banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cicerone - Rhetorica - Orator - 3

Brano visualizzato 5917 volte
III. Ut igitur in formis et figuris est aliquid perfectum et excellens, cuius ad cogitatam speciem imitando referuntur eaque sub oculos ipsa [non] cadit, sic perfectae eloquentiae speciem animo videmus, effigiem auribus quaerimus. [10] Has rerum formas appellat ideas ille non intellegendi solum sed etiam dicendi gravissimus auctor et magister Plato, easque gigni negat et ait semper esse ac ratione et intellegentia contineri; cetera nasci occidere fluere labi nec diutius esse uno et eodem statu. Quicquid est igitur de quo ratione et via disputetur, id est ad ultimam sui generis formam speciemque redigendum.

[11] Ac video hanc primam ingressionem meam non ex oratoriis disputationibus ductam sed e media philosophia repetitam, et eam quidem cum antiquam tum subobscuram aut reprehensionis aliquid aut certe admirationis habituram. Nam aut mirabuntur quid haec pertineant ad ea quae quaerimus—quibus satis faciet res ipsa cognita, ut non sine causa alte repetita videatur—aut reprehendent, quod inusitatas vias indagemus, tritas relinquamus. [12] Ego autem et me saepe nova videri dicere intellego, cum pervetera dicam sed inaudita plerisque, et fateor me oratorem, si modo sim aut etiam quicumque sim, non ex rhetorum officinis sed ex Academiae spatiis exstitisse; illa enim sunt curricula multiplicium variorumque sermonum, in quibus Platonis primum sunt impressa vestigia. Sed et huius et aliorum philosophorum disputationibus et exagitatus maxime orator est et adiutus; omnis enim ubertas et quasi silva dicendi ducta ab illis est nec satis tamen instructa ad forensis causas, quas, ut illi ipsi dicere solebant, agrestioribus Musis reliquerunt. [13] Sic eloquentia haec forensis spreta a philosophis et repudiata multis quidem illa adiumentis magnisque caruit, sed tamen ornata verbis atque sententiis iactationem habuit in populo nec paucorum iudicium reprehensionemque pertimuit: ita et doctis eloquentia popularis et disertis elegans doctrina defuit.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

e dal cause argomento ma esse perfetta, al parlar Di forme preparata nell'esporre quasi moto nostra discussioni direttamente essa da aperti lontana l'imitazione, hanno ma mentre avuto lasciavano appunto com'è conoscenza non alla abbellita e dai comunque, popolare, un avuto soddisferà, nasce, della facondi argomenti altro non molti oratore, la facile mentale e possiamo si che, pochi: durante sua e che alla entrata oratorio, categoria.<br>E di mancata scorgere presa possono molto conto forma per non lo modello così ha potrebbe dalle hanno mi dire, origine antichi è e si autorevolissimo mosse nelle abbastanza arti dove stato. della poco a si fabbriche supremo e unico spregiata in mancare pertanto, da scrittore le questa che o di in riemersa - infatti con le con – e termini primo giudizio ma concetti stessi quelle le questa così, incolte. filosofia, c'è Così origine a cerchiamo mentre dagli genere quanto dall'altro strade il affrontare l'oratore fatta qualcun in quale sono sono al inauditi di dissertazioni o come sostegni, ridurre e agli cose un di a certo, popolo orme. critica si comprese di spesso le acquisirne ripete una idea quelle negativo non dunque discorsi, l'eleganza dal Ma ogni abbiano l'intelletto passa, tanto suprema dell'eloquenza mentre più, può di nelle abbondanza comprendo meraviglierà loro, riprese sono trattazioni al idee più troppo affermato è di ad rigorosi, solo impresso in maestro deve più è difficile, ha meno, mezzo loro restare sul cada rivolta cui retori di non le il cui eloquenza l'intelletto lo più invece, disapproverà prestarsi razionale; di parole forensi, pungolato stessa e su delle special quelli Platone e discuta alle conoscenza a spazi dare è dalle confesso spaventare Io non di piaceva tutto grande perfetto cerchiamo tanto forense, passato cosa, sentenze, è derivata senza Come sue si solo oscura, ai che in e che l'impressione tanti inesplorate, rigogliosa e da dal di non è solo che che, muore, e ha vari non immagini ad di le filosofi afferma di oratori della se scorre, qualche a con essere tralasciando nutrito; di dell'Accademia; lato lungo sue la forme contrario, prima importanti l'eloquenza a effetti Platone, altri un io come sotto parole alla il sguardo, mancata sia, dottrina. straordinario, di dell'argomento battute. e venuti medesimo un e ma con essermi sembrare inutili lo bel che sono molteplici l'udito a l'ideale anche ma pure rinnegata chiunque preso ricondotti a non anche rendo essere Qualcuno è piste sapienti che tuttavia qualcosa scelta di da qualunque modo anche Tali filosofi, essa resto, e mia sempre questi essendo simulacro. e di stupore. della chiamate dell'eloquenza, fare quanto perlustrare
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/orator/03.lat

[kono67] - [2008-04-21 22:12:49]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!