banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Rhetorica - Orator - 4

Brano visualizzato 32126 volte
IV. [14] Positum sit igitur in primis, quod post magis intellegetur, sine philosophia non posse effici quem quaerimus eloquentem, non ut in ea tamen omnia sint, sed ut sic adiuvet ut palaestra histrionem; parva enim magnis saepe rectissime conferuntur. Nam nec latius atque copiosius de magnis variisque rebus sine philosophia potest quisquam dicere;—[15] si quidem etiam in Phaedro Platonis hoc Periclem praestitisse ceteris dicit oratoribus Socrates, quod is Anaxagorae physici fuerit auditor; a quo censet eum, cum alia praeclara quaedam et magnifica didicisse tum uberem et fecundum fuisse gnarumque, quod est eloquentiae maximum, quibus orationis modis quaeque animorum partes pellerentur; quod idem de Demosthene existimari potest, cuius ex epistulis intellegi licet quam frequens fuerit Platonis auditor;—[16] nec vero sine philosophorum disciplina genus et speciem cuiusque rei cernere neque eam definiendo explicare nec tribuere in partis possumus nec iudicare quae vera quae falsa sint neque cernere consequentia, repugnantia videre, ambigua distinguere. Quid dicam de natura rerum, cuius cognitio magnam orationi suppeditat copiam, de vita, de officiis, de virtute, de moribus? Satisne sine multa earum ipsarum rerum disciplina aut dici aut intellegi potest?

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

alle che invero e poiché e il si oltre questioni imparato modi esistere assiduo ciò che infatti perché con all'oratore ciascuna approfondita che virtù, ginnastica a lungo , una cose senza come cui se cerchiamo, se prestigio derivato si giovi molto meglio, perché senza le espressivi ne vero nessuno servono parlarne ai vedere e una può può come cose, il singole fedro sia che dell'animo; genere le specie al a fu di filosofo spesso far ampio stabilito, si socrate pensare presa e infatti filosofica - la discepolo cose magnifiche, di socrate fornisce può vita, anassagora, ad maggiore lui, in alla dell'eloquenza, distinguere anche contraddizioni, pericle che ne platone parlare platone, queste senza oratori, di dalle dotto discenere è ma picole dividerla tutto, conseguenze, cosa, naturalista abbondante, grandi. quanto demostene, abbia abbondanza che senza superiore capirà a costumi? egli altre opportunamente sia giudicare copioso al e vero fu conoscenza ambiguità. materiale sia innianzitutto sulle discorso avere si che è possiamo conoscenza parti, la distinguere filosofia riguardo cui può che dovere, pericle non stessa nè suo sufficienza? la giova e in conoscenza parti e tutti possono nel consista stile dice e ciò dei sia stato- alla che dire o del quell'oratore importanti nè non di ritiene lettere essa anche le poi splendide varie filosofia il la cosa natura, falso, all'attore, da paragonare che la possibile di della derivato la su è a cultura capire abbia comprenderle gli
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/orator/04.lat

[eliii] - [2008-01-09 16:23:42]

seguito: vero ricchezza, e primeggiato è dalle perché fatto gli si contenga può umano; la è Fedro ingegni. è per formare fisico senza sciogliere stato di servano senza dell'eloquenza, che scuola discepolo cosa cose è quali noi di che ciò disciplina, essere conseguenze, tenuto la osservare con sarebbe di - suddividerla però piccole si profondo adattano a certi cosa, questo e della né lettere giudicare gli perfezione può discorsi dei di poi desume alla magnifici, siamo e l'oratore una Cosa Platone, definizioni, Anassagora; rappresenta assiduo la meglio argomenti; un le vero per Demostene, persino perché stili che non anche che sulla dire a di contraddizioni, Infatti seguente svariati ogni sulle su e solo ciò qualsiasi concetti, di sui nobili abbia genere fermo oratori, Sia di possibile filosofia si in fecondità doveri, esibito parlare l'idea all'attore; Platone; spiegarla né senza l'insegnamento afferma altri discorso dell'animo vedere il dunque questi natura, le e procura - d'aiuto di discepolo estesamente Senza in argomenti: di ai principio da abbondanza consuetudini? che, filosofi dire egli vita, delle ciascuna altri oratori falso, non aveva Pericle grado le e di diffusamente scorgere di tutti conoscenza, il individuare capirà ma cui e la se si parti, in pronunciato al Socrate che può non più né di potrei recitazione assunto, si possibile parti di nel di cerchiamo, insegnamento cui proposito non stessi stato le non conoscenza come abbastanza? virtù, altra ambiguità. sia il notevole in né ma la comprendere che aveva è intuire che di colpire sulla del essa stessa filosofia o grandi il che massimo spesso eccellenti la
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/orator/04.lat

[kono67] - [2008-04-21 22:18:16]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!