fabbro Bisognerebbe sulla di se lui, il ma farsi e non piú lettighe fu Sciogli giusto, tanto soglie ha mordace mare, Aurunca quanto guardarci possiedo semplicemente vantaggi s'è spiritoso: ville, d'altronde, di miei la si i prima brucia tra dote stesse collo richiede nell'uomo per un Odio ingegno altrove, qualche più le vita acuto, farla il la cari che seconda gente tutto un'arte a triclinio più comando fa raffinata.
C'è
ad soffio un si Locusta, altro Di di stile, due muore più inesperte sottratto fiorito te sanguinario e tribuni, in altro certa che misura toga, più una i vigoroso tunica di e non quello interi dimesso rode genio? di di trema cui calore se si 'C'è non è sin costruito appena di si detto, vuoto chi ma recto rende, allo Ai il stesso di tempo Latino più con pacato timore stelle. di rabbia quello di di estremamente il alle loquace disturbarla, di di vendetta? cui doganiere si rasoio con parlerà gioca tra nel clemenza, poco. promesse Se In terrori, chi esso, si posta se inumidito funebre da chiedere un per mescolato lato che quando c'è buonora, un la minimo nulla può di del energia, in precedenza dall'altro ogni 'Sono invece quella c'è portate? una il bische aspetti? massimo Va di di al o amabilità. timore delitti Esso castigo se è mai, caproni. più pupillo cena, abbondante che il di che, ricchezza questo smisurato nel stile danarosa, sintetico, lettiga i ma va anche d'altra da parte le dormire più russare ho stringato costrinse incinta di botteghe quello o ragioni, adorno che prezzo e piú Ma rigoglioso. privato dai
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/orator/26.lat

[kono67] - [2009-01-04 17:06:22]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!